“Non ci si”


non ci si

Non ci si guarda più negli occhi,

non ci si bacia più,

non ci si sussurra nell’orecchio,

non ci si abbraccia più.

Non ci si sente più,

non ci si capisce più,

non ci si accarezza col sorriso,

non ci si guarda più deciso.

Ci si sta insieme e ci si sente lontani,

ci si sente,come bambini senza mani.

Ci si sente,ci si sente,ma davvero ci si sente?

amore-abbraccio

(immagine presa da internet)

Annunci

In quelle notti prima dell’estate


In quelle notti prima dell’estate…

notte d'estate

In quelle notti prima dell’estate
senti il rombo dei tamburi,
si esercitano i guerrieri
pronti per sconfiggere i più duri,
il bomborobobombo,bomborobobombo
ti entra in testa
come lo scompiglio nel cervello il giorno dopo la festa.
Questi bomborobobombo sempre più forti,assordanti
proprio come quei guerrieri che non si rifiutano mai di andare avanti.
Eppure la notte sempre più buia inizia a calare,
il rumore al suon dei grilli sembra lasciare.
E poi boom,
all’improvviso un silenzio assordante.
Quello scandire di colpi d’orologio alla fine cessa,orologio
i tamburrini se ne sono andati dall’allenamento della sera stessa.
Il giorno ha lasciato spazio alla notte,
il rumore al silenzio
con quella continuità tipica dello sciogliere lo zucchero nell’assenzio.
E’ una di quelle notti:quelle notti prima dell’estate.

(Michele Paoletti)

assenzio