Garbì: il nuovo Gin prodotto nelle Marche


L’idea

L’idea nasce dal talento di quattro giovani sangiorgesi amici da sempre, ovvero Cristiano Del Rosso, Michele Ferrini, Guido Carlo Ragaglia e Carlo Santarelli, ed è semplice ma al contempo innovativa: creare un gin particolare in grado di raccontare la terra marchigiana mediante odori e sapori unici del territorio che si protrae dalle colline fino ad arrivare al mare. Per poter ottenere il risultato sperato ci sono voluti ben due anni di analisi, studi e sperimentazioni al fine di trovare il giusto equilibrio nel sapore finale. Sono state selezionate le migliori materie prime insieme ai migliori collaboratori in tutte le fasi della filiera, per assicurare elevati standard di qualità del prodotto finito.

Gli ingredienti

Nel distillato si può assaporare il gusto di ben dodici botaniche (in inglese botanicals, sono spezie o erbe aromatiche) del territorio marchigiano: ginepro (è l’unico che per legge deve essere presente nel Gin, il quale per definizione tautologica, deve sapere di bacche di Ginepro), mela rosa, angelica, coriandolo, cardamomo, frutta, menta, rosmarino, finocchietto, salvia, basilico, alcol di grano.

Design e sapore

Garbì Gin Marche

La bottiglia è una sorta di libro aperto e racconta una storia di vento, di mare e di magia. Il vento Garbì soffia le essenze e i sortilegi della maga Sibilla (la cui leggenda nasce nella notte dei tempi tra i ruderi dei monti Sibillini) ai naviganti d’adriatico e del mondo. Il bianco e nero unito all’insieme dei vari disegni rappresentati sulla bottiglia racconta in effetti una storia molto profonda: quella della regione Marche.

Si percepisce tutta la passione dei loro creatori: la natura in tutti i profumi intensi trasportati dal vento Garbì che scende dai monti Sibillini sino alle rive del mare Adriatico. Tra queste magiche montagne è stato raccolto il ginepro l’ingrediente essenziale da cui tutto ha inizio, e che dona al distillato la sua identità e l’inconfondibile impronta selvatica. Seguendo il fruscio del vento, le dolci colline hanno offerto le pregiate mele rosa, da cui stilla la botanica fruttata che rende il gusto sofisticato e unico. Al mare, sono dovute le essenze di macchia mediterranea con note di freschezza e sentori estivi. Il viaggio non è terminato ma continua: i giovani ragazzi salpati nel mondo della distilleria con il Garbì in poppa cercano nuovi porti dove poter attraccare per portare il loro sapore carico di storia e di spezie d’oltremare. Ora l’obiettivo è farsi conoscere, far assaporare il gusto, misto a quell’idea nata a Porto San Giorgio.

I cocktail

Al gin sono stati associati diversi cocktail in grado di esaltarne le fragranze come il Garbì Gitano, Garbì & Martini, Garbinos, Garbì Sour. Non resta che assaggiarli, magari in riva al mare, con il vento che accarezza la pelle e le botaniche che accarezzano delicatamente il palato. Buon Garbì a tutti!

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Annunci

Monte Urano – 21° MERCATINO DELLA CALZATURA E DELL’ARTIGIANATO


Come ogni anno a Monte Urano torna il mercatino della calzatura (edizione 2018) organizzato dalla Pro Loco Monte Urano con il patrocinio del Comune di Monte Urano. Ci saranno 5 appuntamenti da non perdere:

  • 6 Luglio : MAI DIRE BANZAI
  • 13 Luglio : IL “CERCHIO D’ORO” DEI GIOVANI TALENTI
  • 20 Luglio : CARTOON NIGHT
  • 27 Luglio : FOLKLAND
  • 3 Agosto : MONTE URANO HORROR FESTIVAL
Horror Festival Monte Urano
Immagine tratta da Corriereproposte.it
Rimani aggiornato, scarica l’APP ufficiale di Seremailragno.com
Google Play Store

Fuggire dal Mirage e dalle Marche: una pessima idea


Le due ragazze di 17 anni, Gaia Maria Perasso e Gaia Fiorentini, scomparse mentre erano in vacanza con i genitori al camping Mirage di Marina d’Altidona lungo la costa adriatica in provincia di Fermo sono state ritrovate a Pescara e stanno bene. Ora la domanda sorge spontanea: come si può fuggire da questo angolo di paradiso? Come si può fuggire dalla Regione Marche? Come si può scappare dal ciauscolo, dai vincisgrassi, dalle sagre di paese, dal profumo della costa adriatica, dalle bellezze dell’entroterra, dal rumore del mare, dal richiamo dei monti Sibillini, dall’arte, dalla cultura popolare, dal dialetto marchigiano? Avete fatto una grossa cazzata disonorando il nome di un territorio che offre benessere e relax, accogliendo turisti da tutta Italia. Il fermano è stato troppo spesso disonorato da vicende che hanno oscurato e infangato il nome di un territorio ancora ricco di valori. Noi amiamo il fermano, noi amiamo le Marche. Dovete chiedere scusa al territorio che vi ha ospitato.

Mirage Centro Vacanze
Centro Vacanze Mirage Altidona (FM)

Molti marchigiani si sono sentiti indignati e rivendicano nei social la punizione migliore con cui sono cresciuti sin da piccoli: lo scappellotto, i cui termini per definirlo sono innumerevoli nel nostro territorio:

  • Moccato’
  • Liccapinni’
  • Sciacquadenti
  • Ma’rovesciu
  • Scoppolo’
  • Scapellottu
  • Scopezzò
  • Leccamadonne
  • Leccafardu
  • Tonante
  • Saraca
  • Sberla

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Monte Urano – Punto da un insetto, è stato contagiato dal virus del Nilo Occidentale


Virus del Nilo Occidentale
Immagine del virus

Un quarantenne monturanese è stato punto da un insetto e dopo qualche giorno ha iniziato ad accusare un forte senso di spossatezza oltre che un visibile arrossamento della pelle attorno alla zona punta. Al Pronto Soccorso gli hanno diagnosticato di aver contratto il virus del Nilo occidentale (West Nile virus); dovrà guarire da un’anemia e dall’insufficienza renale. Il giorno dopo, il reparto di allergologia ha confermato la diagnosi.

 


Il virus

La febbre del Nilo occidentale è una malattia virale causata dal virus del Nilo occidentale (West Nile Virus); il nome deriva dal distretto di West Nile in Uganda, dove per la prima volta nel 1937 è stata diagnosticata su una donna che soffriva di una febbre particolarmente alta. La malattia è tipica del continente africano, tuttavia si sta diffondendo anche nel resto del mondo, come dimostrato dagli occasionali casi anche in Italia.


Contagiosità

Il virus West Nile viene trasmesso attraverso la puntura di zanzare quindi, maggiori sono i casi d’infezione e la quantità di zanzare nell’ambiente, maggiore sarà la probabilità di contrarre la malattia. La febbre del Nilo può contagiare anche gli animali, di particolare importanza in questo senso sono gli uccelli migratori responsabili della diffusione del virus nel mondo.


Trattamento

Non esistono al momento vaccini o trattamenti specifici, mentre vengono di norma usati farmaci per alleviare la sintomatologia tipica della malattia.

Fonte Approfondimento: Wikipedia

Clicca qui e scarica l’app per Android di Seremailragno.com per rimanere sempre aggiornato in tempo reale
Google Play Store

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

Lunedì 16 Luglio – Inaugurazione Sushimi Campiglione di Fermo


Lunedì 16 Luglio alle ore 19:00 apre il ristorante Giapponese SU SHI MI a Campiglione di Fermo..

Sushimi Campiglione Fermo

Sushimi Campiglione Apertura

Scarica l’app di Seremailragno.com per rimanere aggiornato

Google Play Store

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

 

A.s.d. Artistica Monturanese – Prove Saggio 2018


PROVE SAGGIO 3

Prove per il saggio (tema Minions) del 1° Luglio 2018 che si terrà presso il teatro delle Api di Porto Sant’Elpidio.

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.