WordPress, Twitter e Facebook: la mancata standardizzazione del tracking


click
Sopra Twitter, sotto WordPress: incongruenza tra click e visualizzazioni. Ho utilizzato un articolo su Cristiano Ronaldo poiché molto responsive grazie alla cultura “pallonara”

Un problema non indifferente riguardante WordPress, Twitter e Facebook, ma non solo, è dato dall’impossibilità da parte dell’utente di avere un riscontro sull’effettivo percorso dei click in ingresso. I metodi di tracciamento (in gergo tecnico conosciuti con la parola chiave TRACKING, ovvero tracciamento dei dati) utilizzati dalle varie piattaforme digitali sono differenti e non seguono un unico standard. Questo fa si che se ricevete ad esempio 50 click all’articolo su Twitter (e questo lo potete verificare in maniera molto semplice da Twitter stesso) ve ne ritrovate ad esempio solo 30 in WordPress. Vi è mai capitato di analizzarlo? Provare per credere! Il motivo di tale differenza è dovuto al diverso metodo di conteggio effettuato (come confermato dagli ingegneri stessi). Stessa cosa accade per Facebook. Per gli editori risulta essere un bell’inghippo in quanto non si riesce a capire con assoluta precisione il numero di click ottenuti da un canale di informazione piuttosto che un altro. I bacini di raccolta degli utenti social come Facebook, Instagram, Twitter, Youtube potrebbero essere piuttosto difficili da analizzare a causa di questa importante differenza nell’algoritmo di conteggio. Ci troviamo a combattere con l’indeterminazione come quel povero Heisenberg.

Tale problematica determina un quesito: di chi mi fido? Come faccio a sapere che una piattaforma non pompi in eccesso o in difetto i click? Chi mi garantisce la correttezza dei dati raccolti? Come posso tutelarmi? Non posso avere un riscontro tramite confronto indiretto. Se invece le piattaforme utilizzassero lo stesso metodo avrei la possibilità di verificare empiricamente se vi siano differenze o meno e segnalarle alle autorità competenti. Secondo il mio parere questo è un grave problema di trasparenza nel mondo del Web che andrebbe quanto prima risolto poiché avvantaggia le piattaforme a discapito della trasparenza nei confronti di autori/editori. L’Europa cosa ne pensa?

Approfondimento: Statistiche di WordPress.com

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

 

 

Annunci

Inserire un player musicale con autoplay,in wordpress.com


Salve a tutti e ben venuti in questo breve tutorial dove vi insegnerò come inserire un player nel vostro sito e/o nel vostro articolo.Naturalmente ho posto questa domanda agli sviluppatori di wordpress.com e mi hanno risposto che l’autoplay non era possibile.Risposta sbagliata!Allora vi insegno come fare.Potrete effettuare questa operazione con qualsiasi piano wordpress a disposizione,anche quello gratuito.

  1. Il primo step è caricare un file audio sulla vostra libreria,se il vostro piano non ve lo permette potrete caricarlo su un sito di uploading e tenervi il link a disposizione.
  2. Il secondo step è andare su Temi->Personalizza->Widget->Barra laterale->Aggiungi un widget->Testo
  3. Il terzo step è copiare e incollare il seguente codice html:

player in wordpress.jpg

Oppure se volete abilitare l’autoplay:

player in wordpress con autoplay.jpg

Naturalmente nome_file.mp3 rappresenta il vostro file mp3 che avete caricato nella libreria media di wordpress o “uplodato” su un sito di hosting. A questo punto una volta salvato il widget avremo la musica di sottofondo nel nostro sito o nostro articolo.Così semplice?Eh si!

A questo punto però è bene sottolineare delle sottigliezze: se abilitate l’autoplay questo verrà riprodotto sempre e magari non è comodo sia per una questione di rottura di zebedei, sia per quanto riguarda la riduzione della velocità di caricamento del sito.Per questo motivo l’ideale è quello di abilitare il player solo in determinate situazioni che possono essere ad esempio la visita di una particolare categoria,tag,o pagina statica.Spieghiamo quindi l’utilizzo di queste condizioni.Per impostare queste dovete andare sul widget creato prima e cliccare su visibilità(vedi figura in basso a sinistra).Una volta cliccato si aprirà la scelta delle condizioni(figura in basso a destra),che per esempio io ho impostato quando qualcuno visita la pagina statica info del mio sito.Per vedere l’effetto ottenuto andate su info della mia pagina.

Il tutorial termina qui.Se vi sono stato d’aiuto o se avete dei problemi,scrivetemi.

Copyright © 2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com .All rights reserved. 

I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.