fbpx

Il marchio NeroGiardini investe in Italia e si espande con un nuovo Outlet – Campiglione di Fermo

Il marchio NeroGiardini investe in Italia e si espande con un nuovo Outlet – Campiglione di Fermo

Il marchio NeroGiardini attribuisce il suo successo alla produzione di qualità delle sue scarpe e accessori e all’aspetto reputazionale del Made in Italy. Il compromesso per questa qualità sono tempi di produzione più lunghi rispetto alla concorrenza. La proprietà del marchio NeroGiardini, ha investito nella propria strategia di supply chain per compensare le tempistiche e ora offre ai clienti un rifornimento più veloce, il che significa che i rivenditori devono tenere molte meno scorte senza il rischio di soddisfare la domanda dei consumatori.
NeroGiardini si trova nel cuore del distretto calzaturiero marchigiano ed è guidato con successo da Enrico Bracalente, che ha creato un modello organizzativo, unico nel suo genere, che garantisce lavoro a oltre 2.000 dipendenti, producendo 15.000 paia di scarpe al giorno. Il modello utilizza una rete di calzolai esperti, che NeroGiardini mette insieme utilizzando un innovativo modello logistico di filiera.
Dopo anni di forte crescita in Italia, NeroGiardini era pronta a cambiare la propria strategia di mercato puntando sulla crescita estera, con l’obiettivo di affrontare i mercati internazionali. Per supportare questa crescita, era necessario un nuovo centro logistico per soddisfare l’aumento della domanda e le nuove sfide della catena di approvvigionamento.

Nuovo stabile NeroGiardini

Per gestire il progetto, NeroGiardini si è rivolta a UTECO-CONTEC, leader nella progettazione e realizzazione di sistemi di automazione industriale, necessari per garantire che tutti i prodotti potessero essere gestiti all’interno dell’hub logistico nel modo più efficiente ed economico.
Data l’importanza del progetto, l’alto livello di complessità e le sue implicazioni economiche, organizzative e gestionali, si è utilizzata la simulazione predittiva per valutare i nuovi sistemi automatizzati dei centri logistici. Per questo, UTECO-CONTEC ha selezionato il software di simulazione predittiva WITNESS di Lanner e le competenze del partner italiano Studio Zeta.

Il marchio leader di calzature investe nella simulazione predittiva per fornire una rapida strategia di rifornimento delle scorte

ll 77% del fatturato di NeroGiardini proviene dai mercati italiani e ora stanno cercando di espandersi in tutta Europa, pur mantenendo tutta la produzione in Italia. Nell’ambito del loro piano a lungo termine, l’obiettivo è quello di entrare nella classifica dei primi dieci produttori europei, che attualmente è guidata dal marchio inglese Clarks.
Per creare il nuovo polo logistico, B.A.G. Spa ha acquistato l’area dell’ex Zucchero Sadam a Campiglione di Fermo, un’area di 230.000 mq, nel distretto calzaturiero marchigiano, comodamente collegata ad un’ampia rete stradale perfetta per penetrare nel centro dell’Europa. Un investimento di 50 milioni di euro per creare la nuova sede, l’outlet ed il centro logistico.

Il nuovo hub logistico è progettato per fungere da centro di distribuzione centralizzato per tutti i clienti business di NeroGiardini, con un’ambiziosa garanzia di rifornimenti 24 ore su 24 per il mercato italiano e 96 ore per il resto del continente. Una promessa che crea una rete di filiera stimolante ma di grande valore per i clienti NeroGiardini. Per raggiungere questi obiettivi di consegna, è stato necessario implementare processi altamente automatizzati, con margini di errore, tempo e spazio praticamente nulli, fondamentali quando si lavora con tempi di rifornimento così stretti.

Copyright © 2014-2022. All rights reserved.
Seguici sulla nostra APP UFFICIALE e in GOOGLE NEWS.
Creative Commons – CC BY-NC-ND 4.0

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Enable Notifications    OK No thanks