fbpx

Banca e pagamenti digitali: rifiuto del bonifico SEPA istantaneo

Banca e pagamenti digitali: rifiuto del bonifico SEPA istantaneo

Purtroppo UBI Banca presenta: 1) Un sito web di una lentezza disarmante 2) Dopo pochi minuti se non sei veloce ti deloggano in automatico e devi rimettere ogni volta i dati 3) Il Bonifico SEPA Istantaneo (trasferimenti in pochissimi minuti) viene venduto come un rapido servizio online ma in realtà spesso non funziona causando disagio al cliente che fa affidamento sui servizi di home banking di UBI Banca del tutto inaffidabili ma ovviamente fatti pagare a caro prezzo. E se è Sabato o Domenica essendo le banche chiuse sei nella merda fino al collo. Tornando indietro, il bonifico istantaneo a differenza di quello tradizionale, permette di trasferire rapidamente denaro da una conto all’altro: solitamente l’operazione viene accreditata in pochi secondi, anche se possiede costi più elevati di quello tradizionale (UBI lo fa pagare 2.50€ in più). In realtà il costo non è motivato dalla difficoltà o dallo sforzo fisico in quanto avviene in automatico ma dal fatto che in questo paese le cose urgenti te le fanno pagare care, perché aumenta la predisposizione a pagare di più essendo un servizio urgente (in poche parole vogliono spillarti più soldi). Benvenuti nell’era dei pagamenti digitali e dell’acclamato “addio al contante”. Il riciclaggio oramai è solo uno specchietto per le allodole in quanto a differenza dello Stato la malavita è organizzata e si affida a mezzi non tracciabili, come criptomonete e comunicazioni nel deep web. È chiaro che serve una riforma bancaria pesante che non tuteli i banchieri ma i clienti.

Pertanto ho segnalato il fatto all’Associazione Consumatori in quanto noi clienti paghiamo per avere servizi funzionanti e non continue disfunzioni che ci fanno perdere tempo, e quindi denaro.

L’associazione mi ha risposto:

(non posso riportare cosa mi hanno scritto per motivi di privacy)

Inoltre l’alert presenta errori ortografici e non viene motivato il rifiuto (perché è un loro problema nonostante la banca ricevente accetta bonifici istantanei). Ma non finisce qui…

Ho contattato per 2 volte l’assistenza tecnica ed entrambe le volte mi hanno confermato che si tratta di un loro problema a livello nazionale. Addirittura uno di loro mi ha detto: “Figurati, io l’ho fatto a mia figlia e non ha funzionato”, come per dire oramai c’ho rinunciato pure io. L’altro mi ha detto a volte va, a volte non va. E noi scusa dovremmo affidarci alla Banca o a Padre Pio? Tra tasse sui disservizi di UBI Banca e tasse patrimoniali statali (introdotte dal governo Monti) i conti correnti sono diventati un costo importante per la classe media. Il processo di digitalizzazione non funziona perché se non si possono fare pagamenti rapidi nulla ha senso. Insomma questo è quanto sulle associazioni a delinquere che gestiscono il denaro nel nostro paese. Il mio consiglio è di non scegliere UBI BANCA perché applica costi assurdi e continui disservizi, non è diffamazione ma realtà. Questo non basta perché potrei avermi inventato tutto ecco perché registrato la chiamata all’assistenza. Prendete i pop corn:

Seremailragno.com™
Seremailragno.com™
Developer: Michele Paoletti
Price: Free

Google News

Segui GRATIS l'Edizione in Google News (clicca sull'immagine). Lascia aperta questa pagina, entro 5 secondi si sbloccherà in automatico il pulsante per chiudere il pop-up.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: