Melegatti: campagna pubblicitaria suicida? Due episodi di Suicide Marketing


Fondata nel 1894 a Verona da Domenico Melegatti ottenne il brevetto per l’invenzione del Pandoro.

Melegatti

Il “caso Melegatti” ha fatto ormai il giro del web (se ne è occupata anche la pagina Facebook Marketing Ignorante da cui abbiamo tratto diversi spunti). Tra commozione, patriottismo e supporto, gli italiani hanno acquistato pandori dell’azienda Veronese per “salvarla” dalla crisi. Un gesto eroico di quelli strappalacrime ideali per un servizio di Studio Aperto. Tra i motivi che si celano dietro la profonda crisi del brand Melegatti c’è sicuramente un dato di fatto: il pessimo marketing.

Per darvi un’idea vi riportiamo 2 episodi di “suicide marketing”:

1. Tone of voice da pagina trash (all’interno della copy strategy di una campagna pubblicitaria, il tone of voice esprime il tono che si vuole dare alla comunicazione) . “Toppano” completamente un post venendo accusati di omofobia e si ritrovano costretti a scrivere un post di scuse, scaricando, tra l’altro, le responsabilità su un’agenzia marketing esterna. Il post recitava: “Ama il tuo prossimo come te stesso… basta che sia figo e dell’altro sesso!”

Ama il tuo prossimo come te stesso Melegatti

Nel post di scuse è apparso il commento di un certo Giorgio Serafini, che elogiava il brand perché aveva avuto il coraggio di ammettere i propri errori. Peccato che Giorgio Serafini fosse il direttore marketing di Melegatti, cioè colui che aveva la responsabilità del post in questione; un po’ come battersi il cinque da soli.

Scuse Melegatti

2. Nel 2015 stabiliscono una partnership con l’ influencer del nulla Valerio Scanu e parte la produzione e la commercializzazione dell’imperdibile “Pandoro Valerio Scanu Limited Edition”, che chiaramente è un fallimento su tutta la linea..

Pandoro Melegatti Valerio Scanu

Tra l’altro la scelta della frase nel primo caso e la scelta del testimonial del secondo caso sono in netto contrasto tra di loro,insomma una vera campagna suicidio!

Annunci

Ryanair: le recensioni ad 1 stella su 5 raggiungono un picco senza precedenti


Ryanair.jpg

Il popolo del low cost ha sentenziato con 34 mila recensioni ad una stella che stanno crescendo a dismisura e a livelli impressionanti. Un voto medio di 1,4 stelle non si era mai visto in una pagina da 2.433.746 like. Sta scoppiando una vera e propria bomba dentro la compagnia?Che diavolo sta succedendo? Migliaia di voli cancellati, con un totale di circa 400 mila passeggeri coinvolti. Certo che avvisare i passeggeri per email è davvero bizzarro visto che nel 2017 le e-mail non le leggono quasi nemmeno i professori universitari,figuratevi la gente comune.

Un caos senza precedenti nella storia dei voli civili. E l’immagine di Ryanair ne sta uscendo devastata proprio come un k.o. tecnico in un incontro di boxe.

Il titolo ha subito un crollo in borsa:

Ryanair in borsa.jpg

Nell’ultimo aggiornamento ufficiale Ryanair fa sapere:
Ryanair ha fornito un aggiornamento riguardante i progressi sul lavoro susseguenti la cancellazione di 2.100 dei suoi 103.000 voli per le prossime 6 settimane come segue:

  • Tutti i 315.000 clienti hanno ricevuto messaggi di posta elettronica lunedì 18, informandoli sulle loro modifiche di volo e offrendo voli alternativi, rimborsi e comunicazioni EU261. (La cifra è inferiore alla stima iniziale di 390.000, in quanto le prenotazioni in avanti nel mese di settembre erano del 90%, mentre ad Ottobre era del 70%)
  • A chiusura di mercoledì 20, Ryanair prevede di aver risposto ad oltre 175.000 clienti – oltre il 55% dei clienti interessati.
  • Dopo la chiusura di mercoledì 20, oltre 63.000 rimborsi di volo saranno trattati (oltre il 20% dei clienti interessati)
  • La compagnia aerea ha assunto personale addetto al servizio clienti per accelerare il ritardo delle richieste di cambiamento e rimborsi.
  • Ryanair prevede di elaborare oltre 300.000 rotte alternative o rimborso clienti (oltre il 95% dei clienti interessati) entro la fine di questa settimana – entro 6 giorni dalla notifica ai clienti della cancellazione dei voli.

Kenny Jacobs di Ryanair ha dichiarato:
“Ci scusiamo sinceramente a ciascuno dei 315.000 clienti i cui voli originali sono stati annullati per un periodo di 6 settimane in Settembre e Ottobre, mentre lavoriamo per risolvere questo problema nel più breve termine possibile.
Abbiamo aggiunto squadre addizionali per il servizio clienti per velocizzare il tasso di rimborso o proposte di voli alternativi. Ci aspettiamo che la maggior parte di questi ultimi sia completata entro la fine di questa settimana.
La grande maggioranza delle richieste viene affrontata in linea, ma i nostri call center e le linee di chat sono estremamente affollate, chiediamo ai clienti interessati di avere un po di pazienza, facciamo tutto il possibile per rispondere alle loro richieste e cercare di risolvere qualsiasi problema sia stato loro creato, per il quale ancora una volta ci scusiamo “

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.