T di Student-Introduzione ai test statistici


Tutti i test statistici di significatività assumono inizialmente la cosiddetta ipotesi zero, anche chiamata ipotesi nulla. Quando si effettua il confronto fra due o più gruppi di dati (campioni), l’ipotesi zero prevede sempre che non esista alcuna differenza tra i gruppi riguardo al parametro considerato. Quindi se l’ipotesi nulla è valida, i campioni vengono dalla stessa popolazione e le eventuali differenze osservate nei campioni (il parametro considerato) vanno attribuite al solo caso. Una decisione di respingere l’ipotesi nulla (presa sulla base del test statistico) è probabilmente giusta, ma potrebbe anche essere errata. La probabilità di commettere questo errore si chiama livello di significatività del test. Il livello di significatività di un test può essere scelto a piacere dallo sperimentatore. Questa probabilità, chiamata anche valore P, di solito viene fissata ai valori tipi di 0.05 (5%) o di 0.01 (1%). Ricordiamo quindi che questa probabilità rappresenta una stima quantitativa della probabilità che le differenze osservate siano dovute al caso. Gli statistici definiscono questo concetto in un modo più preciso dicendo:

il valore P è la probabilità di ottenere un risultato altrettanto estremo o più estremo di quello osservato se la diversità è interamente dovuta alla sola variabilità campionaria, assumendo quindi che l’ipotesi iniziale nulla sia vera.

FONTE:fonte del testo

CONTINUA

 

Annunci