J-AX – Ostia lido [Free Download + Video Ufficiale]


Click to download

Tutti parlano di fare la vacanza colta

Ma poi alla fine vanno dove c’è gnocca

Sai la gente quando il sole la scotta

Come Peter Pan vuole fotterti l’ombra

Quando penso agli anni passati (che flash)

Noi così proletari, white trash

Altro che Bali Bali, (Ganesh)

Sognavamo Bari Bari, (guagnèt’)

No fricchettoni, si racchettoni e gavettoni

No ombrelloni né money, money neanche per gli asciugamani

Invece dei castelli con la sabbia facevamo case popolari

Cosa importa se sognavi Puertorico? Ma se restiamo insieme sembra un paradiso anche Ostia Lido Brucia il sole in ufficio che voglia che hai di scappare Uscire dall’acqua coperti di sale Mare blu profondo, sulla pelle il vento Intorno solo gente Che balla, che balla, che balla Intorno solo gente Che balla, che balla, che balla

Sulla riva letti ricoperti di stoffa

Musica new age gente che sboccia

Sembra quei privè da scambi di coppia

Ma io sono lo scoglio e tu la mia cozza

Tipa col bikini in seta Eccitata per il seitan e da Calcutta o Baudelaire (cliché)

Tipo lei fa un po’ la dieta e suda Le cola il make-up a fissare il mio panino allo speck (oh yeah)

Tra i maschi lo sport più diffuso sulla spiaggia

È ancora trattenere il fiato, tenere dentro la pancia Lui si porta i libri di Kafka

Ma poi studia solo ogni culo che passa

Cosa importa se sognavi Puertorico? Ma se restiamo insieme sembra un paradiso anche Ostia Lido Brucia il sole in ufficio che voglia che hai di scappare Uscire dall’acqua coperti di sale Mare blu profondo, sulla pelle il vento Intorno solo gente Che balla, che balla, che balla Intorno solo gente Che balla, che balla, che balla

Perché la tua fisicata mi fa asciugare la bocca

Anche se l’acqua è gelata portami dove si tocca

Forse non saremo vip, ma va bene così

Finché ho la birra ghiacciata e due fiori dentro la borsa

Cosa importa se sognavi Puertorico? Ma se restiamo insieme sembra un paradiso anche Ostia Lido Brucia il sole in ufficio che voglia che hai di scappare Uscire dall’acqua coperti di sale Mare blu profondo, sulla pelle il vento Intorno solo gente Che balla, che balla, che balla Intorno solo gente Che balla, che balla, che balla

 

Annunci

Threatin ed il successo più fake della storia musicale di tutti i tempi


Può un metallaro falsificare una band, un’etichetta ed un intero tour inventando sold out, concerti fake e popolarità sui social? Ebbene si. La storia del 29enne Jered Threatin Eames ha dell’incredibile per quanto bizzarra e assurda possa essere. Diventare una rockstar è veramente difficile al giorno d’oggi, allora Jared ha pensato ad una strada alternativa molto più veloce: l’auto celebrazione. Era tutto finto, dall’etichetta discografica ai sold out che in realtà erano locali completamente vuoti ed affittati per girare i video da pubblicizzare online.

Il messaggio lasciato successivamente allo “sgamo” dalla rockstar fake è stato:

“Che cos’è una fake news? “Ho trasformato una sala vuota in un caso mediatico internazionale. Se stai leggendo queste parole, sei parte dell’illusione”.

Testo di Living in Dying:

I lie awake at night
Just buried in my mind
I feel it burn inside

The will is gone
The will to carry on
Will to carry on

I will take no more
Don’t look back
I will take no more
Don’t look back
Living is Dying

I must admit I’ve tried
But, I just can’t decide
If I should sympathize

The will is gone
The will to carry on
Will to carry on

I will take no more
Don’t look back
I will take no more
Don’t look back
I will take no more
Don’t look back
I will take no more
Don’t look back
Living is Dying

I lie awake at night
Just buried in my mind
I feel it burn inside

The will is gone
The will to carry on
Will to carry on

I will take no more
Don’t look back
I will take no more
Don’t look back
I will take no more
Don’t look back
I will take no more
Don’t look back
Living is Dying