Giornata della Memoria 2018: Servigliano


Concerto della Memoria nelle Marche
Concerto della memoria 27 Gennaio 2017
Paolo Giunta La Spada
Paolo Giunta La Spada introduce le sinfonie
Locandina Giornata della Memoria Servigliano
Programma 2018

 

FONTI e APPROFONDIMENTI: LaCasadellamemoria.com

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Annunci

Fiera della tecnologia e dell’elettronica Camerano-Osimo 2018


Scarica la riduzione personalizzata al sito elettronicacivitanovamarche.it.

Fiera Elettronica Camerano-Osimo 2018

Indicazioni Stradali: Google Maps 

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Un grande problema della ristorazione: la voluta mancanza di unità di misura


Menu &amp; Cutlery on A Restaurant TableHo purtroppo notato, passando da entrambe le parti della campana,come ci sia un grande problema di fondo (che genera malcontento sociale) nella ristorazione: la mancanza di unità di misura (u.d.m.) nel menù. Ci troviamo difronte ad un grande dilemma che ha creato e continua a creare incomprensioni nella “popolazione non media” ,ovvero per le frange fuori dal valore medio gaussiano di uno scarto quadratico medio importante (la fascia media non viene toccata dalla problematica). Anche per le comitive il ristoratore non serio approfittandosene crea un prezzo forfettario non giustamente commisurato a quanto ognuno di loro abbia effettivamente mangiato e bevuto. In questi casi è più opportuno trattare prezzo e menù prima del pasto in maniera chiara, facendo capire le intenzioni di non essere “inculato” nel gran finale a sorpresa in stile Quentin Tarantino. Evitate i giorni in cui è alta la domanda e ristretta l’offerta come Natale,Capodanno,San Valentino,Pasqua,ecc…,perché è chiaro che il prezzo, fissato dalla mano invisibile di Adam Smith, lieviterà per la legge del mercato senza che vi sia un corrispondente beneficio in termini di appagamento culinario e il rilascio di endorfine sarà destato dalla vista del conto. Culinario“inculinario” in questi casi si intrecciano a vicenda,come direbbe De Sica: <<Na bella cafonata>>!

 

piatto di pastaLa scritta “un piatto di pasta” come la quantifichiamo?Per giusta regola sarebbe opportuno inserire la quantità in grammi del pasto presente nel piatto corrispondente (obiezione: mi metto a pesare i piatti?Si cazzo li pesi,perché in ferramenta non te lo pesano il fottuto ferro?Non farmi incazzare!Oppure usi uno stratagemma per colmare il piatto in maniera equa conoscendo la quantità corrispondente al livello del piatto stesso e con qualche prova lo sai benissimo,quindi non scassare!).

E ancora la scritta “per 2 persone” che senso ha?Chi sono queste due persone?Due soggetti come Ronnie Coleman o come Fassino?Questo relativismo culinario (magari se Albert Einstein avesse fatto il cuoco ora non ci troveremo in questa situazione) fa acqua da tutte le parti ed è questa insieme alla standardizzazione le principali motivazioni per cui è nato il Sistema Internazionale(SI) delle unità di misura. Ci troviamo quindi dinanzi a un principio di indeterminazione nel comprendere la tipologia di queste due persone:

Format Articolo Condivisione Facebook

Abbiamo l’incertezza su quanto mangi la persona e l’incertezza su quanto debba essere grande il piatto. Il grande Heisenberg risolse la questione dell’incertezza sulla posizione e quantità di moto delle particelle introducendo la costante di Planck. Noi come risolviamo la nostra indeterminazione?

LE TIPOLOGIE DI ACQUA MAGGIORMENTE RICHIESTE DAL CLIENTE

Ora non dobbiamo essere al livello del cliente che chiede acqua leggermente frizzante (la classica donna insoddisfatta sulla cinquantina,forse perché ne ha presi troppi e ha un traforo del Gran Sasso; forse perché ne ha presi troppo pochi e la strada è ancora brecciata) perché certo il locale secondo la mente pacata dell’individuo ha 10 tipologie di acqua a seconda delle esigenze di ogni singola persona:

  • l’acqua leggermente frizzante
  • l’acqua ferma
  • l’acqua alla spina
  • l’acqua frizzante q.b. (quanto basta)
  • l’acqua alcalina
  • l’acqua minerale,oligominerale e mediominerale
  • l’acqua povera di sodio
  • l’acqua micro-filtrata dell’Himalaya
  • l’acqua invecchiata in botti di rovere del 1987
  • l’acqua purissima dell’Islanda
  • l’acqua in bottiglia di vetro
  • l’acqua a temperatura ambiente
  • l’acqua non troppo fredda
  • l’acqua freddissima (richiestissima dal quarantenne/cinquantenne medio in piena stagione estiva)
  • l’acqua a scelta: <<A avete solo questa?Ce l’avete …..?(richiesta della marca)>>

ANALISI E CONCLUSIONE

Cavallo golosoBisognerebbe, e il condizionale è d’obbligo fino ad un certo punto,colmare questo gap non indifferente. Da una parte abbiamo l’esigenza di accontentare il cliente affamato,per cui un piatto di pasta è poco, e il cliente delicato,per cui un piatto di pasta è troppo e che esclamerà “oh mio Dio non sapevo fosse così grande” (proprio la stessa frase che pronunciò nella sua mente Cicciolina quando vide il cavallo per la prima volta),che giustamente paga per essere sfamato nettamente o delicatamente in maniera trasparente e direttamente proporzionale al prezzo senza doversi aspettare la sorpresa finale. Dall’altra parte abbiamo il ristoratore che ha bisogno di velocità,di accontentare la clientela,di un motivo per far tornare e fidelizzare il cliente e di “non sputtanarsi” la reputazione.

Recensioni

Allora prendere per i fondelli il cliente non paga mai perché non ritorna più e nel lungo periodo fa perdere “l’importanza del brand” a causa della sua frustrazione (giustamente motivata) scaricata sugli amici e sulle recensioni online per senso di ingiustizia tramutato in una vera e propria vendetta personale.

Ps: sulle recensioni online dovremo aprire una grande parentesi ma esula dagli scopi di queste righe,pertanto facciamo un minuto di silenzio a quelli da commento super positivo che ti piazzano 2 stelle su 5.

 

(spazio bianco per il minuto di silenzio ed espiazione dei peccati da recensione)

 

Conclusione: la mancanza di u.d.m. non crea vantaggio né al cliente né tanto meno al ristoratore. Entrambi ne escono “sconfitti” da questa clamorosa mancanza di stile: un’evidente lacuna per il mondo della ristorazione.Ora avete un buon motivo per inserire l’u.d.m. nel vostro menu.Non lo fa nessuno?Meglio sarete i primi,un ulteriore punto a vostro vantaggio (consapevoli del fatto che non tutto il food è quantificabile in maniera esatta con un’unità di misura è chiaro che l’introduzione dell’u.d.m. è confinata nella possibilità di utilizzo).

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Giorgio Monticelli: il fondatore di Yallers


YallersItalia

Yallers è un’associazione di promozione sociale. Obiettivo principale dell’associazione è la scoperta e la valorizzazione del territorio, quello italiano in particolare.
Il nome Yallers, nato dalla fusione dell’inglese you all (voi tutti) e del francese aller (andare), rappresenta le basi su cui si fonda l’attività dell’Associazione: andare e vedere con con i propri occhi tutto il bello che esiste nel mondo, partendo dall’Italia.
Yallers è un invito a incontrarsi e condividere la passione per il territorio, i viaggi e la fotografia. Sproniamo le persone a uscire di casa, a scrollarsi di dosso il torpore della vita quotidiana e dedicare il tempo libero a coltivare le proprie passioni insieme agli altri.

Giorgio MonticelliIn Yallers il sig. Monticelli ,esperto in comunicazione e digital social innovation, si occupa del coordinamento del Consiglio direttivo, della gestione dei fornitori, del rapporto con gli Enti e Pubblica Amministrazione, del rapporto con le aziende private e la ricerca di nuove partnership a livello nazionale.
Gestisce e implementa il sito web legato all’associazione.
Fornisce direttive per la promozione dell’associazione in ambito social e gestisce direttamente il canale Facebook e la pagina Instagram @yallerseurope.

YallersEurope

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Monte Urano: Festa di S. Antonio Abate Domenica 21 Gennaio 2018


PROGRAMMA

  • Ore 9:00 Santa Messa con distribuzione dei pani benedetti
  • Ore 11:00 anta Messa con distribuzione dei pani benedetti
  • Ore 15:00 Benedizione degli animali e canti della Pasquella
  • Ore 15:30 Arrivo de lu vecchiò per bambini e ragazzi
  • Ore 19:00 Messa Vespertina e distribuzione dei pani

Festa S. Antonio Abate Monte Urano

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso. È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Monte Urano: Ufficio Cultura


La partecipazione a Mezzogiorno in Famiglia? <<Una scelta familiare>>.

[Frase e Vignetta sarcastica]

Monte Urano Politica

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Effetti collaterali: offendere un defunto per osannare la sua memoria?


Chiamare una scrofa con il nome Claretta Petacci? È quello che ha fatto Gene Gnocchi. Apriti cielo…effetto casuale o effetto voluto?Viste le imminenti elezioni nulla può più essere lasciato al caso.Evidentemente montare una polemica fa comodo a qualcuno.

Claretta Petacci 2018

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso. È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Trailer: 50 sfumature di rosso


Jamie Dornan e Dakota Johnson tornano a vestire i panni di Christian Grey e Anastasia Steele in Cinquanta sfumature di rosso, il terzo capitolo tratto dal best-seller mondiale “Fifty Shades”. Riprendendo il filo rosso degli eventi narrati nei precedenti due film di grande successo del 2015 e del 2017 (nel mondo hanno incassato 950 milioni di dollari) l’ultimo capitolo arriverà nei nostri cinema l’8 febbraio 2018. Come per 50 sfumature di nero, anche la regia di 50 sfumature di rosso è stata affidata a James Foley. Michael De Luca, Dana Brunetti e Marcus Viscidi saranno nuovamente i produttori insieme a E.L.James, la creatrice di questa saga di straordinario successo mondiale. La sceneggiatura è firmata da Niall Leonard ed è tratta dal romanzo della James.

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Programma Partner di YouTube: i nuovi aggiornamenti 2018


Format Articolo Condivisione FacebookIl 18 gennaio 2018 sono stati annunciati (vedi tweet sulla pagina ufficiale) i nuovi requisiti di idoneità per poter aderire al Programma partner di YouTube. Quando un canale raggiunge 4000 ore di visualizzazioni negli ultimi 12 mesi e 1000 iscritti, viene esaminata la sua idoneità a partecipare al programma (mentre prima il limite per poter entrare era delle 10.000 visualizzazioni). Il Programma partner di YouTube consente ai creator di monetizzare i propri contenuti su YouTube. I creator possono guadagnare grazie agli annunci pubblicati sui video e agli abbonati a YouTube Red che guardano tali contenuti. Puoi fare domanda di adesione al Programma partner di YouTube dal tuo account in Creator Studio. Tieni presente che il tuo canale deve aderire al Programma Partner di YouTube per accedere a determinate funzionalità, come le schermate finali e le schede che collegano a siti web associati e siti per il crowdfunding o il merchandising. La monetizzazione dei video dei canali non è necessaria per questo requisito. Questo aiuta a stabilire la validità del canale e a determinare se rispetta le Norme della community. Queste nuove modalità sono state introdotte per dare una maggiore garanzia agli inserzionisti che troppo spesso si vedevano la loro pubblicità su video di bassa qualità/importanza. Insomma le regole si fanno più stringenti,dopotutto il mercato si è saturato in questi ultimi dieci anni e come sempre accade chi ci guadagna è colui che ha già acquisito le fette maggiori.

 

È stata inoltre introdotta una nuova interfaccia grafica di Creator Studio in versione beta:

Youtube Creator Studio Beta

FONTE: YOUTUBE

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

 

Meraviglie la penisola dei tesori 3° puntata [review & download]


Format Articolo Condivisione FacebookPisa e la sua Piazza dei Miracoli, i Sassi di Matera e le Dolomiti sono i tre siti, dichiarati dall’Unesco patrimonio dell’umanità, protagonisti della terza puntata di “Meraviglie, la penisola dei tesori”, il programma condotto da Alberto Angela. Nella Piazza dei Miracoli Alberto Angela illustra la storia e le particolarità della famosa Torre pendente, il Duomo con la lampada che, secondo la leggenda, avrebbe fornito a Galileo Galilei ispirazioni per le sue teorie. Nel Battistero sorprende la particolare acustica, e si comprende perché il camposanto di Pisa costituisce una straordinaria attrattiva turistica. Andrea Bocelli ha raccontato il profondo legame che da sempre avverte con la sua città. Il panorama cambia nella seconda tappa, a Matera una delle città più antiche del mondo. Camminando tra i Sassi, muovendosi tra chiese rupestri e case scavate nel tufo, Alberto Angela ha fatto ascoltare la storia di un riscatto: da vergogna d’Italia, com’era stata definita negli anni Cinquanta, oggi Matera è diventata una meta turistica molto frequentata. Ogni visitatore ne rimane sorpreso. Non a caso la città, da Pasolini a Mel Gibson, è un set cinematografico perfetto e Sergio Castellitto ha raccontato l’ indimenticabile emozione provata al primo contatto con Matera. Infine tutti sulle Dolomiti, per ammirare un paesaggio di incomparabile bellezza. Non un sito vergine, ma strettamente legato all’uomo che in queste valli è stato presente fin dall’età del bronzo. Alberto Angela ha raccontato la formazione di questa catena montuosa e le sue particolarità. Tra di esse il legno degli abeti rossi di Paneveggio usato per costruire violini e strumenti musicali. Il perché è stato illustrato dal celebre violinista Uto Ughi (Busto Arsizio, 21 gennaio 1944) attraverso due preziosi violini antichi creati con il legno proveniente da Paneveggio: uno Stradivari e un Guarneri del Gesù.(fonte: http://www.raiplay.it)
Volete rivedere (basta seguire solo il primo passo) o scaricare la puntata?Nessun problema con 4 semplici mosse a portata di mouse:
  1. Andate sul video del sito di Rai Replay (link al video)
  2. Copiate l’URL (ovvero l’indirizzo web) ed incollatelo al sito pastlink (link al sito)
  3. Salvate il video sul desktop (il formato è .mp4,la risoluzione 928×522 (16:9),lo spazio occupato un paio di GB)

A seconda della vostra connessione internet impiegherete dai 10 ai 30 minuti per il download completo.Buona visione…

Copyright©2018 http://www.seremailragno.com by Michele Paoletti michelepaol@gmail.com.All rights reserved.
I contenuti presenti  non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.