La carta prepagata Tinaba


È arrivata la carta Tinaba, la carta contactless di Banca Profilo gestita da CartaSi. Con la seguente carta si può:

  • Fare semplici acquisti: in Italia e nel mondo,ovunque siano presenti i loghi Visa o Mastercard, ovvero in milioni di esercizi commerciali
  • Fare acquisti online: in modo sicuro e controllato si potrà acquistare nei vari e-commerce
  • Prelevare denaro contante: in Italia e all’estero presso tutti gli sportelli automatici ATM abilitati ai circuiti Visa e Mastercard.
  • Si possono fare acquisti contactless: grazie alla tecnologia contactless di cui è dotata la carta,si possono fare acquisti senza strisciarla in modo rapido e sicuro.Per importi inferiori a 25€ non è necessario digitare il codice PIN di 4 cifre

Come ricaricare la carta prepagata?:

  • La carta si può ricaricare esclusivamente dal tuo profilo Tinaba dell’app.
  • Si può caricare al massimo 2500€ nell’arco dei 365 giorni per via delle normative antiriciclaggio e un minimo di 0,01€ 
  • Non si possono caricare sulla carta contemporaneamente più di 1000€

Come usare la carta?:

  • Puoi usare la carta per fare acquisti ovunque vi siano i marchi CartaSi,Mastercard o Visa.
  • Firma la carta sul retro
  • Digita il codice PIN di 4 cifre sul terminale POS per effettuare i pagamenti oppure usa la tecnologia contactless

Condizioni economiche:

  • Quota di rilascio: 0,00 euro
  • La carta ha durata un anno
  • Canone annuale massimo (escluso il 1° anno): 0,00 euro
  • Disponibilità massima della carta (inteso come l’importo massimo
    spendibile determinato dalla somma complessiva delle ricariche contemporaneamente
    effettuabili): euro 12.500,00
  • Operazione di ricarica effettuata tramite App/Wallet
    Tinaba: 0,00 euro 
  • Commissioni massime per il servizio di prelievo contante*:
    • Operazione di prelievo contante effettuata presso gli sportelli della Banca
    non prevista
    •  Per ogni operazione di prelievo contante effettuata presso gli
    sportelli di tutte le Banche, in Italia e all’estero (area Euro): 2,00 euro
    •  Per ogni operazione di prelievo contante effettuata presso gli
    sportelli di tutte le Banche all’estero (area extra Euro): 4,00 euro

*Per le carte aderenti al circuito MasterCard le operazioni di prelievo contante
sono effettuabili solo presso gli sportelli delle banche comprese nell’area Euro
EU28 (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia,
Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Lettonia, Lituania,
Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia,
Spagna, Svezia, Regno Unito).
Per maggiori informazioni sulle commissioni del servizio rivolgersi a CartaSi. In
caso di operazioni di prelievo contante, la Banca proprietaria degli ATM può addebitare
un’ulteriore commissione per l’uso dell’ATM. Tale commissione viene evidenziata
dall’ATM prima di procedere all’esecuzione dell’operazione di prelievo
contante.

Rischi:

  • Variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (commissioni
    e spese del servizio) ove previsto.
  • Utilizzo fraudolento da parte di terzi della carta e del PIN nel caso di smarrimento
    e sottrazione, con conseguente possibilità di utilizzo da parte di
    soggetti non legittimati. Pertanto l’Utilizzatore deve prestare la massima
    attenzione nella custodia della carta e del PIN, nonché la massima riservatezza
    nell’utilizzo degli stessi.
  •  Utilizzo della carta sui siti internet privi dei protocolli di sicurezza.
  • Variazione del tasso di cambio nel caso di utilizzi in valuta diversa dall’Euro.
  • Mancato accredito in caso di comunicazione di IBAN errato per i bonifici
    disposti dall’Utilizzatore al fine di ricaricare la carta o, in sede di recesso,
    per l’accredito del saldo residuo

Bonus di 5€ se porti un amico in Tinaba (da spendere entro 180 giorni,non utilizzabile nei distributori Api/Ip):

Tinaba Bonus

Se vuoi ottenere il bonus clicca qui e leggi l’articolo precedente.

Ulteriori info: CartaSi

Da pochi giorni è iniziata la pubblicità in televisione e l’interesse è schizzato alle stelle.

Tinaba interesse

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

Video Presentazione: seremailragno.com


Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Chi ha il maggior fatturato nel territorio Fermano?


Vi siete mai chiesti quali sono le aziende del fermano ad avere il maggior fatturato in assoluto nel nostro territorio??Se non ve lo siete mai chiesti vi diamo noi la risposta.Troverete soluzioni ad alcuni dubbi riguardanti il mercato.

“Se conosci il nemico e te stesso, la tua vittoria è sicura. Se conosci te stesso ma non il nemico, le tue probabilità di vincere o perdere sono uguali. Se non conosci il nemico e nemmeno te stesso, soccomberai in ogni battaglia.” 

cit. Sun Tzu,l’arte della guerra

Utilizzando strumenti di domino pubblico si può controllare per regione,provincia e anno il fatturato delle varie aziende italiane. Personalizzando la ricerca nella Provincia di Fermo (quella che esiste e non esiste come il gatto di Schrodinger) in riferimento all’anno 2016 otteniamo il seguente risultato:

I più ricchi del fermano

Artisans Shoes s.r.l.,il produttore calzaturiero di Montegranaro è una società controllata da PRADA Industrial S.p.A. che fa parte di un gruppo di imprese facenti capo alla finanziaria PRADA Holding Bv. Tale gruppo è attivo nel settore della produzione e commercializzazione di prodotti di lusso. In particolare, ARTISAN è preposta alla produzione di scarpe.
Nel 2000, il gruppo di imprese controllate da PRADA ha realizzato, a livello mondiale, un fatturato complessivo di circa 3.250 miliardi di lire, di cui circa 1.420 miliardi di lire nell’ Unione Europea e circa 743 miliardi di lire in Italia. Sul mercato considerato operano concorrenti qualificati come:

  • Bally
  • Ferragamo
  • Gucci
  • Church
  • J.P. Tod’s

che detengono quote comprese tra il 5% ed il 25%.

Concerie Santa Croce .jpgPoi abbiamo colui che cercò di sfruttare i cavilli burocratici per combattere la concorrenza sorta proprio accanto ai suoi stabilimenti produttivi a Casette D’Ete,un certo Diego Della Valle a cui la DEL.COM fa capo mediante la sua holding Tod’s S.p.a.Il buon Diego aveva visto lungo sulla Fiorentina Calcio e all’apice della produzione calzaturiera (quando le fabbriche sparavano le ultime cartucce a pieno regime con straordinari,nero e mila lire nazionali) decise di fare l’acquisto nel lontano ma non troppo 2002.Ma perché la Fiorentina?Un caso fortuito?Ma assolutamente no!Una strategia commerciale di ampia visione finalizzata ad allacciare rapporti con il territorio toscano!È proprio in Toscana ed in particolare a S.Croce sull’Arno che si concentrano il maggior numero di concerie a livello nazionale.Il buon Diego aveva compreso una cosa banale: per fare molte scarpe occorre molta pelle.Aveva anche compreso come conquistare popolo,politica e fama: il calcio.

Fiorentina Calcio Spese.jpgInsomma Diego e Andrea avevano capito veramente il funzionamento del sistema e decisero di puntare sulla “fede pallonara” per ampliare il loro sviluppo economico con pubblicità e pubbliche relazioni. L’intera questione potrebbe essere interamente inglobata sotto la voce spese pubblicitarie.Una strategia di successo, una visione chiara e un solo obiettivo: conquistare le concerie. Ma attenzione,l’acquisto della società di calcio non aveva lo scopo(a mio avviso) di fare soldi,ma pubblicità.Altrimenti non si spiegherebbe il senso di tenere una società che in 13 anni ha mangiato più milioni che altro.Secondo uno studio effettuato da CalcioeFinanza.it, dal 2002 al 2015 i soldi spesi nella Fiorentina Calcio sono stati pari a 221 milioni di euro (solo quelli spesi direttamente e altri 50 come finanziamenti), a fronte di un risultato netto complessivo di -149,4 milioni: parliamo in media di investimenti per 15,8 milioni e una perdita di 10,6 milioni l’anno. Per la cronaca il 2016 si è chiuso “meglio” con una perdita di soli 2,7 milioni di euro. Chi e per quale motivo vorrebbe avere una società che ogni anno perde milioni e milioni di euro??Le società di calcio salvo rare eccezioni sono dei buchi neri la cui materia risucchiata è il denaro. Lo scopo della società di calcio è da un lato quello di fungere da vetrina dall’altro potete immaginarlo voi (vi suggerisco la parola riciclaggio di denaro ma è solo un suggerimento non l’ho detta).

Holding Tod's s.p.a..jpg

Fatturato Sigma.jpgAl seguito si posiziona la Sigma s.p.a. e qui le scarpe non c’entrano nulla per fortuna della diversificazione di produzione si tratta di un settore altamente tecnologico con fatturato in continua crescita. Azienda leader nella progettazione (hardware, software e meccanica), produzione ed assistenza tecnica (installazione e manutenzione) di apparati automatici e self-service.Solamente quarta a livello nazionale per quanto riguarda il settore(in termini di fatturato),dopo Lenovo,Capgemini e Octotelematics.

Torniamo ora all’Artisans Shoes s.r.l. :

Fatturato Artisan Shoes.jpg

Patrizio Bertelli (Arezzo, 6 aprile 1946) è l’amministratore delegato del gruppo Prada, e marito della stilista Miuccia Prada. Nel 2014 è stato, secondo Forbes, il 9° uomo più ricco d’Italia e il 405° al mondo. L’azienda con denominazione Fratelli Prada fu fondata per la prima volta nel 1913 da Mario Prada con l’apertura del primo negozio di pelletteria a Milano specializzato nella produzione e vendita di articoli da viaggio come bauli,borse,beauty case,ombrelli,gioielli.I prodotti ebbero successo ed entrarono nel mondo dell’alta borghesia.Il lancio di Prada a livello internazionale che ha trasformato l’azienda in un gruppo mondiale del lusso tra i più famosi in concorrenza a marchi come Louis Vuitton e Gucci. Nel 1978 la gestione passa alla nipote del fondatore Miuccia Prada Bianchi. Miuccia in società con il marito Patrizio Bertelli innovarono linee e marchio. È nel 1983 che la produzione si estende alle calzature. All’inizio del 1994 il marchio di notorietà internazionale fatturava 210 milioni di $. Nel 1996 venne fondata l’holding Prada BV contenente 8 stabilimenti di produzione,1200 dipendenti diretti,300 aziende di fornitura,60 negozi di proprietà,17 in franchising, 118 corner in grandi magazzini.Mentre all’epoca la gran parte della manodopera era tutta italiana,la forte espansione spinse l’azienda a delocalizzare nei paesi asiatici dove vi era manodopera a basso costo. Si susseguono una serie di acquisizioni di notevole importanza e nel 2011 diventa la prima azienda italiana ad essere quotata alla borsa di Hong Kong. Nello stesso anno il fatturato arriva a 2,5 miliardi di €. Con 75 nuove aperture nel 2011 il gruppo ha iniziato a contare 388 punti vendita monomarca, 30 negozi in franchising,rafforzando l’apparato produttivo con 10 stabilimenti in Italia:

  • Arezzo,Scandicci e Piancastagnaio, in provincia di Siena per quanto riguarda la pelletteria
  • Civitanova Marche
  • Dolo
  • Montevarchi in provincia di Arezzo (calzature)
  • Montegranaro in provincia di Fermo (calzature)
  • Montone e Torgiano in provincia di Perugia(abbigliamento e maglieria)
  • In Gran Bretagna per calzature Church

e una rete di 480 aziende di fornitura che realizzano l’80% dei prodotti del gruppo sia in Italia che all’estero:

  • Cina(calzature)
  • Romania(abbigliamento)
  • Turchia(borse)
  • Vietnam(scarpe sportive)

Prada controlla 4 marchi:

  • Prada
  • Miu Miu
  • Church
  • Car Shoe

È presente in 70 paesi con 7855 addetti diretti di cui 3514 in Italia.

Ora però il colpo di scena,volevamo farvi la sorpresa!In effetti in prima posizione con un fatturato da record e con un distacco eclatante ecco il signore dei signori,il vincitore dei vincitori mister Enrico Bracalente con la B.A.G. S.P.A. a cui fa capo il marchio NeroGiardini:

Nero Giardini

Come per le altre aziende calzaturiere il 2011 è stato l’anno del contraccolpo,ma già nel 2014 l’azienda ha stabilizzato nuovamente il fatturato. Monte San Pietrangeli si aggiudica così il premio dell’azienda più prolifica del territorio strappando lo scettro a Montegranaro!Il segreto dell’azienda: puntare su sviluppo,tecnologia,logistica e una strategia ben chiara sul lungo periodo come si è visto con l’acquisto dell‘ex Sadam e un piano d’investimento da 40.000.0000€ nel territorio fermano.

APPROFONDIMENTI LIBRO: Contraffazione e cambiamento economico: Marche, imprese, consumatori

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Social media marketing


Ricordati di abilitare l’opzione HD in basso a destra..

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Nella cripta della cattedrale dell’Assunta di Fermo


Sposalizio della vergine di Ubaldo Ricci.jpg

Siamo nella cripta duecentesca della Cattedrale dell’Assunta di Fermo aperta al pubblico solo due volte l’anno. Entrando, sulla destra troviamo la tela Sposalizio della Vergine di fine diciassettesimo secolo attribuita al pittore Ubaldo Ricci (1669 – 1732), per la distribuzione dei panneggi elaborati, dipinti con impasti corposi che non rinunciano ad effetti di trasparenza. Le architetture del fondo e il velario sulla destra, di forte sapore classico, si accompagnano a una parca di cherubini circonfusa da una trasparente raggiera. Sulla base delle informazioni di Trebbi e Filoni-Guerrieri, il Crocetti propone per questo notevole dipinto una cronologia prossima al 1698 che può essere accolta sebbene non si possa escludere una datazione più ampia che si estenda all’intero decennio precedente. Ubaldo Ricci è stato un esponente di una prolifica dinastia di artisti attivi a Fermo per quasi due secoli al servizio della piccola nobiltà locale e di committenti in prevalenza ecclesiastici. Figlio del pittore Alessandro, Ubaldo si formò a Roma dove ebbe modo di studiare le opere del Baccino, di Pietro da Cortona e Carlo Maratti. Tornato nella città di origine si pose a capo di una bottega molto attiva che gestì in stretta collaborazione con il fratello Natale,diffondendo tra Marche e Abruzzo una pittura eclettica e di facile impronta devozionale.

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Lido di Fermo


 

Lido di Fermo
Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Romanticismo 2.0.


Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Un pensiero non può essere fake


Qual’è la differenza tra pensiero (articolo di un blog) e realtà dei fatti (articolo di giornale)??

Il pensiero rappresenta ciò che l’individuo pensa in un determinato momento riguardo una persona e/o un gruppo di persone secondo il proprio ragionamento semi-razionale basato su eventi accaduti e/o di cui è venuto a conoscenza.Non essendo basato su fatti concreti,tangibili,comprovati, un pensiero rimane tale nella sua forma semi-astratta e può essere chiaramente attaccato da chiunque.Ci saranno alcuni d’accordo con il tuo pensiero altri in forte disaccordo,ad altri non fotterà invece proprio nulla.Io stesso spesso sono in forte disaccordo con i miei pensieri di me insieme a una bella gnocca,perché non corrisponde alla realtà dei fatti.Il mio pensiero in quel caso è fuorviante poiché si distacca dal reale per abbracciare un mondo fantasioso,quello dei desideri. Un pensiero diventa plausibile quando il discorso nella narrazione fila verso un “concretismo” più probabile ma di cui non è possibile dare certezze. Siamo nel mondo dello stocastico e della probabilità.

Un fatto realmente accaduto va invece dimostrato con prove a carico che ne determinano la veridicità.Questo significa che ogni testata giornalistica cartacea o online, deve avere le prove (ovvero fonti attendibili) per poter dimostrare qualora venga richiesto nelle sedi opportune ciò che ha espresso. In questo caso la deduzione dovrebbe mettere d’accordo quasi tutti nel definire se un comportamento oggettivo sia giusto o sbagliato secondo il metro di giudizio che però è soggettivo.Siamo nel mondo del determinismo,della certezza di un fatto (che poi questo in molti casi non avvenga è un altro discorso) che si incrocia con quello stocastico a causa dell’incertezza dovuta al nostro giudizio.

Ora un giornalista può passare dal mondo del pensiero al mondo del realmente accaduto purché definisca bene i confini tra realtà e opinione. Un giornalista di alto livello è secondo me colui che riesce a mettere i paletti tra i due mondi quando immette nel canale l’informazione.

Un blogger o meglio un libero pensatore non può dare la notizia ufficiale in quanto non abilitato a farlo. Può dare la notizie ufficiosa quando questa sia comprovata da link contenenti fonti attendibili o può esprimere il proprio pensiero.

Ora chiarito quanto detto sopra,che mi si venga a dire che un pensiero è “fake” lo trovo abbastanza fuori tema perché la notizia spacciata per ufficiale ovvero la narrazione imparziale di un fatto realmente accaduto si può definire “fake” se non si basa su qualcosa di realmente successo ma spacciato per tale, ma un mio pensiero rielaborato e messo in ordine esprimendo i miei dubbi e le mie perplessità su una pagina web non si può definire tale o meglio la parola non si accosta al concetto del termine. Siamo responsabili della realtà ufficiale dei fatti ma non possiamo essere responsabili dei nostri pensieri ordinati e rielaborati proprio perché la rielaborazione di un pensiero non attinge dalle fonti attendibili o attinge da fonti attendibili ma rimane comunque una notizia ufficiosa.

Potete dirmi:<>,ma questo sarebbe lapalissiano visto che molti pensieri sono in gran parte non attendibili.

Potete dirmi:<>, e va benissimo ed è comprensibilissimo visto che il pensiero è strettamente personale e molto spesso cucito su misura delle proprie esperienze.

Quando mi dite:<<È un fake>>,pur accettandolo non condivido il vostro pensiero poiché decade nel mondo illogico.

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Margoloh-Ologramma 3D Autocostruito


Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

300 Castagne-La battaglia de Smerillu


Ogni anno va in scena una “battaglia” a distanza a colpi di incassi. La castagnata di Smerillo nota per importanza storica e rimembrata da tutti si svolge sempre nello stesso periodo della castagnata monturanese e questo genera fervore nei preparativi,alla ricerca della perfezione dei pasti sfruttando tutta l’esperienza dei master artigiani con lo scopo di accaparrarsi quante più persone possibili nonché sponsor nel proprio paese tradizionalista,fortemente patriottico,superstizioso ma al contempo credente.Il festaiolo non percepisce alcun compenso economico,perché il vero compenso è la gloria di vedere il compiacimento dei propri compaesani.Ho voluto doppiare questa scena per dare la voce al Leonida de Mondurà pronto a lottare contro il capo comitato de Smerillu fino all’ultimo scontro.Il fine,senza offesa per nessuno,è per ricordare in maniera simpatica che ogni anno lo scontro si ripete con un solo vincitore: LA TRADIZIONE MARCHIGIANA.

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.