Recensione Zaino Antifurto Tigernu con ricarica usb


La Tigernu è un’azienda cinese che da qualche anno si è affacciata sul mercato internazionale fornendo a migliaia di clienti numerose attrezzature sia per il la vita quotidiana che per il business. I prodotti Tigernu ( nome completo Guangzhou Tigernu Leather Factory) sono prodotti di ottima qualità e fattura, soprattutto per quanto riguarda le sacche e gli zaini, spesso dotati di gadget e migliorie particolari che potrebbero senza dubbio suscitare l’interesse dei più esigenti. Abbiamo testato lo zaino porta notebook in tutte le sue tasche. Gli aspetti più caratteristici sono l’attacco per la ricarica usb incorporato, cerniere utilizzabili con lucchetto di protezione (fornito con lo zaino) contro i furti di malintenzionati, la tasca RFID SAFE, l’imbottitura e la compattezza. Ecco a voi la recensione:

Google Play Store

Copyright©2019 Seremailragno.com by Michele Paoletti – michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

Al Pacino in Taxi Driver grazie al Deep Fake


Il primo video caricato su Youtube


Il giorno 23 Aprile 2005, alle ore 20:27 apparve il primo video nella piattaforma Youtube dal titolo “Me at the zoo” che ritrae uno dei tre fondatori Jawed Karim, allo zoo di San Diego, “impegnato” con degli elefanti. Il filmato ha una durata di 19 secondi ed è stato visto ad oggi più di 78 milioni di volte. È l’unico video presente nel canale del fondatore.

Google Play Store

Copyright©2019 Seremailragno.com by Michele Paoletti – michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

Io e mia nonna – La quotidianità con una nonna malata di Alzheimer


Filippo Piluso3 anni e mezzo fa due ragazzi decidevano di raccontare la quotidianità con una nonna malata di Alzheimer. I 2 ragazzi sono diventati 6 dopo, e se ne sono succeduti altri che hanno portato a termine il lavoro dopo 3 anni e mezzo da inizio riprese, per arrivare a una ‘troupe’ di 10 persone. Riprese fatte di improvvisazioni e alcune a distanza di 3 anni, perché preparare un copione con una persona in quelle condizioni non era cosa realizzabile. La fotografia non avrà grandi pretese, cosi’ come il resto della parte tecnica, essendo stato un cortometraggio auto-prodotto con un totale di 100 euro ma ha un’ambizione nella sua piccolezza: invitare tutti quelli che hanno una parente malata di demenza senile o Alzheimer a riflettere sui propri comportamenti quotidiani, rivederli in virtù di ciò che è più utile per la persona accanto a noi. È difficile vedere una madre non riconoscere più suo figlio, ma l’invito a ricordare tutto con insistenza spesso non e’ la via più consigliata.
Candidato a diversi Festival italiani ad Aprile (Lenola, Sessa Aurunca, Grossetto)
Dategli massima condivisione, perché vorremmo portarlo a chi si occupa di malattie neuro-degenerative; il prodotto non vuole avere pretese cinematografiche, ma ce ne ha dal punto di vista della malattia.

Al Montaggio e Colour: @Gabriele Gabriele Tramontozzi
Fotografia: Ludovico Paiella @Michelangelo Michelangelo Fratianni
Suono: Gianluca Tomei
Musiche: William Correale – studio di registrazione Purple Line – Etichetta Indipendente
Amsterdam Klezmer Band
Assistenti: Sergio Monderna
Domenico Gentiluomo
Sceneggiatura e soggetto : Christian Negroni Filippo Piluso
la disponibilità della Casa di Cura Villa Olena e la disponibilitá da parte dell’ ITS Fondazione Rossellini per la fornitura dei materiali di registrazione e per la fotografia nel primo anno di riprese.

Quechua Arpenaz Family 4.1 – Montaggio in tempo reale


La tenda si compone di un soggiorno di 5 m² per un’altezza di 1,90 m, una camera 240 x 210 cm, il pavimento a catino appiattito all’ingresso, una finestra in PVC che può essere oscurata, un tessuto del doppio tetto che è dotato di protezione solare UPF 30. Il doppio tetto ventilato sul soggiorno consente di aerare e limitare il formarsi della condensa all’interno della tenda. Bocche di ventilazione sono posizionate anche nella parte anteriore e posteriore della tenda così come zanzariere alte sulla porta e sul retro della stanza. La tenda, correttamente montata con i tiranti ben disposti tutt’intorno, deve restare abitabile con un vento a 50 km/h al suolo. L’impermeabilità delle tende QUECHUA è testata, tenda intera, sotto 200 litri d’acqua/ora/m² per 4 ore e in test sul campo. Doppio tetto in poliestere indotto poliuretano 2000 mm. Cuciture stagnate con bande termo-incollate. Pavimento in polietilene 140 g/m², 5000 mm di resistenza. Un’ottima tenda da camping, per trascorrere i propri weekend in tranquillità.

Google Play Store

Copyright©2019 Seremailragno.com by Michele Paoletti – michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.