Il ridicolo, l’accettazione, il valore economico ed affettivo


Scorri alla fine se vuoi ascoltare il podcast invece di leggere.

Donna incintaÈ tra le mode più brutte degli ultimi anni e sicuramente l’avrete vista nei social network: scriversi la percentuale sulla pancia per ostentare l’arrivo della prole.

Intro – Molto spesso abbiamo visto come l’essere ridicolo sia considerato erroneamente un qualcosa di relativo perché associato a dei riferimenti sballati. Ad esempio se 15 anni fa ti scattavi una foto davanti allo specchio eri ridicolo e tutti ti prendevano per il culo. Oggi se lo fai vieni considerato normale, perché? Perché non sei ridicolo uguale?? Il motivo è che ora rientri nella norma ovvero nel valor medio della distribuzione normale o di Gauss. La norma e la moda sono due termini statistici presi in prestito dalla matematica alla “lingua culturale” per indicare se esiste o meno un discostamento dal pensiero medio. Questo significa che sei, secondo l’erroneo concetto dei termini in prestito, normale se e solo se ti comporti come gli altri. Nel momento in cui vari e generi varianza, ti discosti dalla normalità e viaggi verso i punti anormali. Stai diventando pazzo per la società. Non sei più normale. Quanti ospedali psichiatrici hanno rinchiuso gente ad alta varianza? Tanti. Di qui la frase negativa “tu non sei normale” che invece dovrebbe essere al contrario un complimento! Se Albert Einstein fosse stato normale oggi non avremmo avuto un bel po’ di cose. Viva l’anormalità (culturale eh, no statistica)!

Se per le misurazioni fisico-matematiche la norma è un concetto importantissimo sopratutto se siamo difronte a processi stocastici, nel mondo reale della cultura la norma perde di significato logico. Mi spiego: il ridicolo non si dovrebbe a mio avviso commisurare al numero di persone che applicano la regola che li rende ridicoli o al guadagno economico. Per esempio Chiara Ferragni che ogni 5 minuti fa una storia su Instagram è oggettivamente ridicola ma viene considerata soggettivamente una star, un’influencer, ecc.. per il semplice motivo che tutti lo fanno e che ci guadagna molti soldi. Ecco quindi che l’accettazione (tutti lo fanno) ed il guadagno economico sono due fattori che fanno uscire il ridicolo oggettivo dalla sfera del ridicolesimo. Un po’ come la moneta debito che tutti ben conosciamo, rappresenta anch’essa un elemento ridicolo (fuori da ogni logica finanziaria, e se siete complottisti ne sapete qualcosa in merito altrimenti scrivete Giacinto Auriti su Google e ne avrete per mesi) ma essendo stata accettata ed essendo stato accettato il suo valore economico detiene il potere del valore reale. Ecco quindi come questi due elementi che sempre ritroviamo nella società contribuiscano a far uscire le persone dall’insieme del ridicolo. D’altro canto oggi ancor più di ieri vediamo un una forte correlazione che permette alcune volte di avere un unico elemento a disposizione. Infatti il valore economico fa molto spesso acquisire di diritto (salvo casi di haters) l’accettazione. Gianluca Vacchi era uno sconosciuto che è stato accettato proprio per aver ostentato ovunque valore economico. È anche vero però che l’accettazione può far uscire dal ridicolo anche senza il valore economico e qui ci ricolleghiamo all’inizio al caso delle mamme pancine. In tal caso il valore economico viene sostituito dal valore affettivo, dal sentiment. Un altro esempio del genere riguarda la cronaca nera, se ti muore un parente vieni accettato maggiormente perché aumenta il valore affettivo suscitato dalla mancanza in maniera direttamente proporzionale alla disgrazia. Ecco quindi che da questo discorso 3 sono gli elementi in gioco:

  1. Accettazione
  2. Valore economico
  3. Valore affettivo

Le mamme pancine sono oggettivamente ridicole perché il gesto è privo di un fondamento logico, di originalità, di senso compiuto. La prima che lo ha fatto è stata fuori dalla norma e quindi non ridicola ma poi si sono tutte normalizzate e quindi anche ridicolizzate. Scriversi la percentuale sulla pancia è pura ostentazione materna oltre che ad essere di cattivo gusto perché indica anche da quanto hai preso l’uccello nella tua vagina che è stata oggettivamente eiaculata dallo sperma. Pensateci, l’eiaculazione non viene vista bene nella società ma la donna pancina ostentatrice di uccello si (perché allusione indiretta). Insensato un po’ come Windows quando non ti apre un programma perché devi cliccare il tasto destro e fare esegui come amministratore. Questa società è no sense, è questo il senso dell’articolo ed è per questo che la rubrica la chiamai scostume&società.

Copyright©2019 Seremailragno.com by Michele Paoletti – michelepaol@gmail.com. All rights reserved.
La proprietà intellettuale dell’articolo non può essere copiata, riprodotta, pubblicata o redistribuita perché appartenente all’autore stesso.
È vietata la modifica e la riproduzione dell’articolo in qualsiasi modo o forma se non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.