Macerata Posse – I Vincisgrassi


I Vincisgrassi sono un gruppo musicale di Macerata di genere pop-demenziale in dialetto marchigiano. Il gruppo, fondato nel 1993 da Maurizio Serafini, Paolo Mencoboni e Luciano Monceri, prende il nome da un tipico piatto marchigiano simile alle lasagne al forno. Testi e melodie delle canzoni si avvicinano allo stile di Elio e le storie tese. I testi, a volte puramente demenziali, in alcuni casi trattano problematiche della realtà di provincia dimostrando come I Vincisgrassi siano acuti osservatori, taglienti e spietati stornellatori e soprattutto profondi conoscitori e studiosi del tessuto sociale. Due delle canzoni più note sono “Macerata Posse” e “Cossè vene da fora” in cui il gruppo espone, nella prima, una critica alla propria città e, nella seconda, tratta della città marinara di Civitanova e della sua problematica della prostituzione.

Nel 2006 il gruppo ha visto il distacco di Paolo Mencoboni, tastierista e voce. Questi è stato rimpiazzato da Roberto Marcucci, con il quale poi l’inseparabile duo Serafini-Monceri ha realizzato l’album Marducati. Dal tour 2007 si è avvicendato al posto di tastierista Simone Cicconi. Negli spettacoli dal vivo, hanno unito la musica al cabaret ideando il Mario e Neno osceno show. Lungo l’estate 2008 hanno messo in scena attraverso la provincia di Macerata il Che cappella Dour/tour.

MACERATA POSSE

Macerata, Macerata, ogni passo una cacata e se ‘ncontri un ca’ pe’ strada, quasci che te piscia addossu, perché non ji datu l’ossu. “Ma perché non je li datu?” Perché quissu c’ha la rogna,c’ha la rogna su le ma’. Te se pole anche ‘ttaccà. Pussa via bruttu marguttu mamma mia quanto scì bruttu. Sarai vellu tu,ch’i magnato fino a ieri. “Ho magnato un po’ de struttu l’ho magnato co’ lo pa’, te potessi anche strozzà!!

Macerata, Macerata posse, posse pijatte ‘n gorbu, un gorbu che te spacca

Macerata, Macerata, quattro ca’ e ‘na coata e de quissi quattro ca’, cinque adè democristià
Tutti preti e pretaroli, simo ‘rmasti noandri soli co’ la vojia de cantà co’ la vocca spalancata
Qui non succede niente, ve pijesse ‘n’accidente medicazzi e avvocati, jete a mori ‘mmazzati.

Macerata, Macerata posse, posse pijatte ‘n gorbu, un gorbu che te spacca

Macerata, Macerata, ogni fica è mpomatata e se tu la vai a toccà te ce ‘rmane su le ma’
Tre centimetri de stuccu che te pare un barbatruccu vanne cocca a rimedià, co’ li fiji de papà. Quilli scì c’adè carini, non je manga li quatrini ma je manca lu cervellu, non sia mai, anche lu cellu. Quissi c’ha la mizzubisci, lo profumo tropicale e se veste da Missoni, ma je manga li cojoni.

Macerata, Macerata posse, posse pijatte ‘n gorbu, un gorbu che te spacca

Macerata, Macerata, magna sembre l’ insalata e risparmia li quatrì, poi li spenne pe’ vestì
Ce se ‘rveste solo fori, ‘l’apparenza più signori ma cend’anni a lu camì, tu si sembre un contadì. Basta come documenti li tre quattro appartamenti che si ffatto pe’ li fiji, lu podere e li conigli. Ch’ atra cosa da spappà, vo’ sapè la verità nonostante li quatrì, tu si sembre un contadì. 

Macerata, Macerata posse, posse pijatte ‘n gorbu, un gorbu che te spacca

Macerata, Macerata, vella jende che ce stà ci stà quilli criticò che te ‘llatta li cojò
E se proi a fa checcosa, te ce gufa pure sopra all’occasioni più ‘mportanti quissi stà sembre davanti. Non se sa che ce stà a fa, basta solo che ce sta, non je ‘mporta se è ‘na lagna, l’importante è che se magna. Quissi adè l’intellettuali che se rtroa ne li locali là non magna e mango ve’, ma ai patrò je sta anche vè. Perché adè tutti una razza, e quissi chi li ‘mmazza e ce vene da penzà: “Jete tutti a fadigà!!”

Macerata, Macerata posse, posse pijatte ‘n gorbu, un gorbu che te spacca  

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

Mine, mica li cazzi


Ispirato al trailer di Mine il film è uscita la parodia: Mine…mica li cazzi.

Visita la pagina ufficiale Facebook della Pa.St. Entertainment

past.jpg

Mine è un film del 2016 scritto e diretto da due registi italiani Fabio Guaglione e Fabio Resinaro, accreditati come Fabio&Fabio, con protagonista l’attore statunitense Armie Hammer, distribuito da Eagle Pictures.Questo è il trailer ufficiale:

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Grande debutto al cinema per CSI MUNDURÀ


Pa.St. Entertainment.jpg

È stato un grande successo il film della Pa.St. Entertainment ambientato a Monte Urano (nelle Marche) proiettato al cinema per la prima volta in digitale con il tanto atteso proiettore fornito da Giometti. L’affluenza della prima serata del Venerdì è stata di circa 274 persone che hanno riempito il Cineteatro Arlecchino. Anche la seconda serata di Sabato 28/11/2014 è stata da tutto esaurito e gli introiti (circa 2000€ tolte le spese della proiezione) sono stati destinati alla Lega del Filo d’oro di Osimo e alla Crisalide Onlus.

La Pa.St. Entertainment sostiene la Lega del Filo D'oro.jpg
Dal Corriere Adriatico

Davvero un ottimo risultato, considerando inoltre che il film non è stato pensato per il grande schermo ed è nato per divertimento, da un misto di passione e voglia di mettersi in gioco, dalla necessità di un gruppo di amici di ritrovarsi tutti insieme per creare qualcosa di originale, ma come fondamento il divertimento; forse è stato questo lo spirito giusto, come in qualsiasi ramo della vita reale, un tocco di originalità, l’amicizia, l’unità e come non ultimo anche l’obiettivo, cioè devolvere il ricavato in beneficenza. Inoltre credo anche nell’importanza di porre l’attenzione sul proprio territorio e di coglierne i vari aspetti, di cercare di valorizzare la propria terra natia. Sono questi, tutti ingredienti importanti per la buona riuscita del proprio sogno nel cassetto.

csi mundurà scena del crimine.jpg
Ricostruzione della scena del crimine nel cineteatro Arlecchino
WP_20141127_20_31_09_Pro
Palco del cinema
csi
Locandina del film

Un ringraziamento particolare a tutti coloro che hanno partecipato, condiviso e apprezzato la produzione, compresi gli sponsor:sponsor

Questa presentazione richiede JavaScript.

Su Youtube potete trovare il film completo, buona visione.

Clicca qui per seguire l’edizione in Google News

Copyright©2014 https://seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.