Nella cripta della cattedrale dell’Assunta di Fermo


Sposalizio della vergine di Ubaldo Ricci.jpg

Siamo nella cripta duecentesca della Cattedrale dell’Assunta di Fermo aperta al pubblico solo due volte l’anno. Entrando, sulla destra troviamo la tela Sposalizio della Vergine di fine diciassettesimo secolo attribuita al pittore Ubaldo Ricci (1669 – 1732), per la distribuzione dei panneggi elaborati, dipinti con impasti corposi che non rinunciano ad effetti di trasparenza. Le architetture del fondo e il velario sulla destra, di forte sapore classico, si accompagnano a una parca di cherubini circonfusa da una trasparente raggiera. Sulla base delle informazioni di Trebbi e Filoni-Guerrieri, il Crocetti propone per questo notevole dipinto una cronologia prossima al 1698 che può essere accolta sebbene non si possa escludere una datazione più ampia che si estenda all’intero decennio precedente. Ubaldo Ricci è stato un esponente di una prolifica dinastia di artisti attivi a Fermo per quasi due secoli al servizio della piccola nobiltà locale e di committenti in prevalenza ecclesiastici. Figlio del pittore Alessandro, Ubaldo si formò a Roma dove ebbe modo di studiare le opere del Baccino, di Pietro da Cortona e Carlo Maratti. Tornato nella città di origine si pose a capo di una bottega molto attiva che gestì in stretta collaborazione con il fratello Natale,diffondendo tra Marche e Abruzzo una pittura eclettica e di facile impronta devozionale.

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

Novella Corradi~Street Art Murales


Novella Corradi FaceNovella Corradi

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Tatuaggi sonori: ascoltare un tatuaggio è già realtà


Soundwave Tattoo.jpg

La genialità non ha mai fine e stavolta ha puntato la frontiera sempre in auge dei tattoo. Un nuovo rivoluzionario tatuaggio si può infatti ascoltare come una canzone mediante un’apposita app denominata Skin Motion.Questa applicazione rileva infatti le onde musicali del tatuaggio, le legge e le riproduce.Una sorta di shazam rivoluzionato per tattoo. Vi sareste mai aspettati di poter riascoltare all’infinito quella traccia che vi ricorda un momento particolare della vita?La voce della persona che amate, o di qualcuno scomparso?

L’idea è venuta in mente ad un tatuatore americano, Nate Siggard, che ha introdotto in questo settore l’emozionante novità. Lui stesso si è tatuato la voce della fidanzata che dice “Ti amo”, e i vagiti del figlio di pochi mesi. Nate afferma che l’idea gli è stata suggerita proprio da lei, Juliana, che, alla fine di un appuntamento, ha esclamato: «Non sarebbe bellissimo se si potesse ascoltare un tatuaggio?!». Il progetto si sta diffondendo in fretta e presto lo vedremo in Italia,sicuramente in anteprima sulle popstar italiane.

Visita il sito Soundwavetattoo

Dopo due settimane e mezzo e oltre 14 milioni di viste su Facebook, Skin Motion, LLC ha annunciato che la sua applicazione mobile e il prodotto Soundwave Tattoo saranno disponibili nel giugno del 2017. Il fondatore Nate Siggard ha creato la prima realtà ampliata Soundwave Tattoo In grado di riprodurre il suono originale. Non appena il video è diventato virale, ha rapidamente presentato un brevetto provvisorio ed è andato a far sviluppare su un’applicazione mobile commerciale che funzionerebbe per chiunque volesse farlo.

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Panta Rei


Panta Rei è una locuzione greca letteralmente traducibile in “tutto scorre” (in greco πάντα ῥεῖ), utilizzata come massima sintesi del pensiero di Eraclito, fra i maggiori filosofi greci presocratici, vissuto a Efeso tra il 535 a.C. ed il 475 a.C.Se tutto è in perenne divenire, Eraclito può con diritto affermare che: « Non si può discendere due volte nel medesimo fiume e non si può toccare due volte una sostanza mortale nel medesimo stato, ma a causa dell’impetuosità e della velocità del mutamento essa si disperde e si raccoglie, viene e va », nel senso che la mobilità delle acque fa sì che il fiume in cui si è discesi la seconda volta non sia più il fiume in cui si è discesi la prima volta.Così avviene in tutta la realtà, in cui dunque non vi può essere esperienza di una ripetizione di qualcosa di identico.

PANTA REI TATTOOS

Pantarei tatoo.jpg

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Stanotte a San Pietro [download]


Alberto Angela ci fa scoprire monumenti famosi come la cupola di San Pietro, la sublime Pietà, gli affreschi della Cappella Sistina e i giardini immersi nella quiete notturna.Ci porta sulle tracce dell’anziano Michelangelo e del giovane Raffaello, scoprendo anche luoghi normalmente chiusi al pubblico come l’archivio segreto, la gendarmeria, la caserma delle Guardie Svizzere. Ci racconta una lunga storia di potere, spiritualità e mecenatismo che ha conosciuto anche momenti drammatici. Grazie alle tecniche della polizia scientifica quasi in un moderno CSI Alberto Angela riuscirà a far rivivere la città dei Papi in una luce nuova.StanotteASanPietro.jpg

Volete scaricarvi la puntata e vedervela comodamente dove e quando volete??Nessun problema con 4 semplici mosse a portata di mouse:

  1. Andate sul video del sito di rai replay (link al video)
  2. Copiate l’URL (ovvero l’indirizzo web)
  3. Incollatelo al sito pastlink (link al sito)
  4. Salvate il video sul desktop (il formato è .mp4,la risoluzione 928×522 (16:9),lo spazio occupato 1.68 GB)

A seconda della vostra connessione internet impiegherete dai 10 ai 30 minuti per il download completo.In alternativa se avete installato un programma di torrent e volete una qualità ancora maggiore potete scaricare il file a questo link(fino a quando sarà disponibile,in questo caso il video in formato è codificato in H264 ad una risoluzione 1080p e occupa 3.06 GB).Buona visione

alberto angela.jpg
Una rivisitazione moderna su base Angela del Giudizio Universale di Michelangelo

 

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.