Sul terremoto gli esperti e i giornalisti hanno sempre ragione?


1.jpg

FONTE:LINK ALLA FONTE

Oggi vogliamo analizzare la banalità dei titoli giornalistici.Partiamo dall’inizio.Un evento, come un processo fisico,possono essere suddivisi in eventi/processi deterministici e in eventi/processi stocastici.I processi deterministici sono i più semplici da analizzare in quanto gli strumenti matematici utilizzati risultano essere più intuibili e maneggiabili.Un processo deterministico come dice la parola stessa ci permette di determinare con esattezza o quasi,quello che accade in uscita ad un sistema quando si conosce l’ingresso e la funzione di trasferimento o modello,che permette di approssimare gli effetti in uscita.Lo scopo è quindi quello di conoscere una legge in grado di predire l’uscita conoscendo l’ingresso applicato.Se è possibile fare ciò significa che il processo è deterministico in quanto possiamo conoscere quasi con certezza assoluta (dipende dall’approssimazione del modello matematico utilizzato) il risultato.Lo scostamento tra uscita prevista e uscita reale non è altro che l’errore ovvero di quanto abbiamo sbagliato nel prevedere il risultato.Più il modello scelto è buono e più piccolo sarà l’errore.Quando il modello è esatto esso prende il nome di legge,e in questo caso la previsione è certa-Solitamente l’errore è una specifica da rispettare,e deve essere quindi rispettata al fine di ottenere lo scopo desiderato.Un esempio semplice di processo deterministico è quando vogliamo determinare lo spazio percorso da  un’auto che viaggia in moto uniformemente accelerato.In questo caso essendo conosciuta con esattezza la legge(prende il nome di legge oraria del moto uniformemente accelerato) tra spazio,tempo e velocità possiamo rispondere con verità assoluta alla domanda fatta,avendo a disposizione alcuni dati iniziali.

Passiamo ora ai processi stocastici.Un processo viene definito stocastico quando non possiamo dire cosa accadrà effettivamente in un certo istante di tempo,le cose si complicano molto poichè gli strumenti da utilizzare sono più complessi e riguardano l’uso della probabilità.Non potendo definire con certezza cosa può accadere,per fare una descrizione dobbiamo necessariamente esprimere una probabilità che si possa verificare un evento.Si definiscono dei parametri utili per lo studio come il valore medio, varianza,correlazione,ecc..Insomma,per processo stocastico s’intende un particolare processo seguito da una variabile aleatoria,ovvero una variabile il cui valore cambia nel tempo in maniera incerta.

Tornando a noi,il terremoto è un processo stocastico,non si conosce la legge che ne determina la previsione,e non possiamo neanche sapere quali sono esattamente gli ingressi,le enormi variabili in gioco,data l’elevata complessità.Quello che però si può fare è analizzare gli eventi sismici che si sono succeduti negli anni e ricavare da questi dei dati utili a poter definire una sorta di statistica.Non si può predire un terremoto,in quanto non si ha la legge oraria.Allora la frase “non si può escludere” presenta una doppia negazione che significa affermazione e un può che ne determina l’incertezza.Tradotto,significa che si può includere ovvero si può verificare.Dire questo è dire una banalità,siamo sul lapalissiano poichè non vengono definite delle percentuali di probabilità.La seconda frase è “l’effetto domino potrebbe durare per mesi”.Anche qui abbiamo il potrebbe che definisce l’incertezza e questo è ovvio dato il processo stocastico e il durare per mesi non specifica un arco temporale certo,quanti mesi??Insomma la sagra dell’ovvio.Ma la percezione del lettore viene attratta dalla frase senza dar peso.E’ proprio la percezione a fare la magia di trasformazione del processo stocastico in deterministico in quanto se l’evento dovesse verificarsi il soggetto direbbe lo avevamo detto,trasformando l’incertezza in certezza(grazie al cazzo),mentre se l’evento non si verificasse,la frase rimarrebbe nel dimenticatoio e quindi nessuno se ne ricorderebbe.Il gioco della percezione e il mancato peso delle parole unito all’impulso emozionale,crea l’inganno.

2 .jpg

FONTE:LINK ALLA FONTE

3.jpg

FONTE:LINK ALLA FONTE

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.