fbpx

Contratto Fibra 200 Megabit/s con velocità massima garantita? L’analisi oggettiva

L’infrastruttura di collegamento ad internet del nostro territorio con FTTC non consente di arrivare a 200 Megabit/s in download visto che questo valore è solamente il massimo teorico. Nella pratica molti rimangono ancora a 20 Megabit/s altri a 50 Megabit/s, i più fortunati vicino a cabinet e centrale sfiorano i 100 Megabit/s. Tuttavia il prezzo pagato è lo stesso indipendentemente da quanto vai veloce. Questo per dire che le dichiarazioni sulla massima velocità teorica sono sempre ingannevoli nei confronti dei consumatori e rappresentano puro marketing fatto ad hoc per far acquistare il pacchetto fibra di turno (c’è quasi sempre la parola SUPER che piace al marketing come SUPER MEGA, SUPER GIGA, ecc..). I cabinet in molti casi sono troppo lontani dalle abitazioni e questo non permette di raggiungere le elevate velocità sponsorizzate da operatori telefonici, presidenti e politici.
👉 Perché si parla tanto di download e poco di upload? Perché una volta scaricare dati era più importante di caricarli Oggi non possiamo più dire lo stesso. Caricare dati è diventato importante quanto scaricarli (si pensi infatti quando dobbiamo caricare foto, video, fare gaming, conferenze). Tuttavia il fascino del numero del download è rimasto invariato per motivi di marketing. Il download è infatti sempre molto più alto dell’upload fa perciò più scena indicare un numero elevato piuttosto che un numero basso che sfiducerebbe il cliente un po’ come i megapixel sulla fotocamera che ingannano sulla qualità dell’immagine.
👉 Come fare allora? Prima di attivare qualsiasi contratto richiedere il test da parte di un tecnico che vi viene a casa e si collega con l’apposita apparecchiatura per testare la velocità reale che avrete in download e upload (in questo modo si tiene conto infatti dell’attenuazione esatta dovuta alla distanza). Di solito il test viene fatto dopo che avete attivato il contratto ma a quel punto la frittata è fatta (dovrete perdere tempo con fax e disdette), voi pretendetelo prima. Gli operatori telefonici infatti sfruttando la furbizia vi diranno che voi arriverete a 200 Megabit/s ma in realtà non succederà mai (nel presente ma tra 10 o 20 anni forse si con l’FTTH)!
👉 Questo per dire che le dichiarazioni nel 99% dei casi sono teoriche, dopate, esagerate, superiori alla realtà dei fatti molto ben diversa. Il fatto che lo dica l’azienda di fornitura del servizio con un comunicato stampa infatti non significa che sia reale.
👉 Conclusione: questo paese purtroppo soffre della pubblicizzazione di dichiarazioni mendaci ben poco vicine alla realtà dei fatti che producono una distorsione della percezione. Per essere competitivi nel mondo sempre più digitale accelerato dalla pandemia globale serve la massima velocità ma l’infrastruttura non è pronta né a darla a tutti né alla massima velocità.
👉 Poi c’è il PING che è una misura della latenza (mentre upload e download sono una misura della larghezza di banda che rappresenta la quantità di dati che possono essere inviati o ricevuti dal sistema in rete per unità di tempo). La latenza è influenzata principalmente dalla distanza che i dati devono percorrere: ci vuole molto più tempo per accedere a una pagina Web su un server a metà del mondo rispetto a uno che si trova su un server della porta accanto. Percorsi di comunicazione più lunghi, in cui i dati devono passare attraverso numerosi switch e router, aumentano anche la latenza. Il PING (Packet Internet Grouper) è l’unità di misura che specifica il tempo necessario che il provider di rete impiega nel trasmettere i dati verso la destinazione indicata. Il ping è un’unità di tempo espressa in millisecondi (ms) che nel caso di connessione da rete fissa indica quanto impiega il pacchetto dati per raggiungere il nostro pc e ritornare al sistema di rete originaria.
– Con un valore compreso tra 0 e 30 ms siamo in presenza di una connessione internet ottimale;
– Con un valore compreso tra i 30 e i 50 ms siamo in presenza di una connessione internet buona;
– Con un valore maggiore di 80 ms siamo in presenza di una connessione internet lenta.
Avere un basso ping vi garantisce un rapido tempo di risposta nella rete, molto importante per lo streaming.
👉 Il ping e la larghezza di banda sono indipendenti, tuttavia se la larghezza di banda è satura inizierai a ottenere una latenza più elevata del normale e la perdita di pacchetti, quindi potrebbe essere una buona idea limitare i programmi affamati di larghezza di banda. 

Copyright © 2014-2021. All rights reserved. Seguici gratuitamente su Google News, dalla nostra APP e su YouTube.
I contenuti presenti non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti.

È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente da Seremailragno.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: