Come avere successo con le donne?


Avere successo con le donne

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Annunci

Remembering: The Microsoft Mouse


The microsoft mouse

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Il padre di Java: lavora per Amazon


Version 2

Dietro ad un colosso ci sono sempre menti immense troppo spesso nascoste nelle tenebre per dar luce al brand. Era la riflessione che facevo qualche settimana fa, quando in un servizio delle Iene sulla sicurezza informatica dissero: <<Chiediamo un parere ad un esperto del web>>, e apparve Fabio Rovazzi. All’inizio pensavo fosse uno scherzo, invece no, dicevano sul serio. Dunque se Rovazzi è un esperto del web allora James Gosling il co-fondatore di Java (uno dei linguaggi di programmazione più usati al mondo) che ora lavora per Amazon come possiamo definirlo?? Dio in persona? In effetti anche James se la ride con tutto rispetto per Rovazzi che ha saputo distinguersi non di certo per le sue conoscenze informatiche spinte. Un piccolo scivolone delle Iene, o meglio una trovata commerciale ben poco digeribile dalla scienza (come lo fu per il metodo Vannoni tanto osannato nei loro servizi ma poi rivelatosi un fake clamoroso). 

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

 

La coppia milionionaria di Youtube


Felix Kjellberg è un ragazzo svedese e Marzia Bisognin una ragazza italiana. I due si sono conosciuti ed innamorati come una normale coppia, ma poi è arrivato il boom di miliardi di visualizzazioni. La storia potrebbe sembrare quella di migliaia di fidanzati ma Felix e Marzia hanno fatto qualcosa di davvero speciale, sono diventati infatti la coppia più famosa del web a livello mondiale. Il canale su YouTube di Felix è il più visitato al mondo con ben 62 milioni di iscritti (al momento) e oltre 18 miliardi di visualizzazioni. Marzia invece è l’italiana più celebre del tubo con più di 7 milioni di iscritti e quasi 500 milioni di visualizzazioni. I rispettivi canali PewDiePie e CutiePieMarzia generano fior di milioni ogni anno. Nessuno, sul web ha ottenuto un successo paragonabile.

Every time I’m in Tokyo I like to say hi to Hachikō. 🐕

A post shared by Marzia Bisognin (@itsmarziapie) on

I video di Felix Kjellberg sono dedicati agli innumerevoli appassionati di videogame. Decisamente più eleganti e delicati sono invece i video di Marzia Bisognin che racconta alcuni momenti della sua vita, dispensando anche consigli di bellezza, moda e cucina e i gli amati Carlini. L’avventura della giovane youTuber vicentina (nata ad Arzignano e poi trasferitasi all’estero) è partita proprio dopo essere apparsa diverse volte nei video del suo ragazzo; la sua bellezza è stata un trampolino di lancio non indifferente. La crescente curiosità dei fan dello svedese ha spinto Marzia ad aprire il suo canale personale ed in pochissimo tempo ha conquistato una vasta platea internazionale. Grazie alla lingua inglese sono in grado di attrarre milioni di persone da ogni parte del mondo. Anche su Instagram Marzia ottiene la 10° posizione (al momento) tra i personaggi italiani più influenti al mondo (qui potete vedere la classifica).

Copyright©2018 https://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

I giorni della merla: 29,30,31 Gennaio


Se farà freddo la primavera che verrà sarà bella e lunga. Se farà caldo, l’inverno durerà oltre il 21 marzo..

I giorni della merla sono, secondo la tradizione popolare, gli ultimi tre giorni di Gennaio (ovvero 29, 30 e 31). Sarebbero i tre giorni più freddi dell’anno. Le statistiche meteorologiche disponibili per gli ultimi decenni contrastano con il detto popolare per cui si ipotizza che le temperature medie di un tempo fossero inferiori alle attuali.

Secondo altre fonti la spiegazione della locuzione deriverebbe da una leggenda secondo la quale, per ripararsi dal gran freddo, una merla e i suoi pulcini, in origine neri come i maschi della stessa specie, si rifugiarono dentro un comignolo, dal quale emersero il 1° Febbraio, tutti grigi a causa della fuliggine. Da quel giorno tutti i merli femmina e i piccoli furono grigi.

Secondo un’altra versione più elaborata, una merla era regolarmente strapazzata da gennaio, mese freddo e ombroso, che si divertiva ad aspettare che lei uscisse dal nido in cerca di cibo, per gettare sulla terra freddo e gelo. Stanca delle continue persecuzioni, la merla un anno decise di fare provviste sufficienti per un mese, e si rinchiuse nella sua tana, al riparo, per tutto il mese di gennaio, che allora aveva solo ventotto giorni. L’ultimo giorno del mese, la merla, pensando di aver ingannato il cattivo gennaio, uscì dal nascondiglio e si mise a cantare per sbeffeggiarlo. Gennaio se ne risentì così tanto che chiese in prestito tre giorni a febbraio e si scatenò con bufere di neve, vento, gelo, pioggia. La merla si rifugiò alla chetichella in un camino e lì restò al riparo per tre giorni. Quando la merla uscì, era sì salva, ma il suo bel piumaggio si era ingrigito a causa della fuliggine del camino, e così essa rimase per sempre con le piume grigie.

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Felice entra nella storia rispondendo: LA PATACCA


 

“Lo vedi che Felice ci da sempre soddisfazione” (cit. Fabrizio)

FONTE: Rai Replay

Il plagio di Ignazio Marino


Tratto da una storia vera: dopo il caso scontrini,il caso copertina…

Ignazio Marino Plagio

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.