25 Aprile al parco fluviale Alex Langer tra alcool e droga


Parco Fluviale Alex Langer Monte Urano

Il parco fluviale di Monte Urano è molto frequentato ogni anno sopratutto nei giorni del 25 Aprile e 1° Maggio dai teenager che si accampano in compagnia nei prati del parco. Nonostante i divieti emanati dal comune di portare alcolici e super alcolici come ogni anno tale divieto viene barbaramente infranto senza che venga effettuato alcun tipo di controllo da parte delle autorità competenti. Ma oltre all’alcool giravano sostante ancora più vietate come la cannabis che veniva arrotolata e fumata nella via sterrata costeggiante il fiume Tenna. Le ragazzine già alle ore 14:00 collassavano a terra in stato semi-cosciente abbattute dal peso dell’alcol etilico. In sostanza il rispetto per la natura ma sopratutto per se stessi e per gli altri cozza con l’aberrazione sociale adolescenziale esaltata dalla musica trap che ho sentito con rammarico riecheggiare tra la natura selvaggia. Ho visto il declino dei 2000 che mi guardavano con aria di sfida esclamando “questo è in borghese”. Avrei voluto scendere dalla bici e dare 4 “papagne” per svegliarli dal torpore della cannabis, ma questo è un compito che spetta ai loro genitori non a me, quindi ho tirato dritto per la mia strada scuotendo la testa a destra e sinistra. La festa della liberazione è stata confusa con quella della libertà anarchiga e se l’oppressione del regime fu un male dolente anche il mancato controllo sul libero arbitrio è altrettanto doloroso. Dagli estremi dell’estremismo dell’oppressione agli estremi del libero arbitrio fuori controllo. Si è perso per strada il rispetto, colpa molto spesso di falsi idoli che inneggiano alla droga, alla violenza e all’arroganza. La conclusione? La maleducazione può fare danni come l’oppressione sopratutto se viene fomentata da alcool e droga. E che la droga sia un problema sociale ne si ha conferma ogni giorno. Senza gli acquirenti non esisterebbero gli spacciatori, così dice la legge del mercato. Serve maggiore educazione al rispetto per gli altri e per se stessi ma sopratutto rigidi controlli durante tali manifestazioni che possono sfociare nel degrado.

Clicca qui per seguire l’edizione in Google News

Copyright©2018 Seremailragno.com by Michele Paoletti – michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.

È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

Torna la 42° Edizione del Carnevale Monturanese


Le date ufficiali del Carnevale monturanese 2019 sono state fissate per Martedì 5 Marzo Domenica 10 Marzo. Saranno 8 i quartieri che andranno a contendersi il prestigioso “Cappello di Re Carnevale”, 2 sfilate, 8 carri, oltre 1000 figuranti, gettito di gonfiabili, gadget, musica e tanto divertimento.

MARTEDI’ 5 MARZO 2019

Ore 15:00 – Inizio sfilata per le vie del centro storico

Ore 17:00 – Esibizione dei vari gruppi in Piazza della Libertà

Una giuria tecnica valuterà la sfilata e l’esibizione dei quartieri, attribuendo punti su:

  • Allestimento Carro
  • Costumi
  • Coordinamento sfilata / Esibizione finale

Le premiazioni verranno fatte Domenica 10, al termine del 2° corso mascherato.

DOMENICA 10 MARZO 2019

Ore 15:00 – Partenza del corteo. A sfilare saranno gli 8 carri con al seguito i rispettivi gruppi mascherati in concorso più alcuni carri ospiti. Aprirà il corteo la MHOO BAND.

Ore 17:00 – Animazione in Piazza della Libertà con Tequila Up
Ore 17:30 – Premiazioni dei 3 concorsi

  • “Cappello di Re Carnevale”
  • “L’ape Mascherata”
  • “Maschere Isolate”

Ore 18:00 – Bruciatura del fantoccio