Domenica 14 Ottobre: Numana bike travel 114 km alla scoperta delle Marche


 

Monte Urano - Numana Bike Gravel

Clicca qui per seguire l’edizione in Google News  Google News

Copyright©2018 https://seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Annunci

La prima Bike Night nelle Marche [video]


“Sono le 5 del mattino e in un’Ascoli deserta fioccano baci: «Non mi capita mai di baciarla», scherza, «Io sono già contento così». Quali sono le cose che non ti capita mai di fare? È la domanda che ci portiamo dietro ogni estate da cinque anni, e proviamo a pedalare di notte per trovare la risposta. Non ci era mai capitato, per esempio, di portare la Bike Night nelle Marche, e siamo stati sorpresi anche noi, come voi che ve la siete fatta in bici: non c’è un chilometro uguale all’altro, si sale, si scende, c’è il mare, c’è il travertino, ci sono le palme e le piazze, ci sono appassionati di ciclismo che decidono di giocare insieme a noi e appassionati di storie nuove prima ancora che di bici che si uniscono dalle altre regioni. Eravate in 100 a far capitare una cosa mai accaduta prima: padre e figlio in tandem, la squadra del negozio di bici, il gruppo della palestra, gli amici da Bologna o Como, giornalisti, ex corridori, fotografe, professori universitari… E mentre qualcuno imprecava per la salita di Offida, o per i km che sembravano infiniti come il buio, c’era tutta una regione che intanto andava avanti insieme a voi. L’odore del forno in piazza del Popolo a Fermo, i ragazzi del bar a Offida che gridavano increduli al vostro passaggio, la barista Romina e le paste con la crema cotta appena sfornate a Colli del Tronto alle 5 del mattino, i corridori delle 6 al parco della Sentina. E intanto voi ce la stavate facendo, ad arrivare a San Benedetto del Tronto, sul lungomare, dove non si vince niente, se non una tazzina di caffè, un altro bacio, il gusto di dire “te l’avevo detto che la finivo” all’amico. Era la nostra prima Bike Night nelle Marche e siamo stati con occhi e cuore spalancati fino alla fine: grazie a chi ha creduto, a chi è arrivato dal resto d’Italia e magari una Bike Night l’aveva già fatta, a chi l’ha scoperta proprio questa notte, a chi tornerà. Noi, torneremo, perché ci piace “farcela”, scoprire, incontrare, farvi andare in giro a orari impensabili, uscire dalle città in bici, far capitare le cose. Tipo baciarci all’alba, arrivare ultimi, pedalare di notte”

Production Witoor.com

 

Gravel bike: la bici ideale per gli amanti del cicloturismo


Cos’è il Gravel?

Una delle novità che si sta diffondendo sempre di più in Italia (sopratutto al Nord, mentre al centro-Sud siamo ancora agli albori) riguarda le gravel bike, biciclette con uno stile da corsa pensate però per affrontare il misto: strade bianche, sentieri battuti e sterrati, luoghi finora resi accessibili soltanto dalle mtb. La bici gravel nasce come ibrido per affrontare qualsiasi terreno non eccessivamente estremo da richiedere gli ammortizzatori. Perfetta ad esempio per le zone collinari, come nella nostra regione Marche, dove sono presenti molti sentieri semisconosciuti da scoprire.

Gravel Bike

Il termine inglese “Gravel” significa proprio “ghiaia”, ad indicare la versatilità della bici in grado di percorrere non solo le strade normali ma anche i sentieri ghiaiosi e disconnessi. La bici gravel permette quindi di raggiungere velocità molto elevate anche su terreni non asfaltati grazie al pneumatico maggiorato rispetto la bici da corsa ma più stretto rispetto alla mtb. La bici gravel è perfetta per il cicloturismo in quanto permette di macinare molti chilometri ed essere accessoriata a piacere per lunghe percorrenze. È perfetta per colui che ama scoprire nuovi paesaggi, monumenti, chiese e posti sconosciuti che la velocità dell’auto non permette di apprezzare. Il gravel possiamo dire che è lo stile di vita di colui che ama la bici, la natura, la lentezza e la libertà.

Diffusione nelle regioni italiane

Le regioni in cui al momento il Gravel è più diffuso sono in ordine decrescente:

  1. Veneto
  2. Emilia Romagna
  3. Friuli
  4. Trentino
  5. Lombardia
  6. Marche
  7. Umbria
  8. Piemonte
  9. Toscana
  10. Liguria

Clicca qui per seguire l’edizione in Google News

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.