fbpx

Foto Fake: i Monti Sibillini visti dalla Croazia

Foto Fake: i Monti Sibillini visti dalla Croazia

Riprendiamo l’articolo de ilmartino.it in cui secondo fonti ignote, probabilmente foto girovaganti su gruppi Facebook dedicati alla regione Marche, Aleksandar Gospic avrebbe immortalato con uno scatto meraviglioso i Sibillini visti dalla Croazia. Terrapiattismo? Fata Morgana? Photoshop CC? La foto ha iniziato a circolare sempre di più diventando virale tra scaricamenti e condivisioni, ma la sorgente che ha scatenato il “fenomeno mediatico” è stata una pagina Facebook dal tone of voice (tono della comunicazione) spesso clickbait, con contenuti poco professionali e scarsamente attendibili. I motivi per cui si tratta sicuramente di un “fake d’autore” sono molti:

  1. La foto ha lineamenti troppo perfetti, geometrici, lineari con sfumature omogenee (troppo, ma troppo). Neanche se Dio fosse stato un ingegnere astrofisico nucleare sarebbe riuscito a creare cose del genere. 
  2. I Sibillini così nitidi dalla Croazia d’inverno in quel modo non li vedresti sicuramente. Forse dopo qualche gin tonic potresti immaginarli.
  3. Ipotizzando che siano visibili (e sotto vi mostreremo che è teoricamente possibile), data la distanza e quindi il raggio di curvatura della terra essi apparirebbero molto vicini all’orizzonte, offuscati e con una scala molto ma molto ridotta tale da renderli quasi impercettibili, esempio:
Esempio
Visibilità reale

4. Lo scatto risale più o meno alla vigilia di Natale e tutta quella neve non si vede da anni ammesso che la data di scatto e caricamento siano le stesse


Questa è la tipica visuale all’orizzonte dal rifugio Sibilla a 1540 m:

Vista dai Monti Sibillini
Vista dal Rifugio Sibilla all’alba con me medesmo (anno 2012)

Questa è la tipica visuale all’orizzonte dal Monte Vettore a 2.476 m:

Alba Monte Vettore
Alba Monte Vettore, visuale dell’orizzonte sempre con me medesmo (anno 2011)

In sostanza più di qualcosa non torna (come palesemente visibile) in quell’appiccicaticcio digitale che è meglio non allegare in questo articolo. Abbiamo risolto il problema da un punto di vista logico, ma adesso vediamo se da un punto di vista fisico è plausibile la visibilità (ma non a quel livello). Iniziamo con la raccolta dei dati relativi al problema che possiamo ricavare da internet:

Croazia Sibillini distanza
Distanza tra i due monti

DATI

Altezza picco Sveto brdo: 1.751 m
Altezza Monte Vettore: 2.476 m
Distanza tra il picco Sveto brdo ed il Monte Vettore: circa 250Km 
Visibilità dell'orizzonte: circa d=3,57·√h

Ignorando l’effetto della rifrazione atmosferica, per un osservatore vicino alla superficie terrestre, la distanza dell’orizzonte è circa d=3,57·√h, dove d è espressa in chilometri e h è l’altezza sul livello del mare espressa in metri. Pertanto riusciamo a vedere al massimo fino alla distanza d. Mettendo come h l’altezza del picco Sveto otteniamo d=3,57*√1.754 = 150km ben al di sotto dei 250km, questo significa che non riusciremo a vedere quello che si trova a livello del mare. Ma poiché interessa vedere se è visibile il Vettore procediamo con un secondo calcolo che tiene conto di entrambe le altezze ed entrambe le visibilità all’orizzonte.

DATI

h1= quota picco Sveto= 1.751 m
h2= quota monte Vettore= 2.476 m
d1= orizzonte picco Sveto=3,57·√1.751= 149 km
d2= orizzonte monte Vettore=3,57·√2.476= 178 km
D= distanza nota fra i due monti= 250 km
r= raggio terrestre (6377 km medio)
Se la somma di d1+d2>D i monti si "vedono" altrimenti no, 
149km+178km=327km>250Km.

Questo significa che è teoricamente possibile vedere il Vettore dal picco Sveto brdo e viceversa. Quello che si contesta non è la visione dei Sibillini, ma la prospettiva della foto totalmente sballata. Il fake si basa su mezze verità ma le manipola a proprio piacimento. Possiamo affermare con certezza che quella foto non corrisponde assolutamente ad una foto raw uscita da una reflex.

C’è un ma….come spesso accade i fake possono tornare ciclici e questo sembra essere proprio il caso. Infatti dai forum e dai finti siti (che sembrano professionali dedicati alla montagna) le foto taroccate del signor Gospic “spacciate per woow!” circolano dal 2010! Insomma la solita minestra. La natura è una cosa seria, rispettatela e non prendete in giro le persone: AVETE ROTTO ER CAZZO!

Google Play Store

Copyright©2019 Seremailragno.com by Michele Paoletti – michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Google News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: