Domenica 14 Ottobre: Numana bike travel 114 km alla scoperta delle Marche


 

Monte Urano - Numana Bike Gravel

Clicca qui per seguire l’edizione in Google News  Google News

Copyright©2018 https://seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Annunci

La prima Bike Night nelle Marche [video]


“Sono le 5 del mattino e in un’Ascoli deserta fioccano baci: «Non mi capita mai di baciarla», scherza, «Io sono già contento così». Quali sono le cose che non ti capita mai di fare? È la domanda che ci portiamo dietro ogni estate da cinque anni, e proviamo a pedalare di notte per trovare la risposta. Non ci era mai capitato, per esempio, di portare la Bike Night nelle Marche, e siamo stati sorpresi anche noi, come voi che ve la siete fatta in bici: non c’è un chilometro uguale all’altro, si sale, si scende, c’è il mare, c’è il travertino, ci sono le palme e le piazze, ci sono appassionati di ciclismo che decidono di giocare insieme a noi e appassionati di storie nuove prima ancora che di bici che si uniscono dalle altre regioni. Eravate in 100 a far capitare una cosa mai accaduta prima: padre e figlio in tandem, la squadra del negozio di bici, il gruppo della palestra, gli amici da Bologna o Como, giornalisti, ex corridori, fotografe, professori universitari… E mentre qualcuno imprecava per la salita di Offida, o per i km che sembravano infiniti come il buio, c’era tutta una regione che intanto andava avanti insieme a voi. L’odore del forno in piazza del Popolo a Fermo, i ragazzi del bar a Offida che gridavano increduli al vostro passaggio, la barista Romina e le paste con la crema cotta appena sfornate a Colli del Tronto alle 5 del mattino, i corridori delle 6 al parco della Sentina. E intanto voi ce la stavate facendo, ad arrivare a San Benedetto del Tronto, sul lungomare, dove non si vince niente, se non una tazzina di caffè, un altro bacio, il gusto di dire “te l’avevo detto che la finivo” all’amico. Era la nostra prima Bike Night nelle Marche e siamo stati con occhi e cuore spalancati fino alla fine: grazie a chi ha creduto, a chi è arrivato dal resto d’Italia e magari una Bike Night l’aveva già fatta, a chi l’ha scoperta proprio questa notte, a chi tornerà. Noi, torneremo, perché ci piace “farcela”, scoprire, incontrare, farvi andare in giro a orari impensabili, uscire dalle città in bici, far capitare le cose. Tipo baciarci all’alba, arrivare ultimi, pedalare di notte”

Production Witoor.com

 

È iniziata l’Italy Divide 2018: la sfida più dura d’Europa


 

L’Italy Divide è una manifestazione sportiva adventure unsupported (cioè un’avventura senza alcun tipo di supporto da parte dell’Organizzazione) in cui, per la prima volta, bikepackers* e ultrarunners affrontano insieme una sfida veramente epica in sella alla loro mtb:

900 km (922 km per la precisione), 25.000 mt di dislivello e solo una traccia GPS da dover seguire

I Divide sono eventi di ciclismo al limite tra il cicloturismo, l’avventura e l’ultracycling, nate negli Stati Uniti ed importate in Italia da pochi anni (ecco perché quasi nessuno ne parla). Si tratta di manifestazioni e competizioni dall’elevato chilometraggio, con percorsi che mescolano in proporzione variabile asfalto, strade bianche e sterrato da mtb. L’impegno fisico è notevole, per via delle lunghe ore passate in sella, dei dislivelli molto importanti e del fatto che si debba passare almeno una notte fuori. Spesso si sente parlare delle Divide e dei Trail come di ultramarathon o di randonneé, anche se si tratta di eventi con caratteristiche peculiari ben precise.

Italy Divide 2018.jpg

È partita ieri 25 Aprile da Roma l’Italy Divide 2018, ai piedi del Colosseo, il cui traguardo sarà l’arrivo a Torbole sul lago di Garda percorrendo l’antica via Francigena attraversando il Lazio e fiancheggiando il lago di Bolsena fino ad arrivare in Toscana. A Firenze li aspetterà l’antica Via degli Dei che valica gli Appennini fino a Bologna. Da Bologna attraverseranno tutta la pianura Padana fino a Mantova, raggiungendo Verona e iniziando l’ascesa della Lessinia. L’ultima fatica porterà gli atleti sul Monte Baldo, prima della splendida discesa per arrivare all’arrivo nella città di Torbole.

Italy Divide finish.jpg

Un percorso che puoi seguire in diretta live.

*Per definizione il bikepacking è un viaggio di almeno due giorni consecutivi effettuato in bicicletta che prevede l’utilizzo di borse con viveri per la sopravvivenza da applicare al telaio della bicicletta.

Approfondimenti: italydivide.it

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.