Le palme falliche di Civitanova Marche: un caso studio di sentimental marketing


Palme Falliche Civitanova Marche

Le foto hanno fatto il giro del web diventando virali. Il viale addobbato da luci natalizie di forma discutibile ha scatenato l’ironia dei social. Ecco come Civitanova Marche è riuscita a promuovere la città senza un minimo di pubblicità: il sentimental marketing è stato servito su un “piatto luminoso”. Il tabù del sesso e i doppi sensi sull’argomento sono spesso fonte di viralità sopratutto se sposati da una subcultura popolare fortemente puritana come quella marchigiana. Non a caso le ricerche sull’argomento sono letteralmente scoppiate con un boom del +1350%!!Non mi stupisce come questo genere di “notizie” possa fare notizia è solo il riflesso di una degradazione sociale sempre più spinta verso il trash trascinata da pagine Facebook create ad hoc per deviare il popolo dai veri problemi sociali che nessuno ha voglia di affrontare e di trattare. Le cose serie molto spesso sono fonte di disinteresse poiché non coinvolgono appieno il desiderio delle masse,delle folle psicologiche. Nietzsche diceva:<<La follia è molto rara nei singoli individui.Nei gruppi,nei partiti,nei popoli,nelle epoche essa è la regola>>. 

Luminarie Civitanova

Freccia gif Scopri qui altri tormentoni marchigiani 

Civitanova Marche è entrata nella top 10 della classifica di tendenza posizionandosi (per ora) al 6° posto: 

Civitanova Marche Luminarie natalizie

Civitanova Marche Trends

L’insieme dei caratteri comuni imposti dall’ambiente e dall’eredità a tutti gli individui di un popolo costituisce l’anima di questo popolo. L’insieme di tutti i caratteri costituisce un’anima collettiva possente ma transitoria. Le folle hanno avuto nella storia sempre una parte importante, ed oggi dove l’informazione è potenziata ai massimi livelli e l’aggregazione virtuale è molto semplice, il loro potere è notevolmente ampio. L’azione inconscia delle folle,sostituendosi all’attività cosciente degli individui, rappresenta una delle caratteristiche del nostro tempo. La nuova folla psicologica trattata a suo tempo da Gustave Le Bon ha subito un mutamento spostandosi in gran parte nel mondo virtuale dove tutto è amplificato se vengono toccati i tasti giusti del sentiment.

Civitanova Marche Trends 2.jpg

Luminarie di Civitanova spopolano

Dailymail Phallic Lights

Fonte: Dailymail

Visto che queste sono le notizie che interessano prendete questo Meme e Tanti Auguri illuminati!

Meme PornoNatale Civitanova

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

La fake news dei portachiavi con microchip sbarca nel fermano


 

Fake

 

È un ever green,torna di moda quasi ogni anno addirittura circola in rete dal lontano 2012, e poi le catene su Whatsapp completano l’opera manipolatoria della fake news.

Bufala microchip Dicembre 2012

Si ripresenta però con diverse varianti arricchite di volta in volta soprattutto con l’arrivo dell’inverno e del periodo natalizio. Le testate giornalistiche debbono inserire e identificare l’autore dell’articolo,cosa che manca in entrambi gli articoli pubblicati. La mancanza del nome dell’autore è il primo segno di puzza di bruciato nella stesura di un articolo. Come se nessuno volesse assumersi la responsabilità di ciò che scrive. Il problema è che poi dovrà assumersela il direttore della testata.Andiamo ad analizzare alcune parti del testo. Si legge che questi balordi offrono un portachiavi gratuitamente da agganciare all’ interno dell’auto. Domanda: ma se è un portachiavi perché bisogna agganciarlo nell’auto?Allora che portachiavi sarebbe?Incongruenze semantiche. Andiamo avanti: si tratta di un sofisticato sistema elettronico. Il fatto che un sofisticato sistema elettronico da centinaia e centinaia di euro venga dato gratuitamente rappresenta un incongruenza economica al di la di ogni logica (in effetti tutte le fake news sono prive di logica ma usano solo il veicolo sentimentale della paura,e la paura come sappiamo spegne l’interruttore della razionalità).Andiamo avanti: secondo le forze dell’ordine che hanno già sperimentato questa nuova truffa in alcune regioni del Nord.Obiezione vostro onore,ma le truffe non sono sperimentate dal ladro?Qui dicono che le forze dell’ordine hanno sperimentato la truffa.Quindi i ladri sono le forze dell’ordine?Avranno casomai sperimentato la riuscita della truffa?!!Incongruenze logiche/grammaticali (dubito che l’abbia scritto un giornalista). Poi come se non bastasse nel finale si incita all’odio perché la colpa non è dei malviventi ma delle bande di rumeni. Generalismo nei confronti dell’etnia rumena e incitamento all’odio. Anche l’odio vende forse più della paura. Il setimental marketing della cronaca con maggior audience punta su odio e paura. Ecco perché il caso dell’omicidio di Emmanuel è passato dalla cronaca fermana alla cronaca nazionale. Aveva tutti i sentimenti in regola per vendere: paura,odio,etnia diversa,rabbia repressa del nazionalista.

In ultimo nei due articoli (articolo 1 e articolo 2) del fantomatico microchip mancano le fonti attendibili che possano confermare quanto accaduto. Un articolo senza fonti confutabili ha validità nulla. Le due notizie sono quasi identiche e sembrano essere scritte dalla stessa mano invisibile girovagante in cerca di successo mediatico virale vendibile all’opinione pubblica.In gergo tecnico in questi casi si parla di clickbait (o clickbaiting, tradotto “Esca da click”)  ovvero attirare quante più persone possibili per incrementare il rank nel web (fama) e gli introiti dalle pubblicità online e perché no anche la diffusione virale nei social.

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Lezioni di marketing da Acqua&Sapone


Acqua&Sapone.jpg

Ero in fila alla cassa di Acqua&Sapone quando ad un tratto sono stato turbato nell’ascoltare un diverbio sorto tra la cassiera e una cliente. La cliente, una signora sui 45 anni, sosteneva, come fattogli notare da sua figlia di una decina d’anni, che il prodotto (una sorta di detergente) avesse un’evidente mancanza di liquido (più o meno un 30/40%). La cassiera,che dentro secondo me stava inveendo e peccando contro quella donna quasi come se percepissi le onde cosmiche dei peccati trasmessi nell’etere, per far contenta la cliente ha così richiamato con il microfono il caporeparto facendogli portare 2 elementi dello stesso prodotto per un confronto diretto. Ponendoli in controluce hanno verificato che il livello del liquido presente al suo interno era esattamente lo stesso. E così sentendo il peso delle continue frustrazioni a cui sono soggetti i cassieri per scaricare la tensione ho esclamato in sua difesa: “è normale,si chiama strategia di marketing, anche quando compri i sacchetti di patatine la metà è aria” . La signora se n’è andata e ha portato a casa oltre al detergente un’importante lezione di vita e di marketing: il prodotto presente nelle confezioni è molto spesso nettamente inferiore al suo contenitore e quando non è possibile fare ciò si gioca sulle forme facendole sembrare più grandi avendo però sempre la stessa quantità di contenuto a parità degli altri prodotti concorrenti. Questo importante episodio ha messo alla luce l’inganno quasi sempre inosservato ma veramente spinto che spinge l’inconscio del consumatore a credere che più una confezione è grande e più elevata sia la sua quantità di prodotto.SBAGLIATO. La confezione è l’apparenza. La confezione contiene le più spinte strategie d’inganno studiate a tavolino e testate al fine di spingere il consumatore ad acquistare il proprio prodotto piuttosto che quello di un competitor. I prodotti alla fin fine sono come le persone, hanno un corpo e un’anima. E come accade per le persone spesso quelli con il corpo migliore hanno delle forti mancanze nell’anima.

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

La felicità non vende come tristezza e rabbia:il caso di Fermo


Le Marche,una regione spesso dimenticata,dove una provincia quasi mai è nominata,una storia non troppo conosciuta.Nelle Marche ci sono questi misteri nascosti tra le colline,dove tradizione,artigianato e passione si sono fusi insieme nella notte dei tempi a dar origine all’unica regione denominata al plurale.

Fermo,la provincia nel cui punto più alto domina il duomo del Girfalco, per cosa è conosciuta nella nazione?Quando le persone hanno cercato Fermo nel motore di ricerca di Google?Quando la nazione ci si ha “cagato” e ha scoperto che Fermo non è solo sostantivo,solo aggettivo,solo voce verbale,ma città?Quando siamo stati investiti dalla CRONACA.

screen1 .jpg

screen 2 .jpg

È ancora troppo presto da vedere ma immagino il picco proprio nel periodo odierno causato dalla notizia del ricovero per meningite di un fermano.Anche la PAURA vende.

Il mondo malato lo sa,

non vuole i FELICI e CONTENTI delle favole

raccontate ai bambini inconsciamente

per nascondere che:

LA TRISTEZZA VENDE

Copyright©2016 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.