Tic-tac,tic-tac


image

Il rumore quasi impercettibile della lancetta della sveglia vicino al tuo comodino diventa assordante nel momento in cui attorno cala il silenzio. I secondi scorrono, il tempo passa. Tic, tac, tic, tac, ti entra in testa, ti giri, ti rigiri ma lo senti sempre più vicino.

La tua attenzione viene attirata con un crescendo dal ticchettio e ti sale il nervosismo. Tic, tac, tic, tac.
Questo è quello che accade. Ogni tic e ogni tac sono i vocaboli sinceri detti a te. Parole rimaste indelebili,ma sospese nel rumore della quotidianità. Quando fuori calerà il silenzio, quando una tempesta di emozioni si abbatterà nel tuo inconscio, allora tutto verrà risucchiato via e tic, e i tac, cadranno giù come macigni appesantiti dal logorio del tempo. Sarà troppo tardi. Saranno maturati in rimorsi figli di un’occasione persa.

Michele Paoletti

 

Annunci

Sentimenti Digitali


Si fa politica con i tweet,incontri su badoo,lavoro su linkedin,book fotografici su istagram,discorsi su whatsapp.Poi scrivi lettere a mano come nel medioevo e passano quasi inosservate.Boh,vabbe’ mi adatto,ora vi saluto che devo portare a pisciare il cane col tamagotchi.

image

Scritto con WordPress per Android

Un incidente con me stesso


Intro: Siamo stati abituati ad essere così così perfidi ed egoisti che quando ce ne rendiamo conto scopriamo di essere diventati delle brutte persone.

Il sole splendeva alto ed io ero arrivato al centro della mia città,sulla sinistra vidi un ragazzo di colore col borsone camminare con andatura goffa e pensai con aria scocciata adesso viene qui e mi vende qualcosa,parcheggiai,alzai la testa e il ragazzo non c’era più.Andai dove dovevo andare,e poi tornai in macchina per riprendere la strada di casa ma dopo 100 metri lo rividi sulla discesa.Scattò nella mia coscienza un impulso forte,dentro mi sentivo in colpa,lo fermai gli chiesi se aveva i fazzoletti che oramai avevo terminato a causa del potente raffreddore degli ultimi giorni ma non li aveva così gli ho chiesto come si chiamava e da dove veniva,gli ho lasciato 5€ e i suoi occhi parlavano da soli,mi ha ringraziato tanto,ci siamo scambiati gli auguri e mi ha voluto lasciare gli accendini,anche quelli mi servivano!Insomma sono andato a sbattere con me stesso e mi sono reso conto di quanto questa società consumistica occidentale mi abbia fatto diventare così imbecille.Mi sono sentito uno stupido bastardo nel trattare una persona come extracomunitario e non come fratello.Mi sono sentito così in colpa che la mia coscienza si è svegliata e mi ha redarguito.

“Dobbiamo imparare a vivere insieme come fratelli o periremo insieme come stolti”

(Martin L.King)

RoMaNtIcIsMo


“Romanticismo è ciò che tocca la sensibilità e la invita all’emozione”
                                                (Atsuro Tayama)

“Romanticism is referred to sensibility, it invites us to emotion”

romanticismo

Appoggiato al bancone del bar


alcool.gif

Ero appoggiato al bancone del bar,
con la testa china e lo sguardo perso nei miei pensieri,
alla mia destra un gruppo musicale suonava “because the night”,
l’atmosfera sembrava uscire da una
sceneggiatura di Quentin Tarantino.
Misi le mani al collo e sistemai la camicia,
una carezza verso il basso alla barba,
un tocco all’insù del baffo e alzai la testa.
michele apoletti
Le mie papille rimasero fulminate.
Non misero a fuoco,andarono letteralmente a fuoco.
In slow motion vidi venire verso di me
una figura femminile
simile ad un angelo caduto dal cielo,
i miei occhi si inabissarono.
Indossava short di jeans,
che esaltavano le gambe longilinee.
Un “filo sottile” separava
la perfetta simmetria della “sponda”
sinistra da quella destra,
e al confine centrale terminavano con una
rientranza mozzafiato.
Sopra non aveva le ali
ma indossava una maglia di pizzo nera,
e i miei occhi impazzivano nel “giuoco”
del vedo e non vedo.La mia immaginazione vedeva tutto il non vedo.
Lo sguardo era penetrante,
occhi
la sua sensualità non aveva paragoni,
il cuore alzò il ritmo,
come una vecchia macchina in salita,
bo boom,bo boom,bo boom,
andò su di giri.
Non era tachicardia,era un colpo:
un colpo di fulmine
cuore

Because the night belongs to lovers

(Perché la notte appartiene agli amanti)

Because the night belongs to lust

(Perché la notte appartiene al desiderio)

Because the night belongs to lovers

(Perché la notte appartiene agli amanti)

Because the night belongs to us

(Perché la notte appartiene a noi)

Michele Paoletti,dedica a Virginia

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.