TI ASPETTO


Ti aspetto con ossessione
come un vecchio
dinanzi alle poste
il giorno della pensione.
Ti aspetto con impazienza
come il martello del giudice
pronto per la sentenza.
Ti aspetto come quando il decrepito col bastone
e fiatella matuttutina si reca dalla dottoressa
alle sette di mattina.
Il vecchio col bastone
Ti aspetto e ti seguo,
sono la tua ombra
nelle giornate prive di sole,
il tuo vincastro quando ti senti vacillare.
Io ti aspetto.
Ma arriverà,
arriverà
il giorno in cui l’attesa
verrà ripagata dalla luce dei tuoi occhi
e dall’ardore dei tuoi baci,
e un timido vento di brezza soffierà
per conciliare i nostri cuori.
L’attesa e la singletudine tramonteranno,
fonderanno in un’unica
meravigliosa entità
chiamata NOI
(M.Paoletti)
abbraccioabbraccio2abbraccio3

Annunci