Rito per l’Amazzonia in sofferenza – Al Parco Alex Langer di Monte Urano


Alex Langer
Parco Fluviale Alex Langer di Monte Urano

Domenica 22 Settembre alle ore 15:30 presso il parco fluviale Alex Langer di Monte Urano incontro con Atucà Guaranì. Atucà, rappresenta le comunità indigene Xavante, Guaranì, Xucarramalho dell’Amazzonia e del Matogrosso. I Guaraní sono divisi in diversi sottogruppi tra Brasile, Bolivia, Paraguay e Argentina. Tutti condividono una credenza religiosa secondo la quale il valore della terra è posto sopra ogni cosa. È una persona semplice Atucà, “figlio della terra”, come ama ricordare. Nella selva tra Argentina, Bolivia e Paraguay ha vissuto la sua infanzia. La ricorda spensierata, curiosa, fino all’arrivo di garimperos (cercatori d’oro), latifondisti d’ogni tipo e mercenari, finanziati o assoldati da multinazionali per operare un vero e proprio massacro. La sua storia e quella del suo popolo è depositata lì. Sottolinea le problematiche reali del territorio, l’estinzione come atroce fenomeno di “morte lenta”, che ha ucciso pian piano. Racconta il “potere della violenza” e la macabra superiorità dell’economia globalizzata su un popolo che si è sempre comportato secondo una filosofia di vita pacifista e rispettosa dell’ambiente.

Evento organizzato dalle Associazioni (link evento FB) con il patrocinio del comune di Monte Urano:
Piccolo Grande AlberoUn punto MacrobioticoGaStorto, gruppo di acquisto solidale di Fermo

Rito per l'Amazzonia in sofferenza

Google Play Store

Copyright©2019 Seremailragno.com by Michele Paoletti – michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

25 Aprile al parco fluviale Alex Langer tra alcool e droga


Parco Fluviale Alex Langer Monte Urano

Il parco fluviale di Monte Urano è molto frequentato ogni anno sopratutto nei giorni del 25 Aprile e 1° Maggio dai teenager che si accampano in compagnia nei prati del parco. Nonostante i divieti emanati dal comune di portare alcolici e super alcolici come ogni anno tale divieto viene barbaramente infranto senza che venga effettuato alcun tipo di controllo da parte delle autorità competenti. Ma oltre all’alcool giravano sostante ancora più vietate come la cannabis che veniva arrotolata e fumata nella via sterrata costeggiante il fiume Tenna. Le ragazzine già alle ore 14:00 collassavano a terra in stato semi-cosciente abbattute dal peso dell’alcol etilico. In sostanza il rispetto per la natura ma sopratutto per se stessi e per gli altri cozza con l’aberrazione sociale adolescenziale esaltata dalla musica trap che ho sentito con rammarico riecheggiare tra la natura selvaggia. Ho visto il declino dei 2000 che mi guardavano con aria di sfida esclamando “questo è in borghese”. Avrei voluto scendere dalla bici e dare 4 “papagne” per svegliarli dal torpore della cannabis, ma questo è un compito che spetta ai loro genitori non a me, quindi ho tirato dritto per la mia strada scuotendo la testa a destra e sinistra. La festa della liberazione è stata confusa con quella della libertà anarchiga e se l’oppressione del regime fu un male dolente anche il mancato controllo sul libero arbitrio è altrettanto doloroso. Dagli estremi dell’estremismo dell’oppressione agli estremi del libero arbitrio fuori controllo. Si è perso per strada il rispetto, colpa molto spesso di falsi idoli che inneggiano alla droga, alla violenza e all’arroganza. La conclusione? La maleducazione può fare danni come l’oppressione sopratutto se viene fomentata da alcool e droga. E che la droga sia un problema sociale ne si ha conferma ogni giorno. Senza gli acquirenti non esisterebbero gli spacciatori, così dice la legge del mercato. Serve maggiore educazione al rispetto per gli altri e per se stessi ma sopratutto rigidi controlli durante tali manifestazioni che possono sfociare nel degrado.

Clicca qui per seguire l’edizione in Google News

Copyright©2018 Seremailragno.com by Michele Paoletti – michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.

È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.