L’ostentazione trash e il decadimento di Trendy Night


Simona Sessa, una vera regina della comunicazione, con le sue interviste glamour nei locali della movida notturna della riviera adriatica è stata la precorritrice del trash moderno, per come lo conosciamo oggi. Con le sue interviste, che andavano in onda nei canali della tv locale dai loghi sballati come e-Tv Marche, estirpava perle di innaturale bellezza, al contempo orripilanti. Quel trash no-sense che sarebbe esploso qualche decennio più tardi, esaltato dall’alcool e dalle pippate di coca dei protagonisti con gli occhi sbarrati e il sorriso di cartapesta stampato in faccia. La sensualità della formosa Simona mista alla sua voce odiosa ma ammaliante facevano incollare migliaia di giovani appena svegliati al teleschermo del trash non dichiarato di Trendy Night (l’ostentazione inglese atta a dare importanza e internazionalizzazione faceva spaccare dalle risate, come se Porto Recanati fosse Las Vegas e l’Hotel House il Luxor Hotel).

E così partiva sparata e carica a molla Simona Sessa, ripetendo 50 volte se stessa ovvero Simona Sessa, ciao da Simona Sessa, un saluto da Simona Sessa, è Simona Sessa che vi parla (era veramente un talento):

<<Amici di Trendy Night benvenuti in un’altra puntata spumeggiante, effervescente, assolutamente vip & chic, perché stasera io mi trovo al Green Leaves di Porto Recanati e c’è una festa specialissima a 4 stelle: il compleanno di Alberto Merli che sta festeggiando con tutti i suoi amici e con tantissime persone, vip & vippetti della nostra regione favolosa. Chiaramente anche noi non potevamo mancare perché questa è una notte da incorniciare. 

E poi partivano le inquadrature al vocalist che parlava a caso ripetendo nomi e cognomi no-sense dei very important people per poter essere pagato a nero a fine serata, sempre con quel tono da duro/vippettino, le inquadrature a cosce e alla sensualità recondita pre-Instagram, i primi tatuaggi da esibire entrati in trend, le bottiglie di champagne da vero vippettino sciupa femmine ostentatore di ricchezza e benessere sociale, gli orecchini a cerchione da battona vecchio stampo, il parterre dei super vip del Green Leaves, i privè delle ragazze immagine perché il bello costa, le scollature, la crema dei vip come dice Simona, i buttafuori armadietto, l’onorevole Norante con la gnocca, il monopolio imprenditoriale degli Ascani, i cambi di scena improvvisi, ancora scollature, cosce e labbra rifatte, tette in silicone fase test, il gel “mixato” con piastra, lampada, le sopracciglia ad ali di gabbiano e l’orecchino tamarro dell’uomo vero. Per concludere le immancabili milfone di plastica scaricate da macchine lussuose parcheggiate sempre in prossimità dell’ingresso per ostentare lusso, potere e rispetto ben oltre il limite del ridicolo.

Trendy Night ha segnato gli ultimi colpi del periodo d’oro antecedente il 2011, anno della crisi nera che dal 2008 ha iniziato ad intaccare l’economia sociale globale e quindi anche il divertimento dei vippettini. Il 2011 è stato l’anno della linea di demarcazione netta che ha segnato la fine delle più floride discoteche della riviera. La chiusura del Green Leaves è stato un duro colpo per Porto Recanati, per l’ostentazione locale, per i pusher insieme al declino del Babaloo. Tuttavia, la dinastia Ascani è ancora in pista così come Merli, sintomo che è crollata una parte della base piramidale ma non sono caduti i vertici della movida locale, che è stata ristrutturata e ridimensionata al periodo corrente. La ricerca dell’ostentazione c’è sempre stata e ci sarà sempre, cambiano le modalità ma ritornano le mode nel sentirsi il/la numero uno, magari con la citazione della vita sotto la foto a pecora sullo scoglio. Abbiamo vissuto un epoca di ostentazione visiva reale e siamo passati a quella dell’ ostentazione surreale, ancora più assurda. Cosa abbiamo veramente imparato? Che l’esibizionismo non passerà mai di moda, anzi è un carattere intrinseco dell’essere umano, sentirsi al centro dell’universo anche per un solo secondo provoca un subdolo piacere effimero da cui bisogna saper stare lontani.

(breve pausa di riflessione)

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

Babaloo, il ricordo della discoteca più bella d’Europa


Babaloo

La discoteca Babaloo era situata a Porto Potenza Picena (MC) nei pressi di Porto Recanati ed era l’unica discoteca delle Marche centrali che riusciva a raccogliere consensi da tutta Italia. Della discoteca Babaloo costruita sopra un lago artificiale ne parlavano un po’ tutti dalla Sicilia fino al Piemonte e ogni week-end i clienti arrivavano da tutta Italia. Era definita una delle discoteche più belle d’Europa tra le più cliccate nei motori di ricerca.

Interesse-Babaloo

Il Babaloo aveva quattro grandi ambienti musicali e una zona ristorante situata su due piani. Prima di arrivare all’ingresso bisognava fare una lunga passeggiata tra stupende rocce con vegetazione ornamentale, palme, statue tribali, luci e scivoli prima di poter arrivare all’ingresso vero e proprio. Superato il cancello della discoteca si entrava nell’ambiente esterno con divanetti e bar, nella sala centrale e subito dopo nella pista da ballo “galleggiante” sulla chiatta costruita proprio sopra al lago. Grazie ai vetri si poteva osservare il panorama a 360°.

Remebering Babaloo

Era qui che ad un certo punto della serata partivano le note magiche di In the Sky dei Boys at work:

In questo ambiente le sonorità musicali house erano selezionate dai dj resident Mattia Ascani e Frank Bacci con a rotazione i migliori guest dj nazionali e internazionali. Nella sala principale della discoteca Babaloo le sonorità erano allietate dalle voci dei resident Alex L e Axer (Andrea Molitari) supportati da vari guest che di volta in volta si esibivano al microfono. Adiacente alla sala centrale si trovava il privè del Baba dove con una rigidissima selezione si incontravano e si divertivano ballando per tutta notte vip e “bella gente” presenti al locale. Nel privè della discoteca Babaloo si ballava musica commerciale selezionata dai dj resident Alessandrino e Gianluca J con vocalist Oriano. Del Babaloo colpiva in particolare la location unica nel suo genere, le belle donne e il servizio tavoli efficiente ed impeccabile. Attraversando un grande cancello si arrivava in un altro ambiente il cosiddetto “Bababeach”. In questa sala si ballava musica revivol 70/80/90 ed happy music selezionata dal dj resident Fabrizio Breviglieri. La sala “Bababeach” della discoteca Babaloo si differenziava dalle altre sale per la sua particolare zona tavoli contraddistinta da ombrelloni e sdraie. Salendo le scale presenti nella pista centrale della discoteca Babaloo, si arrivava al piano superiore dove si trovava un ambiente più piccolo dedicato principalmente alla musica latino-americana selezionata dai dj Gianni Crucianelli, Gigio Alpini e Ray con l’animazione delle scuole di ballo più importanti della zona. In questa sala si poteva ammirare uno splendido panorama contraddistinto dal mare, dal lago, dalle luci e dalla gente che ballava nella parte sottostante del locale. Poi nel 2012 a causa del fallimento complice la crisi economica tutto fu chiuso ed è tutt’ora in balia del ricordo. Ma di quel posto rimane sempre la vivida emozione delle serate più belle di sempre.

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Sabato 6 Gennaio 2018 Special Guest Fabri Fibra


Fabri Fibra al Mia Clubbing di Porto Recanati (MC)

Fabri Fibra Mia Clubbing

PREZZI

In prevendita su CiaoTicket:

  • Uomo senza consumazione inclusa 18
  • Uomo con consumazione inclusa 22€
  • Donna senza consumazione inclusa 14€
  • Donna con consumazione inclusa 17.50€

Presso il locale al botteghino la sera dell’ evento entro le ore 00.30:

  • Uomo 16€ no drink
  • Donna 13€ no drink
  • Intero Uomo 25€ con drink
  • Intero Donna 20€ con drink

Freccia gif Link evento Facebook

Per info e prenotazioni ☏:  071 7592754
Mia Clubbing
Porto Recanati 
Lungomare Scarfiotti n° 45

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.