Andiamo a prendere un caffè insieme?


Parliamone seriamente. Ovunque mi giro, donne vestite di pizzo. Quel finto vedo non vedo, lascia trapelare una completa visione mozzafiato. Il trend inverno 2017/2018 è stato caratterizzato da queste maglie infernali, che mettono in difficoltà qualsiasi uomo tradizionalista (quello a cui piace la cara amica chips). Per non parlare del prepotente ritorno in campo della calza a rete o anche quella puà, che di nuovo mettono in profonda difficoltà il testosterone maschile. E se poi contorniamo il tutto con una minigonna sportiva con alettone molto sopra alle ginocchia, possiamo raggiungere il livello peccatore seriale. Colui che quando vede una roba del genere non può far altro che esclamare un peccato. Se poi non esci e per sbaglio apri Instagram le cose peggiorano. Camion di pizzi, minigonne, scollature provocanti e foto seminude intitolate “ricordo dell’estate”, invadono le bacheche. È dura essere uomini. Dover resistere alle provocazioni di leggings, pushup, reggiseni imbottiti, pantaloni di pelle, rossetto, mascara, fard, sopracciglia rasate e poi disegnate, smalto, unghie ricostruite, estensioni per le ciglia. Ad un certo punto ti capita l’occasione giusta e allora hai due possibilità:

  • ci provi e lei penserà: questo cosa diavolo vuole, ci prova con tutte, è un morto di figa
  • non ci provi e lei penserà: questo non è un uomo, non ha le palle, che sfigato

Poi fai un bel respiro e ti presenti, 5 minuti di convenevoli e poi spari quel “che ne dici di andarci a prendere un caffè insieme?”.  E nello stesso istante in cui il tuo inconscio si sta gasando, saltando sul letto immaginario della gioia, il cervelletto con la sua razionalità percepisce nell’aria un segnale negativo, perché il “troppo facile” per lui non fa parte dell’esperienza di vita. Ed infatti è lui ad avere ragione e nel fottuto istante successivo la signorina esclamerà: “sono fidanzata”. Cioè mi hai fatto perdere mezz’ora e poi mi dici sono fidanzata?! La parte inconscia inizia a peccare, strappando tutti i cuscini immaginari, mentre la razionalità la sbeffeggia con un “te lo avevo detto”.

Il colpo di fulmine è quella botta di culo di nome: “si va bene”.

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...