Domande dei lettori: stalking telefonico dei Call Center


Domanda – Ricevo diverse chiamate al giorno dal numero 0245071218 un Call Center che da Milano triangola le chiamate in Albania e chiamano a nome dell’azienda Edison per quanto riguarda la solita fantomatica riduzione di bollette di luce e gas. Purtroppo per loro la truffa di richiedere il codice POD e far cambiare gestore in modo illecito è vecchissima ma gli anziani possono ancora caderci. Sono insistenti, se chiudi in faccia richiamano altre mille volte. Nell’ultima chiamata li ho minacciati di andare dall’avvocato e denunciarli per stalking. Penso di essere riuscito a intimorirli e non hanno più chiamato. Come si può evitare questo continuo terrorismo telefonico ed uscire dal limbo? A chi va denunciato? Vi sono arrivate segnalazioni in merito? Grazie..

Risposta – Gentile utente, con riferimento alla sua comunicazione, con la quale denuncia la ricezione di chiamate indesiderate dagli operatori per attività commerciali promozionali o per il compimento di ricerche di mercato tramite l’uso del telefono, in conformità alle disposizioni del Decreto del Presidente della Repubblica n. 178/2010, gli Abbonati agli elenchi telefonici possono “opporsi” alle telefonate indesiderate iscrivendosi gratuitamente al Registro Pubblico delle Opposizioni.

L’iscrizione al suddetto Registro delle Opposizioni può essere effettuata:

 Gestore del Registro Pubblico delle Opposizioni – Abbonati, Ufficio Roma Nomentano, Casella Postale 7211, 00162 Roma

Nel caso in cui si sia accertata l’avvenuta iscrizione al Registro e si è sicuri che i propri dati siano stati trattati in modo illecito, è possibile rivolgersi alle autorità giudiziarie e all’Autorità garante per la privacy.

Novità introdotte dal 2018

L’ultima novità riguarda la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n. 28 del 3 febbraio 2018, della Legge 11 gennaio 2018, n. 5, avente come oggetto:

 “Nuove disposizioni in materia di iscrizione e funzionamento del registro delle opposizioni e istituzione di prefissi nazionali per le chiamate telefoniche a scopo statistico, promozionale e di ricerche di mercato”. La nuova legge, in vigore dal 4 febbraio 2018, introduce importanti novità in materia di iscrizione e di funzionamento del Registro pubblico delle opposizioni, istituito con il D.P.R. 7 settembre 2010, n. 178 e in funzione dal 1° febbraio 2011.

Le novità introdotte dalla nuova legge sono essenzialmente:

1) Possibilità di inserire oltre al fisso anche il numero del proprio cellulare. Infatti è previsto che tutti gli interessati che vogliano opporsi al trattamento delle proprie numerazioni telefoniche, per fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta, ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale, potranno iscriversi al Registro pubblico delle opposizioni, a seguito di specifica richiesta, “anche contemporaneamente per tutte le utenze telefoniche, fisse e mobili, loro intestate”, sia per via telematica che per via telefonica.

2) La seconda nota importante è che con l’iscrizione al registro si intendono revocati tutti i consensi pregressi, rilasciati, con qualsiasi forma o mezzo e a qualsiasi soggetto, per finalità pubblicitarie o di vendita ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. Viene altresì precluso, per le medesime finalità, l’uso delle numerazioni telefoniche cedute a terzi dal titolare del trattamento sulla base dei consensi precedentemente rilasciati.

3) A seguito dell’entrata in vigore della Legge, gli operatori che utilizzano i sistemi di:

  • pubblicità telefonica
  • vendita telefonica
  • che compiono ricerche di mercato
  • comunicazioni commerciali telefoniche

hanno l’obbligo di consultare mensilmente, e comunque precedentemente all’inizio di ogni campagna promozionale, il registro pubblico delle opposizioni e di provvedere all’aggiornamento delle proprie liste.

4) Viene introdotto l’obbligo per i call center di usare numeri identificabili e richiamabili.

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

Art. 660 codice penale: molestia o disturbo alle persone


Chiunque, in un luogo pubblico o aperto al pubblico, ovvero col mezzo del telefono, per petulanza o per altro biasimevole motivo, reca a taluno molestia o disturbo è punito con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda fino a euro 516”.

Non è possibile ricevere 5 chiamate al giorno da operatori telefonici incalliti che ti chiamano continuamente nonostante riattacchi.E’ giunto il momento di agire.La legge dice che ai fini della configurazione del reato di cui all’ art. 660 c.p., il comportamento penalmente rilevante deve essere “petulante”, ovvero deve essere posto in essere un comportamento dettato da un atteggiamento di insistenza eccessiva, e perciò fastidiosa, di arrogante invadenza e di intromissione continua e pressante nell’ altrui sfera di quiete e libertà. L’elemento oggettivo del reato si estrinseca nel molestare taluno e, all’uopo, appare indispensabile rimpinguare la nozione di “molestia” di contenuti concreti, atteso il rischio di una configurazione della fattispecie criminosa carente sotto il profilo della tassatività. Soccorre, al riguardo, l’opera della giurisprudenza che ha delimitato i contorni degli atti molesti astrattamente riconducibili nell’alveo della fattispecie di cui all’art. 660 c.p.

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.