OMRON M7 Intelli IT: unboxing e primo test


OMRON M7 Intelli IT

OMRON M7 Intelli IT è un misuratore di pressione arteriosa da braccio, compatto e completamente automatico, il cui funzionamento si basa sul principio oscillometrico. L’alimentazione è fornita da 4 batterie di tipo AA con la possibilità di collegare un alimentatore con tensione 6 V. Permette di registrare separatamente i dati di 2 utenti e connettere l’app dedicata di Omron (Omron Connect) tramite bluetooth, con possibilità di memorizzazione dei dati anche in cloud. L’apparecchio misura in modo semplice e rapido:

  • pressione arteriosa
  • frequenza delle pulsazioni

Grazie alla tecnologia avanzata IntelliSense, il dispositivo consente il comodo gonfiamento controllato, che non richiede la preimpostazione della pressione o un secondo gonfiaggio. Il dispositivo è in grado di rilevare la presenza di battito cardiaco irregolare durante la misurazione e fornisce un’indicazione di avvertenza insieme al risultato della misurazione.

Indicatori

  • Indicatore di battito cardiaco irregolare: segnala la presenza di un battito cardiaco irregolare (ovvero variazioni superiori o inferiori al 25% rispetto al valore medio rilevato dall’apparecchio durante la misurazione della pressione). Nel caso di battito irregolare consultare il proprio medico di famiglia
  • Indicatore di errore da movimento: segnala errore se ci si muove durante la misurazione
  • Indicatore del valore medio: visualizza il valore medio delle misurazioni premendo per più di 3 secondi il pulsante memoria
  • Spia della guida di posizionamento del bracciale: si illumina di verde se è ok, di arancione se troppo lento
  • Indicatore (colorato) del livello di pressione arteriosa: si illumina di verde se rientra nell’intervallo standard, di arancione se non si rientra nelle normali condizioni standard

Prima di eseguire la misurazione

  1. Evitare di fare il bagno
  2. Non assumere bevande alcoliche o a base di caffeina
  3. Non fumare
  4. Non svolgere attività fisica
  5. Non mangiare da almeno 30 minuti
  6. Riposare almeno 5 minuti prima di eseguire la misurazione
  7. Evitare di eseguire misurazioni nei momenti di stress (poiché causano ipertensione)
  8. La misurazione va effettuata in un luogo tranquillo
  9. Togliere eventuali capi di abbigliamento che stringano il braccio
  10. Cercare di misurare la pressione arteriosa sempre alla stessa ora del giorno
  11. Annotare quale sia la vostra pressione media che vi caratterizza per poter fare un confronto

Definizione di ipertensione secondo le linee guida ESH/ESC 2013

Se la misurazione viene effettuata in uno studio:

  • Pressione sistolica >= 140 mmHg
  • Pressione diastolica >=90 mmHg

Se la misurazione viene effettuata a casa:

  • Pressione sistolica >= 135 mmHg
  • Pressione diastolica >=85 mmHg

Unboxing

Prima misurazione

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

Estratti estivi,scorta di vitamine per iniziare al meglio l’autunno


500/600 ml di succo estratto da assumere quotidianamente o a giorni alterni rafforza l’organismo,le difese immunitarie,il benessere fisico e reidrata il corpo. Il mix ideale di frutta e verdura da assumere a digiuno al mattino per avere un rapido assorbimento e da conservare al max un giorno in frigo con i tappi sottovuoto per ridurre al minimo la dispersione nutrizionale. Ogni sfumatura di colore ha un valore in sé. Mixare giallo,rosso,arancio,verde permette di ottenere un beneficio da ognuno di questi doni della natura. Prodotti freschi senza zuccheri,conservanti e coloranti carichi di energia pulita che aiuta anche l’assorbimento della melanina durante l’esposizione al sole.

Estratto di frutta e verdura

Ingredienti:

  • Sedano
  • Banana
  • Pesca
  • Carota
  • Zenzero
  • Prugna
  • Limone
  • Mela
  • Pera
  • Cetriolo

Estratto multivitaminico

Estratto da bereSucco estrattoEstratto in bottiglia

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore

Richiamo del prodotto Coca Cola


Il lotto di Coca-Cola richiamato dal Ministero della Salute è caratterizzato dal L170329863M formato da 1,5 litri.Il motivo del ritiro del lotto è: non conformità di produzione.Il contenuto della bottiglia ha un sapore molto sgradevole,un aspetto molto denso e livelli concentrati di caffeina, acido fosforico e solfiti.

Coca Cola ritirata.jpg

Un concentrato decisamente poco salutare che si aggiunge agli alti livelli di zucchero.

FONTE:Link al Ministero della Salute

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Frutta di stagione: la tabella dei 12 mesi


frutta di stagione.jpg

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Verdura di stagione: la tabella dei 12 mesi


Imparando ad acquistare prodotti di stagione locali si riesce ad avere una qualità maggiore in ambito alimentare. Migliore qualità=maggiore salute.

verdura di stagione.jpg

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Il MORBILLO,il CARTELLO,la SPIEGAZIONE


Questo cartello apparso qualche giorno fa su Facebook è diventato virale. Cercheremo di rispondere quindi al perchè della viralità. Sono state sottolineate le frasi con colori differenti per essere analizzate singolarmente.Il cartello recita:

I pediatri dello studio medico “G. Galilei”,il papà e la mamma del piccolo bambino ricoverato all’ospedale “Salesi”, in condizioni critiche perchè contagiato dal morbillo ringraziano sentitamente i genitori che non vogliono vaccinare i propri figli consentendo il dilagare di una malattia che nel 2017 sarebbe dovuta essere estinta!!!

  1. I pediatri dello studio medico “G. Galilei” , risponde alla domanda: chi?I pediatri rappresentano quindi il soggetto principale della frase.I pediatri ricoprono un ruolo principe nella scrittura diretta o indiretta del cartello, altrimenti i soggetti principali sarebbero stati la mamma e il papà.Ma il fatto che si specifichi dello studio medico “G. Galilei” implica due aspetti fondamentali: la pubblicità rivolta allo studio medico in considerazione (poteva essere evitata scrivendo semplicemente di ….  studio medico?In buona o cattiva fede resta comunque pubblicità) e il fatto che non tutti i pediatri la pensino allo stesso modo, perchè questo è il pensiero del sottoinsieme dei pediatri ovvero solo dei pediatri dello studio medico “G. Galilei” .
  2. Il papà e la mamma del piccolo bambino, sono i soggetti secondari “coperti dall’ombra” dei pediatri dello studio medico “G. Galilei”. Notate bene che non c’è scritto  “i genitori del piccolo bambino” ma “il papà e la mamma del piccolo bambino, ovvero si specifica la genitorialità della famiglia comune.Questo aspetto sottolinea  che tale separazione vuole mettere inconsciamente su due piani differenti i ruoli svolti dai genitori.In particolare papà si trova prima di mamma e questo mette in risalto il ruolo fondamentale del padre.Probabilmente il cartello è stato scritto da un’unica persona (la mamma?) che ha riconosciuto il marito come l’uomo capace di prendersi cura di tutta la famiglia.Il piccolo bambino indica il sesso ma non rivela l’età.Quanto piccolo?
  3. Ricoverato all’ospedale “Salesi”, specifica nuovamente dove si trova il piccolo,una forma inconscia per ringraziare il personale del Salesi di essersi presi cura del loro figlio.
  4. In condizioni critiche, esprime la tragicità.Invoca attenzioni.
  5. Perchè contagiato dal MORBILLO, è una delle frasi chiave che non può spiegare una cosa: il soggetto che ha contagiato il piccolo dal MORBILLO.Il colpevole è il morbillo o il portatore del morbillo?Sicuramente non è il morbillo e lo si vede dalla “cura maniacale” con cui la parola MORBILLO è stata evidenziata in grassetto.Mi ricorda un po le epidemie di peste e il trattamento degli appestati nel lazzaretto dei promessi sposi.
  6. Ringraziano sentitamente i genitori che non vogliono vaccinare i propri figli, è secondo me, ciò che ha scatenato la viralità del cartello.Questa è la frase veicolo.Rappresenta il sarcasmo misto a odio e incapacità di trovare un colpevole o una motivazione per ciò che è successo.L’uomo ha bisogno sempre di una motivazione del proprio destino.Non trovare la giusta motivazione significa scaturire tante di quelle domande su Dio e sull’esistenza da poter finire inghiottiti nel vortice dell’incomprensione.La motivazione (quello che negli omicidi viene chiamato movente) di ciò che è successo,il colpevole (quello che negli omicidi viene chiamato assassino) e la comprensione degli altri (quella che negli omicidi viene chiamata giustizia);sono quindi tre gli aspetti cruciali dell’individuo umano.Quando puntiamo il dito contro qualcuno e lo accusiamo ci sentiamo meglio,ci liberiamo dalla rabbia incatenata nel nostro corpo.Questa frase è un veicolo molto pericoloso.E’ una miccia accesa pronta ad esplodere.Chi ha scritto il cartello ha trovato la motivazione,il colpevole e la comprensione successiva.Secondo lui o lei i colpevoli sono tutti i genitori che non vogliono vaccinare i propri figli.La motivazione è dettata dall’ignoranza intesa come mancanza di conoscenza. Perchè?Perchè come dicono i risultati empirici,le statistiche,gli studi,anche i figli vaccinati possono contrarre il morbillo e anche i figli vaccinati possono trasmettere il morbillo (link alla ricerca).Non la trovo una frase sarcastica ma una frase dettata dalla mancata conoscenza e se proprio devo dirla tutta irrispettosa nei confronti dei genitori i cui figli sono stati “rovinati” proprio dai vaccini (in generale) e mai riconosciuti ufficialmente dallo Stato.
  7. Consentendo il dilagare di una malattia che nel 2017 sarebbe dovuta essere estinta!!!E’ il colpo finale,è la seconda frase veicolo virale.L’ultima scarica di rabbia.Gli ultimi 3 punti esclamativi sanno di vaffanculo,vaffanculo,vaffanculo tutta colpa vostra!

Bene si conclude l’analisi,abbiamo imparato 3 cose importanti di cui ha bisogno l’uomo:la motivazione,il colpevole e la comprensione.

morbillo al microscopio

Questa immagine al microscopio elettronico mostra la struttura di una singola particella virale, o “virione”,del virus del morbillo(FONTE:fonte immagine)

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.