fbpx

Il borgo di Monte Giberto e le poesie di Gianni Rodari

Il borgo di Monte Giberto e le poesie di Gianni Rodari

È stata una sorpresa visitare il piccolo borgo di Monte Giberto dove nel centro storico sono state appese le poesie di Gianni Rodari un poeta che a me piace molto per il suo stile semplice ma mai banale. È bello poter visitare un borgo e leggere poesie.

Lungo il tragitto per arrivare a Petritoli non mancano neanche le pietre della memoria a ricordare quel passato non molto lontano che ha segnato la nostra storia. Lungo la strada sulla sinistra si trova la stele commemorativa che ricorda un triste episodio avvenuto durante la Seconda Guerra mondiale, proprio nel luogo in cui la pietra è stata posta.
La storia, è quella di Rizzente Armando, nato a Monte Giberto il 6 Aprile 1894, e residente a Bologna, che tornato a far visita ai suoi parenti, cosa che faceva abitualmente, fu fucilato da un soldato tedesco. I tedeschi avevano preso tre prigionieri, due cittadini di Ponzano di Fermo e Armando Rizzente: il 15 Giugno 1944 i due uomini di Ponzano furono rilasciati mentre Rizzente venne trattenuto perché doveva accompagnare il tedesco a Petritoli per ricongiungersi con i suoi compagni. Durante il tragitto, però, per qualche motivo, scoppiò un diverbio tra i due. Sicuramente ci fu una colluttazione perché, quando fu trovato il cadavere di Rizzente, l’uomo stingeva ancora tra le mani la cinta del soldato. Rizzente cercò di scappare tra i campi ed il soldato tedesco gli sparò: continuò la sua fuga ma morì dissanguato e il suo cadavere fu trovato da alcuni patrioti e trasportato su una scala di legno in paese. La cittadinanza rimase profondamente sconvolta dal tragico evento e, a memoria indelebile dell’assurda ferocia che privò un uomo innocente della sua vita, fu posta la stele.

Copyright©2020 Seremailragno.com by Michele Paoletti – michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: