7 segnali di ansia prefestiva da shopping


1

1.Quando entri nell’ipermercato niente è più come prima,sono sorte dal nulla montagne di oggetti consumistici,vette di panettoni da far impallidire Reinhold Messner,palle di Natale di tutti i colori,pareti di televisori ultra 4k full hd 200hz (più diciture ha più è figo,più ti sale la voglia di comprarlo)

panettoni.jpg

2.Le cassiere hanno le facce corrugate da scassamento di coglioni,già in: “clima festivo degli altri e lavorativo loro”

stanca

3.Prima di entrare all’ipermercato trovi la classica coppia di benefattori con pettorina simil protezione civile che cerca di appiopparti dei portachiavi o delle penne a soli 5€.Chissà che coincidenza hanno sempre accento napoletano.Saranno forse gli stessi venditori di cocco del lido??Comunque oramai hai acquisito negli anni una certa abilità nello schivarli

2.jpg

4.La parte più difficile è il momento di pagare.Scegliere la cassa più veloce è un impresa.Dopo un rapido scanning con passo fulmineo ti avvicini a quella con meno fila ma nell’attesa,girando lo sguardo per scorgere qualche milf,scopri che le altre erano più veloci e quando sta per toccare a te ecco che sorge un problema col cliente,e la cassiera inizia a telefonare freneticamente come se fosse in un call center indiano

cassa.jpg

5.Lo sbalzo termico è inverno-estate 

sbalzo.jpg

6.Inizi ad incontrare gente che davi per spacciata:stanno comprando i regali di natale un mese prima.Cercano di colmare la loro ansia da prestazione con l’acquisto precoce.

Regali_di_Natale.jpg

7.Le femmine di alto borgo vanno a fare la spesa in minigonna e tacchi a spillo solo rigorosamente dopo essere uscite dal parrucchiere e aver speso la modica cifra di 40€ per la messa in piega.Ma io dico,andate la domenica a messa in moto!Se non avete capito perchè in moto è per fare la piega.

mini.jpg

Ora potete rilassarvi e mandare a fanculo il consumismo……andare a fare la spesa!!Ma prima un bel like se vi è piaciuto l’articolo.

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Il sogno infranto di un bambino


Aveva speranza e fiducia nelle persone.
Credeva ciecamente nei loro sorrisi.
Il giorno in cui gli dissero:<<La befana non esiste>>,
le perse entrambe.
Non riusciva a credere in quelle parole.
Il suo sguardo si fece cupo,una lacrima iniziò a diramarsi lungo la sua guancia.
Aveva fortemente desiderato con intrepida gioia
quel dannato trenino elettrico,ma non arrivo’ mai.
trenino
Da quel giorno si promise di non credere più nelle persone e si chiuse nel suo silenzio. Dubitazione e inganno erano diventati troppo potenti,
e gli occhi innocenti di quel bambino avevano iniziato a capirlo,
a capire che per arrivare ai petali rossi bisognava affrontare
le innumerevoli spine.

Parole,silenzio e sentimenti


gif
Bisogna scriverli.
Bisogna inciderli.
Prendete un foglio,una lettera e una penna.
Scrivete,scrivete tutto di getto.
I sentimenti debbono rimanere indelebili,quando le parole saranno cessate,
quando la nostra presenza sarà tramutata in assenza
e il silenzio assordante la travolgerà così forte
da riprendere quel pezzo di carta
in bianco e nero.
Solo allora capirà veramente ciò di cui ci nutriamo:
Parole,silenzio e sentimenti. >>–cuoricino ->

lettera2

Strategia


strategia1

L’estate è terminata,l’inverno incombe,qual’è la vostra Strategia??

Gli alberi iniziano a “spogliarsi” del loro fogliame,mostrando a tutti come sono,le loro “ossa”,il loro sostegno.Il tempo delle api è terminato,il nettare prezioso è stato depositato,i semi hanno germogliato,le cicale si sono spente,le formiche non hanno mai smesso di lavorare,i grilli sono entrati in modalità silenziosa,le giornate si sono accorciate,la notte è avanzata prepotentemente.Ho realizzato questa foto in giardino mentre raccoglievo le foglie trasportate dal vento in ogni dove,foglie senza una meta,foglie morte ma con ancora un’anima.Mi hanno colpito le sfumature del legno,i segni lasciati dal tempo esaltati dalla vasta gamma di colori delle foglie cadutegli sopra.

Niente è morto finchè non è sepolto.

Credi sempre in te stesso


Credo che nella vita una cosa importante sia la flessibilità.La stessa flessibilità con cui i venditori di rose passano a venditori di mimose anche se solo per un giorno.Le occasioni vanno sfruttate per non lasciare nessun dubbio nel classico momento del futuro in cui si ripercorreranno le vecchie scelte del passato e si giudicheranno come se a giudicarle fosse il nostro peggior invidioso conoscente.Niente se,niente ma.Le occasioni vanno accolte.La paura va sempre superata.Delle decisioni vanno prese.Nuove strade vanno percorse perchè il sentiero della vita non ci riserva una strada,una sola opportunità ma una moltitudine di vie che sta a noi intraprendere.Abbiamo la testa per ragionare,l’istinto da ascoltare,il cuore da interpellare e la capacità di decidere.Abbiamo gli occhi per osservare gli altri e trarne il meglio senza giudicarli e senza invidiarli.Il miglioramento di noi stessi passa per l’apprendimento degli altri.Una volta appreso si aggiungono i nostri tocchi di originalità,il particolare per rendere l’ordinario in straordinario,lo schizzo in capolavoro.Mai arrendersi,mai abbattersi ma autostimarsi sempre ogni giorno.Migliorare i nostri difetti e maturare ogni giorno i nostri pregi.

“Never a failiture,always a lesson”