Video Presentazione: seremailragno.com


Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

Sponsorizzazioni su Facebook: caso pratico


Sponsorizzazione Facebook.jpgÈ da un po’ che sto studiando il comportamento, l’analisi, i risultati su Facebook riguardanti le sponsorizzazioni mediante un sistema empirico. Se hai un’azienda,un attività, un locale e vuoi farti conoscere prima o poi ti dovrai scontrare con le sponsorizzazioni. Spesso il modo migliore per testare se una campagna pubblicitaria funziona o meno è fare delle prove con un budget minimo e vedere effettivamente cosa accade. Infatti non sempre è possibile prevedere i risultati di una sponsorizzazione. Le variabili in gioco sono moltissime e molto spesso è l’esperienza l’arma maggiore a nostra disposizione. Più si sperimenta, più si comprende e più si acquisiscono nozioni utili per le successive campagne promozionali. Per una volta ho voluto fare di testa mia senza informarmi bene sul tema. Quella riportata nell’immagine è un esempio di sponsorizzazione di un dipinto fotografato in una cripta del Duomo di Fermo. I temi quindi sono la pittura,l’arte,la cultura,i dipinti,i quadri,la religione. La prima cosa che dobbiamo fare prima di sponsorizzare un’immagine è dire quali sensazioni esprime una foto magari dai nostri amici/familiari ma anche a noi stessi cercando di essere imparziali. Individuare la nicchia è essenziale per ridurre al minimo il target di coloro che andranno a vedere la sponsorizzazione. Bisogna ottenere la migliore risposta usando il minor budget!È inutile far vedere un quadro ad una persona a cui l’arte non interessa,sarebbe inutile ed intaccherebbe il nostro denaro. Quindi bisogna individuare al meglio il target per ottenere efficienza. Anche la localizzazione risulta essere molto importante.Infatti è più utile coinvolgere gente vicino a noi ed incuriosirla piuttosto che proporre un prodotto/servizio a persone lontane dal nostro mercato. La vicinanza in generale è un fattore chiave,anche se poi tutto dipende da cosa stiamo sponsorizzando.In genere dobbiamo essere vicini ma non troppo. Per esempio nel nostro caso dobbiamo essere abbastanza vicini da raggiungere il luogo ma non troppo vicini da averlo già conosciuto. È curioso colui che non conosce.Anche l’età e il sesso contano molto per ovvi motivi (inutile scegliere di promuovere assorbenti a uomini e dentiere alle teenager per ovvie ragioni). L’interesse è quello che ci aiuta ad individuare il target ottimale.Ho messo molti hashtag anche se questo è da evitare(l’ho fatto solo perché a lungo termine potrebbe risultare utile nelle ricerche),la descrizione deve essere semplice e deve impressionare.Deve colpire il sentimento di chi la guarda sia dal computer che dallo smathphone. Poi abbiamo il budget economico,un altro elemento essenziale della campagna.Tutto ruota intorno ai soldi.Tutto dipende da quanto siamo disposti a spendere in pubblicità ricordando che:

Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l’orologio per risparmiare il tempo.
(Henry Ford)

Forse la scelta del budget è il parametro più delicato.Quanto debbo spendere?Quanto voglio spendere?Quanto sono disposto a spendere?Quanto credo in ciò che sponsorizzo?Col tempo si possono rispondere a queste domande, ma per partire ci bastano 5€.

Nell’esempio sopra sono stato piuttosto generico e largo in termini di selezione. Essendo la città in cui si trova la tela nelle Marche,ho scelto come luogo proprio la regione Marche. Come età ho messo 18-65+ e come interessi non ho selezionato nulla.Ho impostato un budget di 4€ per 7 giorni con la possibilità di andarlo a modificare in corso d’opera. Una cosa importante è che una volta terminata la campagna non possiamo più mettere in evidenza lo stesso post. Quindi se vogliamo continuare a sponsorizzare lo stesso post dobbiamo farlo prima del termine della campagna,in quanto in corso d’opera possiamo aggiungere il budget e prorogare la campagna. Questo è utile perché possiamo analizzare i risultati,vedere come sta andando e modificare i parametri al fine di migliorare il target. È a piccoli passi che si è conquistata la luna!(sempre che non sia stata tutta una montatura).

Tornando a noi dalla campagna ho escluso le fasce giovanili perché poche avvezze all’arte e alla cultura.Ecco perché sono partito dai maggiorenni.Poi ho visto analizzato il grafico delle età e del sesso e ho notato che i migliori riscontri si hanno dai 45 ai 65+ anni,questo perché come potevamo aspettarci le persone sono più mature,più religiose e maggiormente interessate all’arte. Inoltre all’aumentare dell’età aumenta anche la percentuale di interesse della donna. Ecco perché ho scelto di modificare il range di età spostandolo verso l’alto e il sesso selezionando solo le donne. Fatto questo ho aggiunto altro budget alla campagna. Piccoli step sempre più restringenti perché è dall’analisi dei dati raccolti che si prendono i provvedimenti. Per esempio nel passo successivo potrei modificare di nuovo il target aggiungendo gli interessi e aggiungere ancora altro budget per vedere se migliora la situazione.

Fatevi furbi(nel senso positivo del termine,non nel senso che dovete fregare le persone,questo non va mai e poi mai fatto sia chiaro).Anticipate,giocare d’anticipo è fondamentale. Come?Vi spiego.Allora nel mio caso prima di pubblicare la foto ho fatto una ricerca su Google. Inutile parlare di cose già note e già viste,voi dovete essere originali. Più sarete unici e originali e più avrete successo.Per questo motivo ho visto che l’argomento e la tela erano poco conosciuti. Un punto a mio favore!Ho creato subito un articolo dedicato e indicizzato con i tag giusti. Ecco quindi che colui che viene affascinato dalla foto su Facebook andrà a fare la ricerca su Google con il tag che io ho indicizzato qualche giorno prima. Morale della favola, l’utente andrà a cliccare con molta probabilità sul mio articolo.A questo punto dovrebbe scattare l’applauso,queste cose non si insegnano e probabilmente non ci avevate mai pensato o sbaglio?È uno dei motivi per cui vi consiglio di seguire il mio sito. Potrei continuare a scrivere pagine e pagine ma dopo l’articolo diventerebbe pesante quindi vi riassumo altre due cose molto importanti per una sponsorizzazione: la “gnocca” e le “cose gratis”, e se proprio vuoi esagerare con la “gnocca gratis” il successo sarà assicurato.Lascerò a voi sviluppare i concetti o magari li riprenderemo in futuro(fatemi sapere).

Non dimentichiamoci poi l’asse temporale.Il tempo relativo di Einstein basato sugli avvenimenti. Gli avvenimenti sono essenziali. Il contesto sociale nel momento della sponsorizzazione è essenziale. Le persone sono facilmente influenzabili dai mass media,per questo dobbiamo sfruttarli per veicolare l’advertising nel momento giusto. È scoppiato un caso di uova avvelenate da pesticidi??È il momento giusto di sponsorizzare le nostra uova biologiche!!Dobbiamo fornire la giusta soluzione nel momento esatto alle problematiche sociali. Chiamatelo cinismo,chiamatelo opportunismo o chiamatelo semplicemente marketing.

Ps: se siete curiosi di vedere il post ecco il link.Mi raccomando commentate l’articolo e fatemi sapere come la pensate.Grazie 🙂

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Ryanair: le recensioni ad 1 stella su 5 raggiungono un picco senza precedenti


Ryanair.jpg

Il popolo del low cost ha sentenziato con 34 mila recensioni ad una stella che stanno crescendo a dismisura e a livelli impressionanti. Un voto medio di 1,4 stelle non si era mai visto in una pagina da 2.433.746 like. Sta scoppiando una vera e propria bomba dentro la compagnia?Che diavolo sta succedendo? Migliaia di voli cancellati, con un totale di circa 400 mila passeggeri coinvolti. Certo che avvisare i passeggeri per email è davvero bizzarro visto che nel 2017 le e-mail non le leggono quasi nemmeno i professori universitari,figuratevi la gente comune.

Un caos senza precedenti nella storia dei voli civili. E l’immagine di Ryanair ne sta uscendo devastata proprio come un k.o. tecnico in un incontro di boxe.

Il titolo ha subito un crollo in borsa:

Ryanair in borsa.jpg

Nell’ultimo aggiornamento ufficiale Ryanair fa sapere:
Ryanair ha fornito un aggiornamento riguardante i progressi sul lavoro susseguenti la cancellazione di 2.100 dei suoi 103.000 voli per le prossime 6 settimane come segue:

  • Tutti i 315.000 clienti hanno ricevuto messaggi di posta elettronica lunedì 18, informandoli sulle loro modifiche di volo e offrendo voli alternativi, rimborsi e comunicazioni EU261. (La cifra è inferiore alla stima iniziale di 390.000, in quanto le prenotazioni in avanti nel mese di settembre erano del 90%, mentre ad Ottobre era del 70%)
  • A chiusura di mercoledì 20, Ryanair prevede di aver risposto ad oltre 175.000 clienti – oltre il 55% dei clienti interessati.
  • Dopo la chiusura di mercoledì 20, oltre 63.000 rimborsi di volo saranno trattati (oltre il 20% dei clienti interessati)
  • La compagnia aerea ha assunto personale addetto al servizio clienti per accelerare il ritardo delle richieste di cambiamento e rimborsi.
  • Ryanair prevede di elaborare oltre 300.000 rotte alternative o rimborso clienti (oltre il 95% dei clienti interessati) entro la fine di questa settimana – entro 6 giorni dalla notifica ai clienti della cancellazione dei voli.

Kenny Jacobs di Ryanair ha dichiarato:
“Ci scusiamo sinceramente a ciascuno dei 315.000 clienti i cui voli originali sono stati annullati per un periodo di 6 settimane in Settembre e Ottobre, mentre lavoriamo per risolvere questo problema nel più breve termine possibile.
Abbiamo aggiunto squadre addizionali per il servizio clienti per velocizzare il tasso di rimborso o proposte di voli alternativi. Ci aspettiamo che la maggior parte di questi ultimi sia completata entro la fine di questa settimana.
La grande maggioranza delle richieste viene affrontata in linea, ma i nostri call center e le linee di chat sono estremamente affollate, chiediamo ai clienti interessati di avere un po di pazienza, facciamo tutto il possibile per rispondere alle loro richieste e cercare di risolvere qualsiasi problema sia stato loro creato, per il quale ancora una volta ci scusiamo “

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Aggiornamento Facebook: l’immagine di profilo circolare


Novità sulle pagine Facebook: a partire da Agosto 2017, la forma della tua immagine del profilo cambierà da quadrata a circolare nella sezione Notizie e sul diario della tua Pagina. La versione più grande dell’immagine del profilo nell’area della copertina della tua Pagina resterà quadrata.

Immagine profilo circolare.jpg

Per ottenere quindi il risultato desiderato apriamo il nostro logo in Adobe Photoshop ed andiamo a sfruttare la sezione ellittica:

Sezione ellittica Photoshop.jpg

Tenendo premuto il tasto shift (in modo da avere un cerchio perfetto) andiamo a definire la sezione circolare in modo da creare la massima sezione circolare possibile interna al quadrato. A questo punto possiamo fare selezione inversa e andiamo a colorare la parte di scarto. Avremo ottenuto così il pattern di riferimento da usare al fine di ottenere un risultato ottimale nella nostra pagina. Vi allego qui il pattern in formato .psd in modo che possiate utilizzarlo per modificare il vostro logo da mettere sulla pagina.

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

 

Lezioni di marketing da Acqua&Sapone


Acqua&Sapone.jpg

Ero in fila alla cassa di Acqua&Sapone quando ad un tratto sono stato turbato nell’ascoltare un diverbio sorto tra la cassiera e una cliente. La cliente, una signora sui 45 anni, sosteneva, come fattogli notare da sua figlia di una decina d’anni, che il prodotto (una sorta di detergente) avesse un’evidente mancanza di liquido (più o meno un 30/40%). La cassiera,che dentro secondo me stava inveendo e peccando contro quella donna quasi come se percepissi le onde cosmiche dei peccati trasmessi nell’etere, per far contenta la cliente ha così richiamato con il microfono il caporeparto facendogli portare 2 elementi dello stesso prodotto per un confronto diretto. Ponendoli in controluce hanno verificato che il livello del liquido presente al suo interno era esattamente lo stesso. E così sentendo il peso delle continue frustrazioni a cui sono soggetti i cassieri per scaricare la tensione ho esclamato in sua difesa: “è normale,si chiama strategia di marketing, anche quando compri i sacchetti di patatine la metà è aria” . La signora se n’è andata e ha portato a casa oltre al detergente un’importante lezione di vita e di marketing: il prodotto presente nelle confezioni è molto spesso nettamente inferiore al suo contenitore e quando non è possibile fare ciò si gioca sulle forme facendole sembrare più grandi avendo però sempre la stessa quantità di contenuto a parità degli altri prodotti concorrenti. Questo importante episodio ha messo alla luce l’inganno quasi sempre inosservato ma veramente spinto che spinge l’inconscio del consumatore a credere che più una confezione è grande e più elevata sia la sua quantità di prodotto.SBAGLIATO. La confezione è l’apparenza. La confezione contiene le più spinte strategie d’inganno studiate a tavolino e testate al fine di spingere il consumatore ad acquistare il proprio prodotto piuttosto che quello di un competitor. I prodotti alla fin fine sono come le persone, hanno un corpo e un’anima. E come accade per le persone spesso quelli con il corpo migliore hanno delle forti mancanze nell’anima.

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Il Digital Web Marketing di Montenegro


Un brindisi speciale ai grandi indecisi della settimana(Cassano e Paint): sappiate che un sorso di sapore vero per voi ci sarà sempre.

Cassano e Paint

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Digital Web Marketing: Servizi offerti


Sei un’azienda, lavori bene nel tuo piccolo e secondo te per tradizione tramandata,per mentalità,per imitazione o ignoranza(=mancata conoscenza del mercato), la visibilità sul web non è importante.SBAGLIATO!Siamo nel 2017 no nel 1990!Non utilizzare nessuna strategia di marketing online, dove tutti possono vedere la tua realtà, è sicuramente l’errore più grave che si possa commettere.Come posso aiutarvi?Iniziamo con 3 passi:

  • Il primo passo o passo più semplice, che oramai tutti sanno fare (il fatto che lo sappiano fare non significa che lo facciano bene,anzi ci torneremo) è aprire una pagina Facebook della propria attività.Vi sono aspetti importanti sottovalutati,non presi in considerazione o addirittura ignorati quando si procede in questa direzione.Il motivo è semplicemente dovuto alla mancanza di competenze professionali nell’utilizzo spinto della piattaforma Facebook.Cosa significa?Voi siete dei professionisti del vostro lavoro,siete l’anima e il motore della vostra attività, ma il vostro lavoro non è pubblicizzarvi.Per pubblicizzarvi ci sono dei professionisti.Per esempio,potrete essere i migliori produttori di macchine al mondo ma se non le sapete vendere il fatto che voi siate i migliori non vi differenzia dai mediocri e di conseguenza non incrementa le vostre vendite.Voi siete i migliori ma dovete convincere gli altri di esserlo!Dovrete fare in modo che tutti si accorgano della differenza,ma per fare ciò la dovete sottolineare,dovete farla conoscere e vedere.Ecco quindi come in questi casi non bisogna utilizzare Facebook come un social network ma come una vera e propria vetrina dove far vedere ai clienti e ai potenziali clienti tutto quello che possiamo offrire loro,come lo offriamo,i vantaggi,le offerte,la qualità ecc.Bisogna mettere da parte il Facebook social network e addentrarsi in Facebook la piattaforma vetrina del mondo.Cambiare il punto di vista è necessario ed è fondamentale.

logo facebook png

  • Il secondo passo (può anche essere precedente) è necessariamente Google Business. Perchè come Facebook è la rete di contatti più grande al mondo,Google è il motore di ricerca più usato al mondo.Poi qui bisognerebbe fare una disquisizione sul mercato che vogliamo raggiungere e sulle indicizzazioni in altri motori di ricerca usati maggiormente all’estero. Ma supponiamo,per il momento, di rimanere a livello nazionale e concentriamoci sul nostro mercato.A questo livello, Google è il motore di ricerca sicuramente più utilizzato e noi dobbiamo sfruttare tutte le sue potenzialità.Quando si fa una ricerca di un’attività,Google mostra sulla destra una scheda riassuntiva delle caratteristiche principali:foto,descrizione,recensioni,sito web,tour virtuale.Abbiamo una situazione del tutto simile a Facebook, ovvero dobbiamo cambiare di nuovo punto di vista e non considerare Google semplicemente come un motore di ricerca senza anima.Google è un “bestione” manovrato da degli algoritmi tra i più sofisticati al mondo in grado di dare ciò che è più pertinente alla richiesta dell’utente.Dal nuovo punto di vista Google è un’altra vetrina da allestire al meglio affinchè l’utente ne sia attratto ed entri nel nostro negozio.Questa procedura viene effettuata mediante l’utilizzo di Google Business.

logo google png.png

  • Il terzo passo consiste in una maggiore visibilità offerta, indicizzando la propria attività sul motore di ricerca, grazie ad un articolo scritto su questo sito web. Nell’articolo verrà descritta dettagliatamente l’azienda,i prodotti,la produzione,la storia,ecc.In questo modo quando l’utente cercherà la vostra azienda su Google, oltre alla scheda Google Business, uscirà fuori anche questo articolo dove l’utente potrà vedere in effetti cosa dicono gli altri della vostra attività.

Logo seremailragno.png

  • Bene,questi sono i tre passi fondamentali che io posso offrirvi integrando il tutto con un servizio fotografico completo ed eventualmente anche videografico montato a regola d’arte dal sottoscritto.

google guide livello 6 png 300x300.png

Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi, è come se fermasse l’orologio per risparmiare il tempo (Henry Ford)

Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra che si vincono i campionati (Michael Jordan)

Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare (Seneca)

I leader risolvono i problemi di oggi guardando alle opportunità di domani (anonimo)

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.