La generazione hoverboard del cazzo


hoverboard.jpg
In questa foto un esemplare a caso di disagiato sociale

Li vedi andare dritti a testa alta sicuri di sé questi piccoli mocciosi borghesi moderni con l’hoverboard da 300€. Come se quella testa alta volesse trasmettere il loro status sociale agli altri bambini “poveri”,per salutarli con profondo cinismo dall’alto del loro oggetto tecnologico. Quando ti passano davanti sfrecciando a tutta velocità senti dentro di te una specie di brivido misto tra pena,ribrezzo e disprezzo per quella povera creatura a suo malgrado incolpevole di essere stata partorita da due cretini (perché se hai un minimo di cervello questa cagata a tuo figlio non la compri). È la nuovissima generazione hoverboard. Dopotutto questa è solo un’evoluzione prevedibile e subdola della generazione smartphone,iniziata nei primi anni 2000,una gara al cellulare sempre più piccolo e con funzionalità crescenti evolutasi fino ad oggi e tramutatasi in circa 15 anni con la generazione smartphone da 700€. La filosofia più costa e più è migliore è fissata oramai nella testa di tutti forse perché la mignotta più gnocca della nazionale la pagano di più? Ma da allora la tecnologia ha cercato di ampliare sempre più il raggio d’azione non solo in termini di prodotti ma anche in termini di età. Oggigiorno vedere una bambina di 7 anni con il cellulare in mano è normalità mentre prima dovevi aspettare di compiere 14/15 anni per averlo. Che cazzo ci faccia una bambina con il cellulare a quell’età non voglio nemmeno saperlo. La globalizzazione e il marketing spinto hanno quindi contribuito a far esplodere aggressivamente il fenomeno tecnologico a qualsiasi limite di età. Anche perché i bambini sono facilmente suggestionabili e l’arma migliore per spingere i genitori a comprare il loro oggetto del desiderio è l’effetto virale per cui quando l’amichetto si fa l’hoverboard tu ti senti una merda a non averlo e inizi ad implorare mamma e papà per fartelo trovare sotto l’albero a Natale. Così l’effetto domino ha inizio e l’amico dell’amico si comporta allo stesso modo espandendo il fenomeno a macchia d’olio. È un oggetto necessario?Ne abbiamo veramente bisogno?Lo dobbiamo comprare a nostro figlio?Ne possiamo fare a meno?Quali sono i vantaggi?Perché acquistarlo?Sono queste le domande che un genitore dovrebbe farsi prima di avere solo l’idea di poter acquistare l’ hoverboard. In realtà non lo fanno,perché imitano il comportamento dei genitori con cui hanno parlato alla riunione insegnanti. E dal dialogo hanno scoperto che loro figlio e pochi altri sono gli unici in classe a non avere l’ hoverboard e quindi si è sentito un cattivo genitore oppure si è sentito ferito nell’orgoglio colpito dalla lama della competizione genitoriale. Uscito amareggiato di li a poco andrà a comprare l’hoverboard non perché lo ha spinto la logica (anche perché la logica non lo avrebbe mai spinto) ma perché lo ha spinto il sentimento inconsapevole,contagiato dall’aberrazione sociale. È la generazione hoverboard del cazzo (l’hoverboard non serve a un cazzo e quelli che ci salgono sopra si sentono cazzo).

Ecco esposti i motivi per cui non dovresti MAI comprare l’hoverboard a tuo figlio:

  • È inutile(nel contesto in questione,sarà chiarito sotto)
  • Ripeto è inutile
  • Ripeto ancora è inutile (ripetere è sempre importante)
  • Tuo figlio ha le gambe per camminare e correre,fallo camminare e correre
  • Compragli una bici,l’attività fisica è importante e uno strumento passivo come l’hoverboard non fa consumare alcuna caloria a tuo figlio ma energia elettrica(quindi la tua corrente,i tuoi soldi e quindi indirettamente CO2 nell’ambiente)
  • Con la stessa cifra potresti comprare degli ottimi libri (tra cui Siddharta di Hermann Hesse) da far leggere a tuo figlio durante l’estate invece dell’inutile,ripeto inutile hoverboard 
  • L’hoverboard non ha senso per lo meno nel contesto in cui stiamo focalizzando l’attenzione.Può avere senso per spostarsi in una grande azienda per motivi lavorativi.Il contesto è un’aspetto fondamentale da tenere sempre in considerazione.
  • Non vuoi acquistarlo, ti stanno spingendo ad acquistarlo (non cadere nella trappola del marketing)
  • Spiega a tuo figlio perché è uno strumento inutile e dannoso
  • Spiega perché i borghesi sono poveri dentro e non è la ricchezza a rendere l’uomo un uomo

Copyright©2017 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...