fbpx

Parco Fluviale Alex Langer di Monte Urano: tempo di manutenzione

Parco Fluviale Alex Langer di Monte Urano: tempo di manutenzione

Domenica 24 Maggio 2020 – Quello dei parchi pubblici è un problema culturale tutto italiano. Purtroppo manca l’insegnamento del rispetto per la natura, per il bene pubblico, per i posteri. Servirebbero piani di manutenzione, piani di piantumazione ed investimenti mirati al mantenimento ottimale del parco. Non credo che il politico Alex Langer, tra i fondatori del partito dei Verdi italiani, sarebbe contento se nell’aldilà potesse vedere le condizioni in cui si trova il parco monturanese a lui dedicato. Manca quanto di necessario per rendere onore al termine parco pubblico.

Aggiornamento di Domenica 2 Agosto – Un ringraziamento all’amministrazione e/o a chi si occupa di lavori pubblici che forse ha letto il nostro blog ed in poco tempo ha sostituito le vecchie panchine.

Però ancora c’è molto da fare:

1) Adesso bisogna cambiare i vecchi cestini scassati con quelli nuovi che supportano la raccolta differenziata. Bisogna migliorare il conferimento dei rifiuti anche da parte dei fruitori del parco (campagne di sensibilizzazione e promozione della civiltà, ammetto che la vedo dura).

2) Continuare a piantare alberi. La piantumazione dovrebbe essere programmatica e costante al fine di accrescere il verde pubblico. Coinvolgere i cittadini con campagne come “adotta un albero” e/o “piantare un albero per ogni nato” potrebbe essere la soluzione giusta con il duplice obiettivo di accrescere non solo la natura ma lo spirito naturalistico che spesso vacilla nelle nuove generazioni.

3) Aggiornare e migliorare la cartellonistica con inserimento di codici QR che permettano di approfondire la nostra città, la nostra storia come quella di Ken De Souza (clicca qui), ed il personaggio Alex Langer, podcast audio multilingue, guida del fermano scaricabile, file .GPX da scaricare con i percorsi per mountain bike per promuovere il cicloturismo lungo le rive del Tenna.

4) Altro problema: si continuano ad accendere fuochi per arrostire; Questo è grave poiché potrebbe provocare incendi. Come agire in questi casi? Serve potenziare la cartellonistica dei divieti che deve essere chiara, ben visibile e multilingue, ed istituire una modalità di vigilanza tramite volontari e forze dell’ordine. Aggiungo per chiarezza di informazione senza discriminazione razziale che chi accende fuochi sono tipicamente di etnia non italiana (rumeni e marocchini). Ecco perché l’importanza di divieti multilingua.

Aggiornamento Domenica 13 Settembre 2020:

Seremailragno.com™
Seremailragno.com™
Developer: Michele Paoletti
Price: Free

Clicca qui per seguire l’edizione in Google News Copyright©2020 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore

Google News

Segui GRATIS l'Edizione in Google News (clicca sull'immagine). Lascia aperta questa pagina, entro 5 secondi si sbloccherà in automatico il pulsante per chiudere il pop-up.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: