OMRON M7 Intelli IT: unboxing e primo test


OMRON M7 Intelli IT

OMRON M7 Intelli IT è un misuratore di pressione arteriosa da braccio, compatto e completamente automatico, il cui funzionamento si basa sul principio oscillometrico. L’alimentazione è fornita da 4 batterie di tipo AA con la possibilità di collegare un alimentatore con tensione 6 V. Permette di registrare separatamente i dati di 2 utenti e connettere l’app dedicata di Omron (Omron Connect) tramite bluetooth, con possibilità di memorizzazione dei dati anche in cloud. L’apparecchio misura in modo semplice e rapido:

  • pressione arteriosa
  • frequenza delle pulsazioni

Grazie alla tecnologia avanzata IntelliSense, il dispositivo consente il comodo gonfiamento controllato, che non richiede la preimpostazione della pressione o un secondo gonfiaggio. Il dispositivo è in grado di rilevare la presenza di battito cardiaco irregolare durante la misurazione e fornisce un’indicazione di avvertenza insieme al risultato della misurazione.

Indicatori

  • Indicatore di battito cardiaco irregolare: segnala la presenza di un battito cardiaco irregolare (ovvero variazioni superiori o inferiori al 25% rispetto al valore medio rilevato dall’apparecchio durante la misurazione della pressione). Nel caso di battito irregolare consultare il proprio medico di famiglia
  • Indicatore di errore da movimento: segnala errore se ci si muove durante la misurazione
  • Indicatore del valore medio: visualizza il valore medio delle misurazioni premendo per più di 3 secondi il pulsante memoria
  • Spia della guida di posizionamento del bracciale: si illumina di verde se è ok, di arancione se troppo lento
  • Indicatore (colorato) del livello di pressione arteriosa: si illumina di verde se rientra nell’intervallo standard, di arancione se non si rientra nelle normali condizioni standard

Prima di eseguire la misurazione

  1. Evitare di fare il bagno
  2. Non assumere bevande alcoliche o a base di caffeina
  3. Non fumare
  4. Non svolgere attività fisica
  5. Non mangiare da almeno 30 minuti
  6. Riposare almeno 5 minuti prima di eseguire la misurazione
  7. Evitare di eseguire misurazioni nei momenti di stress (poiché causano ipertensione)
  8. La misurazione va effettuata in un luogo tranquillo
  9. Togliere eventuali capi di abbigliamento che stringano il braccio
  10. Cercare di misurare la pressione arteriosa sempre alla stessa ora del giorno
  11. Annotare quale sia la vostra pressione media che vi caratterizza per poter fare un confronto

Definizione di ipertensione secondo le linee guida ESH/ESC 2013

Se la misurazione viene effettuata in uno studio:

  • Pressione sistolica >= 140 mmHg
  • Pressione diastolica >=90 mmHg

Se la misurazione viene effettuata a casa:

  • Pressione sistolica >= 135 mmHg
  • Pressione diastolica >=85 mmHg

Unboxing

Prima misurazione

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

La pericolosità del Glicole Dietilenico e gli effetti sull’essere umano


La World Health Organization definisce il glicole dietilenico come un liquido incolore,inodore, tossico per l’uomo (Diethylene Glycol (DEG) is a colourless and odourless liquid and a human toxicant). Nel settembre del 2006, un medico panamense riportò un numero insolito di pazienti con insufficienza renale acuta inspiegabile, frequentemente accompagnata da grave disfunzione neurologica. I pazienti presentavano tipicamente sintomi come dolori addominali,nausea, vomito, disagio epigastrico e diarrea, seguiti alcuni giorni dopo da oliguria (diminuita escrezione urinaria) o anuria (mancata emissione di urine da parte dell’apparato urinario), anoressia e affaticamento. Molti pazienti esibirono uno spettro di effetti neurologici, tra cui le paralisi dei nervi cranici (FONTE: Outbreak of acute renal failure in Panama in 2006: a case-control study). Si cercò quindi di capire la fonte di questi problemi fisici. I campioni di farmaci e di urina raccolti dai pazienti trattati e di controllo furono analizzati per la presenza di DEG. Undici farmaci liquidi nei loro contenitori originali furono ricevuti dal laboratorio per l’analisi, tra cui cinque etichettati come antistaminico ed espettorante, due come espettoranti, tre come antiacidi e uno come preparazione vitaminica. Questo studio evidenziò il più grande avvelenamento di massa degli adulti DEG negli ultimi 70 anni. I risultati epidemiologici e di laboratorio accusarono uno sciroppo per la tosse liquido con prescrizione, prodotto da un impianto di produzione farmaceutica dell’ospedale CSS, come causa dell’epidemia a Panama.

La presenza di DEG fu finalmente confermata in un singolo lotto di produzione etichettato come glicerina che era stato importato a Panama dalla Cina tramite un broker europeo. La glicerina contaminata identificata nello sciroppo per la tosse implicato era stata anche utilizzata nella produzione di almeno un altro farmaco liquido prescrivibile e due creme per uso topico. Queste scoperte portarono al richiamo di oltre 60.000 farmaci presumibilmente contaminati dal DEG (Diethylene Glycol) e allo screening diffuso per la disfunzione renale in consumatori potenzialmente esposti. Nell’aprile del 2007, erano stati identificati 119 casi clinici, di cui 78 morirono nonostante l’emodialisi e le cure di supporto (tasso di mortalità del caso 65,5%). Arresto cardiaco, shock e aritmia cardiaca sono state le cause più comuni elencate per queste morti.

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.