Strategie di marketing – Come si riempie una piazza pubblica?


Tra le tante domande interessanti a cui molte amministrazioni comunali debbono dare risposta una riguarda sicuramente il come riuscire a riempire una piazza pubblica (sopratutto durante il periodo natalizio). Come incentivare la gente a scendere nella piazza di paese e a spendere denaro nelle attività locali?? Abbiamo indagato prendendo un caso studio interessante: quello di Piazza del Popolo di Fermo. Da diversi anni l’amministrazione comunale è riuscita con successo a rianimare il quadratum (piazza in latino), ma come ha fatto? Quale strategia hanno usato?? Beh in realtà la genialata è sotto gli occhi di tutti ed è forse questo il motivo per cui non la si percepisce. Udite bene: il segreto per riempire una piazza è riempire la piazza. Lapalissiano direte voi?! Beh non proprio! Non vi è ancora chiaro? Bene, ascoltate:

Annunci

Regola n° 1: non prendetemi per il culo


Nei pre-contratti telefonici prima ti dicono una cosa poi durante la registrazione aggiungono particolari di cui non avevano parlato e allora ti incazzi e blocchi tutto. Registro tutte le chiamate, ascolto bene, i trucchetti del cazzo li conosco tutti. Purtroppo oggi come oggi se non vi informate bene e non alzate la voce ve lo piazzano dritto in culo…la mancanza di trasparenza atta a fare numeri e basta non è concepibile. Il cliente va informato correttamente e se mi dici che il costo è x poi quando inizio a darti i dati aggiungi un costo y allora non ci siamo. Volete giocare con la psiche delle persone? Che il gioco abbia inizio, detto io le regole….

Melegatti: campagna pubblicitaria suicida? Due episodi di Suicide Marketing


Fondata nel 1894 a Verona da Domenico Melegatti ottenne il brevetto per l’invenzione del Pandoro.

Melegatti

Il “caso Melegatti” ha fatto ormai il giro del web (se ne è occupata anche la pagina Facebook Marketing Ignorante da cui abbiamo tratto diversi spunti). Tra commozione, patriottismo e supporto, gli italiani hanno acquistato pandori dell’azienda Veronese per “salvarla” dalla crisi. Un gesto eroico di quelli strappalacrime ideali per un servizio di Studio Aperto. Tra i motivi che si celano dietro la profonda crisi del brand Melegatti c’è sicuramente un dato di fatto: il pessimo marketing.

Per darvi un’idea vi riportiamo 2 episodi di “suicide marketing”:

1. Tone of voice da pagina trash (all’interno della copy strategy di una campagna pubblicitaria, il tone of voice esprime il tono che si vuole dare alla comunicazione) . “Toppano” completamente un post venendo accusati di omofobia e si ritrovano costretti a scrivere un post di scuse, scaricando, tra l’altro, le responsabilità su un’agenzia marketing esterna. Il post recitava: “Ama il tuo prossimo come te stesso… basta che sia figo e dell’altro sesso!”

Ama il tuo prossimo come te stesso Melegatti

Nel post di scuse è apparso il commento di un certo Giorgio Serafini, che elogiava il brand perché aveva avuto il coraggio di ammettere i propri errori. Peccato che Giorgio Serafini fosse il direttore marketing di Melegatti, cioè colui che aveva la responsabilità del post in questione; un po’ come battersi il cinque da soli.

Scuse Melegatti

2. Nel 2015 stabiliscono una partnership con l’ influencer del nulla Valerio Scanu e parte la produzione e la commercializzazione dell’imperdibile “Pandoro Valerio Scanu Limited Edition”, che chiaramente è un fallimento su tutta la linea..

Pandoro Melegatti Valerio Scanu

Tra l’altro la scelta della frase nel primo caso e la scelta del testimonial del secondo caso sono in netto contrasto tra di loro,insomma una vera campagna suicidio!

Trends 2017 Italia: i personaggi più cercati dell’anno e il segreto per diventare famosi


I più cercati Google Trends 2017 Italia

Nella top 10 delle ricerche italiane individuiamo le tematiche principali,che possiamo raggruppare in 5 macro categorie:

  • Morte 
  • Rischio di morte
  • Calcio
  • Sanremo
  • Influencer

Entrano nella categoria Morte: il famoso pilota di moto Nicky Hayden investito mentre andava in bicicletta, Paolo Villaggio attore famoso morto a 84 anni, Chester Bennington famoso cantante dei Linkin Park morto suicida, Chris Cornell cantante di 52 anni morto suicida. L’essere molto famosi e morti li ha resi celebri in rete.

Entrano nella categoria Rischio di Morte: Nadia Toffa la conduttrice delle Iene uno dei programmi più visto della televisione italiana,Fabrizio Frizzi conduttore famoso della Rai. Il rischio di morte determina una maggiore curiosità protratta nel tempo rispetto alla morte.Per sapere le condizioni di salute vengono continuamente cercate le query nel motore di ricerca.Questo incrementa quindi il volume stesso delle ricerche. Il rischio di morte può quindi elargire un maggiore interesse di una morte improvvisa.

Entra nella categoria Calcio solo Donnarumma. È giovane,è famoso,è ricco,gioca a calcio,gioca con il Milan,vive in Italia paese di pallonari. C’era da aspettarselo un elemento di calcio nella classifica.

Entra nella categoria influencer solo Chiara Ferragni. È famosa,è bella,è ricca,è gnocca,si “sbombarda” un cantante famoso,si sta per sposare ed è incinta. L’unica influencer ad avere tutte le carte in regola per entrare in classifica.

Entrano nella categoria Sanremo i due cantanti in podio nel programma televisivo musicale più famoso e importante d’Italia. Inoltre un anno di successi e di rilanci discografici per i due cantanti italiani. Sanremo si conferma una delle più importanti vetrine a livello di immagine per quanto riguarda la musica. Ciò non toglie la grandezza dell’artista senza la quale la vetrina non avrebbe senso.

Da notare bene come le categorie Politica,Economia,Società non rientrino nella fonte di interesse specifico della massa di “ricercatori web”.

Insomma la strada per il successo è segnata in maniera molto lineare,per arrivare in alto devi:

Essere un giovane influecer molto famoso che gioca a calcio ha doti canore eccellenti tali da poter partecipare a Sanremo, devi essere quel tanto fortunato da rischiare di morire ma sopravvivere alla grande,ritornare in pista e al momento dell’apice della carriera schiattare per un tragico evento fatale. Ti ho svelato il segreto per diventare famoso,ora tocca a te!

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.